SCHEDA ARTISTA

Danilo Donati

Nasce a SUZZARA, Mantova (Italia)

BIOGRAFIA

Scenografo e costumista. Nato nel 1926, frequenta il corso di Pittura di Ottone Rosai e si diploma all'Accademia di Belle Arti di Roma. Il suo esordio nel mondo dello spettacolo risale al 1954 come costumista in "La vestale", un'opera teatrale diretta da Luchino Visconti. La collaborazione con Visconti continua lungo tutti gli anni '50. Nel 1959 debutta nel cinema disegnando i costumi per "La Grande guerra" di Mario Monicelli. Fondamentali per la sua formazione le collaborazioni con Pier Paolo Pasolini, Franco Zeffirelli e soprattutto Federico Fellini. E proprio per quest'ultimo diventa scenografo. Racconta Donati "Mi disse: 'Se vuoi fare i costumi per me disegna anche le scene'. Fu un'imposizione, non una libera scelta". In un capannone di Cinecittà crea il suo studio, dove nascono costumi e oggetti di scena utilizzando materiali diversi e soprattutto originali, come la pasta o gli oggetti del bric-à-brac (fusilli e tortiglioni vetrificati da vernici speciali diventano pietre preziose incastonate, coppette di plastica si trasformano in corpetti da odalisca). Lavora anche per il cinema americano realizzando i costumi per "Flash Gordon" (1980) di Mike Hodges. Uomo estremamente schivo, ha vinto due premi Oscar ("Romeo e Giulietta" di Zeffirelli e "Casanova" di Fellini) ma non è andato a ritirarli. Negli ultimi anni Donati ha messo a disposizione la sua arte per Roberto Benigni creando costumi e scene per "Il mostro" (1994), "La vita è bella" (1997) e "Pinocchio" (2002) che non ha visto completato - perché è morto durante gli ultimi giorni di riprese - ma che gli è valso il David di Donatello, postumo, per le migliori scenografie e i migliori costumi. Ha scritto anche un romanzo, "Coprilfuoco" edito da Newton Compton, finalista al Premio Strega 2001, nel quale descrive l'ambiente fiorentino degli anni '40 e i giorni che hanno preceduto la liberazione della città da parte delle truppe alleate.

FILMOGRAFIA

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica