Le strane coincidenze della vita2004

SCHEDA FILM

Le strane coincidenze della vita

Anno: 2004 Durata: 106 Origine: GERMANIA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:David O. Russell

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:KANZEON, SCOTT RUDIN PRODUCTIONS, QWERTY FILMS, FOX SEARCHLIGHT PICTURES, N1 EUROPEAN FILM PRODUKTIONS

Distribuzione:20TH CENTURY FOX ITALIA (2005)

ATTORI

Jason Schwartzman nel ruolo di Albert Markovski
Isabelle Huppert nel ruolo di Caterine Vauban
Dustin Hoffman nel ruolo di Bernard
Lily Tomlin nel ruolo di Vivian
Jude Law nel ruolo di Brad Stand
Mark Wahlberg nel ruolo di Tommy Corn
Naomi Watts nel ruolo di Dawn Campbell
Angela Grillo nel ruolo di Angela Franco
Ger Duany nel ruolo di Sig. Nimieri
Darlene Hunt nel ruolo di Darlene
Kevin Dunn nel ruolo di Marty
Benny Hernandez nel ruolo di Davy
Richard Appel nel ruolo di Josh
Benjamin Nurick nel ruolo di Harrison
Jake Muxworthy nel ruolo di Tim
Pablo Davanzo nel ruolo di Bobby
Tippi Hedren nel ruolo di Mary Jane Hutchinson
Talia Shire nel ruolo di Sig.ra Silver
Shania Twain nel ruolo di Se stessa
Adam Clinton nel ruolo di Guardia sicurezza
Altagracia Guzman nel ruolo di Sig.ra Echevarria
Antonio Evans nel ruolo di Guardia sicurezza
Ashley Fondrevay nel ruolo di Matricola
Bob Gunton nel ruolo di Sig. Silver
Chuck Saftler nel ruolo di Avvocato Dexicorp
Denis Hayes nel ruolo di Orrin Spence
George Meyer
Isla Fisher nel ruolo di Heather
Jake Hoffman nel ruolo di Cameriere
James J. McCoy nel ruolo di Medico
Janet Grillo nel ruolo di Madre del ragazzo
Jean Smart nel ruolo di Sig.ra Hooten
Jeannie Epper-Kimack nel ruolo di Donna in vestaglia
Jerry Schumacher nel ruolo di Dipendente azienda
John Rothman nel ruolo di Consigliere di amministrazione
Jonah Hill nel ruolo di Bret
Julie Ann Johnson nel ruolo di Donna in vestaglia
Kaied Hussan nel ruolo di Turco
Kamala Lopez nel ruolo di Molly Corn Kamala Lopez-Dawson
Keith Barrett nel ruolo di Capo cameriere
Kimberly Cutter nel ruolo di Consigliere di amministrazione
Lisa Guzman nel ruolo di Matricola
Maria Semple
Matthew Grillo-Russell nel ruolo di Ragazzo al Mancala Hour
Matthew Muzio nel ruolo di Operaio Edile
Patrick Walsh nel ruolo di Pompiere
Richard Jenkins nel ruolo di Sig. Hooten
Robert K. Lambert nel ruolo di Daryl
Saïd Taghmaoui nel ruolo di Traduttore
Saige Ryan Campbell nel ruolo di Caitlin Corn
Scott Wannberg nel ruolo di Bik Schottinger
Shawn Patrick nel ruolo di Pompiere
Sydney Zarp nel ruolo di Cricket
 
 

MUSICHE

Brion, Jon
 

MONTAGGIO

Lambert, Robert K.
 

SCENOGRAFIA

Barrett, K.K.
 

COSTUMISTA

Bridges, Mark

TRAMA

Dopo essersi imbattuto in una serie di strane coincidenze, Albert Markovski decide di rivolgersi a Bernard e Vivian Jaffe, una coppia di metafisici esperti nelle questioni della vita e noti come 'Detectives Esistenziali'. I due iniziano ad osservare il loro cliente da vicino, analizzando il suo presente e il suo passato. Dalle loro ricerche emerge il rapporto conflittuale che Albert ha con Brad Stand, un giovane manager rampante dei magazzini Huckabees, il quale decide a sua volta di assumerli per sé stesso. I detectives passano quindi ad analizzare la vita di Brad e il suo rapporto con Dawn, la bella testimonial degli Huckabees. Albert decide allora di ribellarsi alle conclusioni dei detectives e si allea con un altro cliente della coppia, Tommy, e con la loro nemesi, la filosofa francese Caterine Vauban, per riuscire così a trovare in altro modo la giusta risposta alle sue domande...

CRITICA

"Il regista di 'I love Huckabees' tenta di giocare con la mente dei personaggi, come avviene nel bel Se mi lasci ti cancello, ma si ferma più in superficie di una cipria. Così come cerca le atmosfere di Wes Anderson, ma senza la mano di Wes Andreson. Sicché, in questo film non si ride abbastanza, né si pensa abbastanza. Non ci si innamora del protagonista, ma non si riesce nemmeno ad odiare l'antagonista. Fino al punto in cui ci viene spiegato che, nella vita, bene e male convivono: ma va?". (Roberta Bottari, 'Il Messaggero', 3 giugno 2005) "Qualcuno, a proposito di 'Three Kings', il suo secondo film dopo 'Amori & Disastri', sottolineò che David O. Russell era troppo sofisticato per il kolossal storico-bellico. Per 'I love Huckabees' ribaltiamo il concetto, perché l'autore sembra troppo scanzonato e preoccupato di inseguire gli standard di genere rispetto a un plot originale e denso di implicazioni esistenziali. Per raccontare la svolta nella vita di un ambientalista e le sue ossessioni, Russell ricorre al modello della commedia corale con digressioni drammatiche, con un occhio a 'Magnolia' per gli intrecci del destino e uno al thriller polanskiano. (...) Il nucleo centrale del film è costituito dalla spietata rivalità e dalla sfida psicologica tra i due, l'uno alter ego dell'altro. Russell dà il meglio quando punta sull'esplorazione delle zone oscure del Male, ma spesso prendono il sopravvento la sua smania di essere ironico a tutti i costi e il suo compiacimento narrativo. Il regista, insomma, cerca ma non trova un compromesso tra il prodotto indipendente e il modello delle majors. E l'invidiabile cast si trasforma in un boomerang, perché in questi casi le star evidenziano di più le fragilità e i limiti dei personaggi." (Alberto Castellano, 'Il Mattino', 4 giugno 2005)

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica