Il comandante1963

SCHEDA FILM

Il comandante

Anno: 1963 Durata: 109 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:COMMEDIA

Regia:Paolo Heusch

Specifiche tecniche:VISTAVISION

Tratto da:-

Produzione:ALBERTO PUGLIESE E LUCIANO ERCOLI PER CINEMATOGRAFICA MEDITERRANEA, ORESTE COLTELLACCI PER INCEI

Distribuzione:TITANUS - INCEI - PANARECORD

ATTORI

Totò nel ruolo di Colonnello Antonio Cavalli
Andreina Pagnani nel ruolo di Francesca Cavalli
Britt Ekland nel ruolo di Iris Britt Marie Eklund
Isa Crescenzi nel ruolo di La coinquilina
Linda Sini nel ruolo di La Contessa
Luciano Marin nel ruolo di Franco Cavalli
Carlotta Barilli nel ruolo di Luisa, moglie di Franco
Alberto De Amicis nel ruolo di Cataldo, socio di Sandrelli
Mario Castellani nel ruolo di Capitano Castelletti
Piero Morgia nel ruolo di Autista del colonnello
Franco Fabrizi nel ruolo di Sandrelli
Lina Alberti nel ruolo di Giocatrice in casa Cavalli
Elvira Cortese nel ruolo di Coinquilina
Peter Martell nel ruolo di Giovane Ufficiale
Marcella Valeri nel ruolo di Cassiera del bar-tabacchi
Alessio Ruggeri
Ermelinda De Felice
Gianluigi Scarpa
Maria Virginia Onorato
 

SOGGETTO

Sonego, Rodolfo
 

SCENEGGIATORE

Sonego, Rodolfo
 

MUSICHE

Umiliani, Piero
 

MONTAGGIO

Quaglia, Licia
 

SCENOGRAFIA

Azzini, Nedo
 

COSTUMISTA

Donati, Danilo

TRAMA

Il severissimo colonnello Cavalli viene posto in pensione per raggiunti limiti d'età col grado di generale. In un primo momento Cavalli cerca di trascorrere le sue giornate scrivendo un memoriale; ma l'ozio della vita borghese finisce ben presto per intristirlo. La moglie (che svolge per conto suo una lucrosa attività) per toglierlo da questa umiliante situazione, lo fa assumere da un'impresa edilizia pagando lei stessa lo stipendio. I dirigenti dell'impresa però approfittano del nome specchiato del loro singolare impiegato per compiere una serie di speculazioni che finiscono per invischiare il generale al punto di rasentare la galera. Salverà ogni cosa, come sempre, la moglie pagando di tasca sua ed al generale non resterà che l'ozio, ma una sorta di ozio infantile fatto di giochi puerili ai giardinetti.

CRITICA

"Il film offre all'attore Totò la possibilità di costruire (...) un carattere completo attraverso un'azione teatralmente coerente. (...) E' un film piacevolmente sceneggiato (...) nella onesta, casalinga commedia borghese di carattere." (Filippo Sacchi, 'Epoca', 12 luglio 1964) "Tenero, amaro e spiritoso ritratto di galantuomo, patetico nella sua anacronistica ingenuità, che consente a Totò di staccarsi dalle solite macchiette delle quali è stato peraltro l'inarrivabile numero uno. Un bravo al misconosciuto Paolo Heusch (su soggetto e sceneggiatura di Rodolfo Sonego), che sa ben calibrare commozione e allegria, e un bravissima alla strepitosa finta burbera Andreina Pagnani". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 17 giugno 2001)

Trova Cinema

Box office
dal 11 al 14 luglio

Incasso in euro

  1. 1. Arrivederci professore  515.484
    Arrivederci professore

    Quando Richard, professore universitario di mezz'età, scopre di avere un cancro allo stadio terminale, decide di rivoluzionare la sua vita e godersi a pieno il tempo che gli rimane. La sua complicata relazione sentimentale ...

  2. 2. Pets 2 - Vita Da Animali  478.576
  3. 3. Aladdin  370.377
  4. 4. La Bambola Assassina  302.746
  5. 5. X-Men: Dark Phoenix  283.069
  6. 6. Il traditore  145.432
  7. 7. I morti non muoiono  137.394
  8. 8. Rapina a Stoccolma  95.631
  9. 9. Godzilla 2  91.006
  10. 10. Il grande salto  54.683

Tutta la classifica