Il gusto del sak?1962

SCHEDA FILM

Il gusto del sakŔ

Anno: 1962 Durata: 113 Origine: GIAPPONE Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:Yasujir˘ Ozu

Specifiche tecniche:35 MM/DCP (1:1.37) - AGFA-SHOCHIKUCOLOR

Tratto da:-

Produzione:SHOCHIKU

Distribuzione:TUCKER FILM (2015)

ATTORI

Chishű Ryű nel ruolo di Shuhei Hirayama
Shima Iwashita nel ruolo di Michiko Hirayama
Keiji Sada nel ruolo di Koichi
Mariko Okada nel ruolo di Akiko
Teruo Yoshida nel ruolo di Yutaka Miura
Noriko Maki nel ruolo di Fusako Taguchi
Mikami Shin'Ichiro nel ruolo di Kazuo
Nobuo Nakamura nel ruolo di Shuzo Kawai
Eijir˘ T˘no nel ruolo di Sakuma, il "Tasso"
Kuniko Miyake nel ruolo di Nobuko
Ky˘ko Kishida nel ruolo di Ragazza del bar
Michiyo Tamaki nel ruolo di Tamako
Ryűji Kita nel ruolo di Shin Horie
Daisuke Kat˘ nel ruolo di Yoshitaro Sakamoto
Haruko Sugimura nel ruolo di Tomoko
 

SCENEGGIATORE

Noda, K˘go
Ozu, Yasujir˘
 

MUSICHE

Sait˘, Kojun
 
 

SCENOGRAFIA

Minoru Kanekatsu
 

COSTUMISTA

Yűji Nagashima

TRAMA

Shuhei Hirayama, un vedovo di mezza etÓ ed ex dirigente di azienda, Ŕ riluttante all'idea che la sua adorata figlia Michiko si sposi, nonostante la ragazza abbia ormai giÓ 24 anni e sia segretamente innamorata di un giovane del quartiere. Tuttavia, dopo l'incontro con un suo ex professore, mettendo da parte il proprio egoismo, Hirayama si convince che per Michiko sarebbe pi¨ opportuno non restare zitella e le fa scegliere un futuro sposo apprestandosi cosý a vivere la sua, imminente, esistenza solitaria...

CRITICA

"Speriamo che la passione per il cinema di Ozu si diffonda ancor di pi¨ (...). Senza derogare mai da situazioni comuni e perfino banali, ma che prendono significato dalla composizione accuratissima dell'immagine, Ozu interpella lo spettatore sulla rottura dei vincoli familiari e sui danni collaterali della competizione sociale." (Roberto Nepoti, 'La Repubblica', 16 luglio 2015) "Al di lÓ di una patina di quieto immobilismo, risulta sconcertante la gamma infinitamente varia di sottili sfumature. Riguardo al terremoto dei costumi e della vita sociale attraversato dal Giappone dopo la sconfitta nella seconda guerra mondiale (non sono trascorsi che diciassette anni), riguardo alle modalitÓ maschili nei confronti dell'universo femminile, e molto altro." (Paolo D'Agostini, 'La Repubblica', 23 luglio 2015) "Ultimo film (uscito in patria nel 1962) del maestro nipponico. Probabilmente tra i capolavori. (...) PiacerÓ a chi magari s'Ŕ tediato mica male in altri film di Ozu dove i personaggi sembravano ectoplasmi. Qui grazie al troppo sakŔ ingerito, parlano, straparlano, si accusano a vicenda. Un gioco del massacro che stavolta non Ŕ compiuto in punta di piedi." (Giorgio Carbone, 'Libero', 23 luglio 2015)

Trova Cinema

Box office
dal 21 al 24 maggio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni pi¨ belli  1.196.456
    Gli anni pi¨ belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234
  10. 10. Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn)  121.947

Tutta la classifica