SCHEDA ARTISTA

Jean-Claude Brialy

Nasce a AUMALE (Algeria) il 30-03-1933

BIOGRAFIA

Attore e regista. Uno dei principali protagonisti della Nouvelle Vague, ma anche della scena teatrale francese e della vita mondana parigina. Figlio di un colonnello, nella sua infanzia a seguito delle destinazioni paterne, compie gli studi in diverse localitÓ francesi fino ad arrivare a Strasburgo, dove si iscrive al Conservatoire e al Centre d'Art Dramatique de l'Est. Frequentando l'ambiente teatrale incontra Jean Marais che lo incoraggia a perseguire la sua carriera nel mondo dello spettacolo. Durante il servizio militare, Ŕ chiamato dal distaccamento cinematografico dell'esercito per leggere i commenti dei documentari, esperienza che continua anche dopo aver smesso la divisa. Nel 1954 si trasferisce a Parigi dove entra in contatto con il gruppo di critici e registi che faceva capo ai Cahiers du CinÚma e che ha dato vita al movimento della Nouvelle Vague. Il debutto sul grande schermo avviene nel 1956 con i cortometraggi "Le coup du berger" di Jean Rivette (in cui compaiono anche Claude Chabrol, Jean-Luc Godard e Franšois Truffaut) e "La sonata a Kreutzer" di Eric Rohmer. Dopo altre apparizioni minori, nel 1958 raggiunge la notorietÓ grazie a Chabrol che lo ha scelto per interpretare i suoi due primi lungometraggi, "Le beau Serge" e "I cugini", in cui si delinea la sua personalitÓ di parigino cinico e aggressivo. Da quel momento ha lavorato in oltre 180 film dando ottime prove non solo in ruoli drammatici ma mettendosi in evidenza anche come interprete di commedie brillanti con una recitazione spigliata e spiritosa e collaborando con i pi¨ noti registi, non solo francesi, del secondo dopoguerra: Jean-Luc Godard, Eric Rohmer, Roger Vadim, Franšois Truffaut, Julien Duvivier, Philippe de Broca, Bertrand Travernier, Mauro Bolognini, Florestano Vancini, Alberto Lattuada, Ettore Scola, Luis Bu˝uel e Costa Gavras. A partire dal 1971 si cimenta anche con la regia realizzando film per il grande e il piccolo schermo - in alcuni casi anche in veste di sceneggiatore - il primo dei quali Ŕ "╔glantine" che gli vale la conchiglia d'argento al Festival di San Sebastißn. Nonostante il successo cinematografico, non ha mai abbandonato il palcoscenico - Ŕ stato proprietario del teatro "Les Bouffes Parisiens" a Parigi - ed ha portato avanti anche la carriera televisiva. Nel 2007 ha partecipato al film "Les sapins bleus", un film ancora in fase di post-produzione al momento della morte dell'attore avvenuta all'etÓ di 74 anni in seguito a una lunga malattia.

[1981]Les malheurs de Sophie
[1973]MALE D'AMORE
[1971]EGLANTINE

Trova Cinema

Box office
dal 21 al 24 maggio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni pi¨ belli  1.196.456
    Gli anni pi¨ belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234
  10. 10. Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn)  121.947

Tutta la classifica