La Romana1954

SCHEDA FILM

La Romana

Anno: 1954 Durata: 91 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:DRAMMATICO

Regia:Luigi Zampa

Specifiche tecniche:-

Tratto da:romanzo omonimo di Alberto Moravia

Produzione:CARLO PONTI E DINO DE LAURENTIIS, EXCELSA FILM (ROMA), LES FILMS DU CENTAURE (PARIGI)

Distribuzione:MINERVA FILM

ATTORI

Gina Lollobrigida nel ruolo di Adriana Silenti
Daniel Gélin nel ruolo di Mino
Franco Fabrizi nel ruolo di Gino
Raymond Pellegrin nel ruolo di Astarita
Renato Tontini nel ruolo di Carlo Sonzogno
Pina Piovani nel ruolo di Madre di Adriana
Xenia Valderi nel ruolo di Gisella
Gino Buzzanca nel ruolo di Riccardo
Mariano Bottino nel ruolo di Tommaso
Giuseppe Addobbati nel ruolo di Tulio
Gianni Di Benedetto nel ruolo di Il pittore
Riccardo Garrone nel ruolo di Giancarlo
Ada Colangeli
Alberto Anselmi
Aldo Vasco
Alfredo De Marco
Bianca Maria Cerasoli
Georges Bréhat
Gustavo Giorgi
Riccardo Ferri
Vincenzo Milazzo
 

SOGGETTO

Moravia, Alberto
 

MUSICHE

Masetti, Enzo
 

MONTAGGIO

Da Roma, Eraldo
 

SCENOGRAFIA

Mogherini, Flavio
 

COSTUMISTA

Romanini, Gaia

TRAMA

Roma, anni '30. Adriana è una ragazza bella ma povera, cui la madre trova un lavoro come modella di un pittore nella segreta speranza di avviarla, in seguito, a una più lucrosa e facile carriera. Un giorno essa si innamora di un autista che dichiara subito di volerla sposare. Adriana crede a quelle promesse e nell'attesa di vederle attuate, diventa l'amante del fidanzato che non tarda a rivelarsi un marito con prole. Adriana, allora, disgustata e delusa, finisce per darsi alla prostituzione. Una sera si imbatte in un giovanotto, Gino, di cui si innamora appassionatamente. Gino, però, ha altre preoccupazioni oltre all'amore. Fa parte di un gruppo politico clandestino e le cospirazioni occupano gran parte del suo tempo. Ma ecco che lo arrestano ed il giovanotto, per essere rimesso in libertà, rivela alla polizia tutti i nomi dei compagni. Una volta liberato, però, i rimorsi lo assalgono e vorrebbe uccidersi. Adriana fa l'impossibile per tranquillizzarlo, giungendo fino a rivolgersi a un funzionario della polizia che era stato suo amante, ma i suoi sforzi sono inutili e Gino si uccide.

CRITICA

"Il film riproduce i passi essenziali dell'omonimo romanzo di Alberto Moravia con una certa superficialità, senza approfondire mai le ragioni dei singoli personaggi. E' lento, verboso, fitto di divagazioni letterarie, di situazioni sgradevoli, di particolari inutili". ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 36, 1954). "Se non che questa storia, spolpata dell'arte del anrratore, resta una povera cosa, un meccanismo in cui i opersonaggi perdono il loro rilevo e sia gitano burattinesticamente, privi di senso." (Luigi Chiarini, "Il Contemporaneo", 11 settembre 1954)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica