SCHEDA FILM

La marcia su Roma

Anno: 1962 Durata: 94 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:SATIRICO

Regia:Dino Risi

Specifiche tecniche:35 MM (1:2.35)

Tratto da:-

Produzione:MARIO CECCHI GORI PER FAIR FILM (ROMA), ORSAY FILM (PARIGI)

Distribuzione:DE LAURENTIIS - DOMOVIDEO RICORDI VIDEO, BMG VIDEO (PARADE)

ATTORI

Vittorio Gassman nel ruolo di Domenico Rocchetti
Ugo Tognazzi nel ruolo di Umberto Gavazza
Roger Hanin nel ruolo di Capitano Paolinelli
Angela Luce nel ruolo di Contadina
Gérard Landry nel ruolo di Capitano dell'Esercito
Mario Brega nel ruolo di Marcacci
Giampiero Albertini nel ruolo di Cristoforo
Antonio Cannas nel ruolo di Zofreghin
Nino Di Napoli nel ruolo di "Mezzacartuccia"
Alberto Vecchietti nel ruolo di Molinello
Howard Rubiens nel ruolo di Prof. Milziade Bellinzoni
Daniele Vargas nel ruolo di Sua Eccellenza
Edda Ferronao nel ruolo di Ostessa
Carlo Kechler nel ruolo di Latifondista
Liù Bosisio nel ruolo di Adelina
Antonio Acqua nel ruolo di Direttore del carcere
Claudio Perone
Nando Angelini
 
 

MONTAGGIO

Gallitti, Alberto
 

SCENOGRAFIA

Pericoli, Ugo
 

COSTUMISTA

Pericoli, Ugo
 

TRAMA

Negli anni del primo dopoguerra un reduce che vive di espedienti, Domenico Rocchetti, incontra un suo capitano che lo invita ad aderire al movimento fascista. Durante un tafferuglio in un centro rurale, Rocchetti chiede aiuto a un suo ex commilitone, Umberto Gavazza. Ma il cognato di quest'ultimo, acceso antifascista, li mette alla porta ambedue. A causa di una nuova baruffa sorta per aver voluto sostituire gli spazzini in sciopero, vengono messi in prigione e poi liberati da una decisa azione degli squadristi. Dopo aver partecipato a parecchie "azioni punitive", anche Rocchetti e Gavazza si preparano alla Marcia su Roma. Requisiscono un'automobile per raggiungere i camerati, ma vengono sconfessati perché il proprietario è un sostenitore del movimento fascista. In seguito a una scaramuccia scompaiono alle porte di Roma.

CRITICA

"Quella che avrebbe potuto essere una chiave satirica incentrata su un motivo inedito (...) s'impiglia in un estenuante repertorio umoristico che (...) raccoglie gags e barzellette. L'evoluzione dei personaggi è scontata (...) come sono preventivabili le traversie che (...) attraverseranno. La ricetta (...) lascia trapelare la scoperta e dosata premeditazione degli autori. L'industria cinematografica italiana la sua esca tentatrice l'ha scovata in certe storie dal risvolto civile; guai, però, a confondere le apparenze con il succo del film (...)". (Mino Argentieri, "Cinema 60", 31, gennaio 1963)

Trova Cinema

Box office
dal 20 al 23 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  2.396.109
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Sonic. Il film  1.445.090
  3. 3. Parasite  1.401.083
  4. 4. Odio l'estate  980.701
  5. 6. Dolittle  586.384
  6. 7. 1917  451.440
  7. 8. Fantasy Island  351.059
  8. 9. Jojo Rabbit  199.387
  9. 10. Il diritto di opporsi  114.843

Tutta la classifica