Silenzio, si gira!1943

SCHEDA FILM

Silenzio, si gira!

Anno: 1943 Durata: 83 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:COMMEDIA, MUSICALE

Regia:Carlo Campogalliani

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:ITALA FILM

Distribuzione:I.C.I. - AVO FILM

ATTORI

Beniamino Gigli nel ruolo di Il tenore Massimo Giuliani/Antonio il sosia
Mariella Lotti nel ruolo di Eva Sanzio
Rossano Brazzi nel ruolo di Andrea Corsi
Carlo Campanini nel ruolo di Ciro Guidotti
Elvira Marchionni nel ruolo di Zia Giovanna
Elio Marcuzzo nel ruolo di L'attore scartato
Luigi Pavese nel ruolo di Il signore stonato
Mario Siletti nel ruolo di Professor La Capra
Olinto Cristina nel ruolo di Produttore dell'Alba Film
Clara Auteri Pepe nel ruolo di La segretaria
Fausto Tommei nel ruolo di Il truccatore
Aristide Baghetti nel ruolo di Un macchinista
Guglielmo Sinaz nel ruolo di Un consigliere
Dino Di Luca nel ruolo di Il commissario
Guido Morisi nel ruolo di Regista Marini
Stefano Sibaldi nel ruolo di Il gioielliere
Nicola Maldacea nel ruolo di Giocatore di dadi sul set
Nando Bruno nel ruolo di Giocatore di dadi sul set
Cesare A. Bixio nel ruolo di Se stesso
Adriana Sivieri nel ruolo di La ballerina
Giulio Tomasini nel ruolo di IL tecnico del suono
Ines Venturini nel ruolo di La prima ballerina
Oreste Bilancia nel ruolo di Il portiere dell'albergo Metropolis
Eugenio Duse nel ruolo di Primo consigliere
Alfredo Martinelli nel ruolo di Secondo consigliere
Emilio Petacci nel ruolo di Operaio dello stabilimento cinematografico
 
 

SCENOGRAFIA

Valentini, Vittorio
 

COSTUMISTA

Gori, Rosi

TRAMA

Un celebre tenore, segretamente innamorato di una giovane che aspira alla carriera cinematografica, riesce a far scritturare la ragazza in un film in cui entrambi sostengono ruoli di primo piano. Ma lei preferisce la corte di un giovane attore di prosa e il tenore allora si allontana lasciando nelle mani del proprio segretario l'assegno di un milione affinché faccia in modo che il film non venga portato a termine. Questi invece trattiene l'assegno e, approfittando della perfetta rassomiglianza tra l'artista ed un suo amico, fa girare da lui le ultime scene del film. Ma il tenore, che viene casualmente a conoscenza della cosa, ritorna improvvisamente e l'equivoco è chiarito. Il film può essere finalmente ultimato; il segretario ottiene il perdono, e la ragazza può accettare tranquillamente la corte del suo innamorato.

CRITICA

"Il film è stato condotto con molta abilità da Campogalliani, il cui merito ci sembra sia soprattutto da ricercarsi nell'essersi servito di Beniamino Gigli, senza presentarlo con facili espedienti, appena come "pretesto" scenico, come suole purtroppo avvenire in film di questo genere. Qui Gigli agisce di continuo come vero e proprio attore, pienamente compartecipe della vicenda. E dobbiamo anche dire che se la cava in modo più che brillante." (Mario Rinaldi, "La Tribuna", 4 marzo 1944)

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica