SCHEDA ARTISTA

Juliette Binoche

Juliette Binoche

Nasce a PARIGI (Francia) il 09-03-1964

BIOGRAFIA

Attrice. Star internazionale, di un fascino di altri tempi, è figlia di uno scultore e regista di teatro e di un'attrice. I suoi studi si compiono alla Scuola Nazionale di Arte Drammatica a Parigi e dopo il diploma segue le orme materne, diventando attrice teatrale, con occasionali particine in film francesi. I primi riconoscimenti li ottiene in "Je vous salue Marie", il controverso film di Godard del 1985 nel quale interpreta una moderna Vergine Maria. Lo stesso anno è in "Rendez vous" di André Techiné, film che la consacra in patria. Con "L'insostenibile leggerezza dell'essere" di Philip Kaufman del 1988 cattura l'attenzione della critica internazionale. Nel frattempo ha una relazione con il giovane regista emergente Leon Carax, con il quale gira "Rosso sangue" e "Gli amanti del Pont-Neuf", quest'ultimo iniziato nel 1988 ma terminato solamente nel 1991 a causa di difficoltà finanziarie. Dopo il grande successo ottenuto con "Il danno" di Louis Malle del 1992, al fianco di Jeremy Irons, Juliette Binoche lascia Carax e l'anno seguente è protagonista del "Film Blu" di Kieslowski, apparendo anche in piccole parti negli altri capitoli della trilogia "Film rosso" e "Film Bianco"; con la sua interpretazione vince la Coppa Volpi a Venezia come migliore attrice nel 1993. Decide di prendersi una pausa dalle scene per la nascita del figlio Raphael, avuto dal subacqueo professionista Andrè Halle. Ritorna sul set nel 1995 con "L'ussaro sul tetto", una delle più costose produzioni francesi al quale segue "Un divano a New York" del 1996, al fianco di William Hurt, e nello stesso anno "Il paziente inglese" acclamato film con il quale vince l'Oscar come migliore attrice non protagonista, il premio come migliore attrice al Festival di Berlino e il premio Europeo. Nel 2000 è l'accattivante padrona del negozio di dolci in "Chocolat", con il quale è candidata agli Oscar come miglior attrice. Nel corso della sua carriera, Binoche ha collaborato con alcuni dei più grandi registi dimostrando versatilità e audacia sorprendenti nella scelta dei personaggi interpretati, sia per prodotti commerciali su larga scala di Hollywood quanto per film d'autore. Tra i tanti registi che l'hanno diretta, oltre ai già citati Godard, Kieslowski, Minghella (per cui ha recitato anche in "Parole d'amore", 2005, e "Complicità e sospetti - Breaking and Entering", 2006) e Téchiné (con cui è tornata a lavorare nel 1998 in "Alicee Martin" e nel 2014 in "Sils Maria", in concorso a Cannes 67) figurano anche Philip Kaufman (autore del film in cui lei ha debuttato in lingua Inglese ed è salita all'attenzione del cinema U.S.A.: "L'insostenibile leggerezza dell'essere", 1988), John Boorman ("In My Country", 2003), Michael Haneke ("Storie", 2000, e "Niente da nascondere - Caché", 2005, con quest'ultimo ha collezionato le candidature agli European Film e London Film Critics Circle), Olivier Assayas (il film collettivo "Paris, je t'aime", 2006, e l'opera presentata alla terza edizione del Festival di Roma "L'heure d'été", 2008), Abel Ferrara ("Mary", 2005), David Cronenberg ("Cosmopolis", 2012). Tra le numerose produzioni internazionali cui ha preso parte figurano anche i più recenti "L'amore secondo Dan" (2007, di Peter Hedges) con Steve Carell, "The Son of No One" (2011) di Dito Montiel con Al Pacino e Channing Tatum, "Words and Pictures" (2014, di Fred Schepisi) con Clive Owen, la produzione norvegese di Erik Poppe "Mille volte buona notte" (2014) e il blockbuster "Godzilla" di Gareth Edwards. Nel 2010 vince il premio come miglior interprete femminile al Festival di Cannes con "Copia conforme", un film del 2008 diretto del regista iraniano Abbas Kiarostami. Nel 2015 è al Festival di Venezia con il film "L'attesa" di Piero Messina, che le vale la candidatura al David di Donatello 2016, il Nastro d'Argento europeo 2016 e il premio come miglior attrice al BIFEST di Bari. Dal 1999 al 2003 è stata legata al collega Benoît Megimel dal quale ha avuto nel 2000 la figlia Hannah.

FILMOGRAFIA

[2016]Ma Loute
[2015]L'attesa
[2015]Nadie quiere la noche
[2015]The 33
[2014]Mille volte buona notte
[2014]Words and Pictures
[2014]Godzilla
[2014]Sils Maria
[2013]Camille Claudel 1915
[2013]Michael H - Profession: Director
[2012]Cosmopolis
[2011]The Son of No One
[2011]Elles
[2008]Copia conforme
[2008]Parigi
[2008]Shirin
[2008]L'heure d'été
[2007]L'amore secondo Dan
[2007]Désengagement
[2007]Le voyage du Ballon Rouge
[2006]Quelques jours en septembre
[2006]Complicità e sospetti - Breaking and Entering
[2006]Paris, je t'aime
[2005]Parole d'amore
[2005]Mary
[2005]Niente da nascondere - Caché
[2003]In My Country
[2002]The Assumption
[2002]JET LAG
[2000]Storie
[2000]L'amore che non muore
[2000]Chocolat
[1999]I figli del secolo
[1998]Alice e Martin
[1996]UN DIVANO A NEW YORK
[1996]Il paziente inglese
[1995]L'ussaro sul tetto
[1994]Tre colori - Film Bianco
[1994]Tre colori - Film Rosso
[1993]Tre colori - Film Blu
[1992]Il danno
[1991]Gli amanti del Pont-Neuf
[1988]L'insostenibile leggerezza dell'essere
[1988]Histoire(s) du cinéma
[1986]Rosso sangue
[1985]RENDEZ-VOUS
[1984]Adieu blaireau
[1984]JE VOUS SALUE MARIE

Trova Cinema

Box office
dal 18 al 21 maggio

Incasso in euro

  1. 1. Alien: Covenant  1.133.408
    Alien: Covenant

    A bordo dell'astronave Covenant tutto è tranquillo; l'equipaggio e le altre 2.000 anime sul vascello d'esplorazione sono profondamente addormentate nell'iper-sonno, lasciando che Walter, l'organismo sintetico a bordo, cammi...

  2. 2. King Arthur - Il potere della spada  709.837
  3. 3. Guardiani della Galassia Vol. 2  385.989
  4. 4. Famiglia all'improvviso - Istruzioni non incluse  364.485
  5. 5. Tutto quello che vuoi  249.009
  6. 6. Baby Boss  215.465
  7. 7. Gold - La grande truffa  167.102
  8. 8. La tenerezza  147.352
  9. 9. Song to Song  145.510
  10. 10. The Circle  120.478

Tutta la classifica