Il gioco di Ripley2002

SCHEDA FILM

Il gioco di Ripley

Anno: 2002 Durata: 110 Origine: GRAN BRETAGNA Colore: C

Genere:DRAMMATICO, THRILLER

Regia:Liliana Cavani

Specifiche tecniche:35 MM (1:1,85)

Tratto da:romanzo "L'amico americano" di Patricia Highsmith

Produzione:CATTLEYA, DOGSTAR FILMS, FINE LINE FEATURES, MR. MUDD, BABY FILMS

Distribuzione:01 DISTRIBUTION

ATTORI

John Malkovich nel ruolo di Tom Ripley
Dougray Scott nel ruolo di Jonathan
Ray Winstone nel ruolo di Reeves
Chiara Caselli nel ruolo di Luisa Ripley
Lena Headey nel ruolo di Sarah Trevenny
Sam Blitz nel ruolo di Matthew Trevenny
Evelina Meghangi nel ruolo di Maria
Paolo Paoloni nel ruolo di Franco
Maurizio Luca nel ruolo di Assistente di Franco
Yurij Rosstalnyi nel ruolo di Guleghin
Nickolaus Deutsch nel ruolo di Dr. Wentzel
Emidio La Vella nel ruolo di Proprietario del negozio
Lutz Winde nel ruolo di Ernst
Wilfried Zander nel ruolo di Belinsky
Ronnie Paul nel ruolo di Gregory
Thomas Bloem nel ruolo di Guardia del corpo
Uwe Mansshardt nel ruolo di Terry
Hans Zischler nel ruolo di Mercante d'arte
Hendrikje Fitz nel ruolo di Insegnante allo zoo
Oliver Hanisch nel ruolo di Gangster
Rene Lay nel ruolo di Gangster
Sonke Korries nel ruolo di Gangster
 
 
 

MONTAGGIO

Harris, Jon
 

SCENOGRAFIA

Frigeri, Francesco
 

TRAMA

Tom Ripley riesce a convincere un uomo a commettere un omicidio dietro il pagamento di una forte somma di denaro. La situazione però sfugge al controllo e il killer deve cercare di risolvere il problema.

CRITICA

"Liliana Cavani ha riambientato l'azione nelle ville palladiane del Veneto, l'ha 'attualizzata' con la mafia russa e ha affidato la parte a John Malkovich. Se l'ambientazione (valorizzata dalla fotografia di Alfio Contini) è bella, il film resta languido malgrado le scene di violenza e le allusioni al lato oscuro degli esseri umani. Non mancano le imprecisioni (treni 'truccati' sommariamente per cambiarne la nazionalità); Malkovich gigioneggia senza ritegno". (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 8 febbraio 2002) "C'è ancora chi si chiede come rappresentare il Male al cinema? Sì per fortuna: Liliana Cavani, che nel 'Gioco di Ripley', da Patricia Highsmith, rovescia le convenzioni di tanti action-thriller. Mettendo l'accento sulla trionfante amoralità di Ripley, dandy e assassino capace di indurre un pacifico corniciaio minato dalla leucemia a diventare un killer solo per il gusto del potere e, in ultima analisi, della seduzione. Un invito a nozze per John Malkovich: il suo criminale parvenu con villa del Palladio e amante clavicembalista ha i guizzi gelidi dello psicopatico e un torbido fascino superomistico che cercheremmo invano nell'insulso 'Ripley' di Minghella o nel grottesco di 'Hannibal', altro esteta del crimine che di Ripley è l'evidente degenerazione. Ma è il sottile, perverso rapporto fra questo dandy criminale e il corniciaio che scopre in extremis la rischiosa arte del delitto, la chiave di questa sofisticata riflessione sul fascino del negativo. Percorsa da una certa ironia ma non per questo meno amara e violenta. Un bel ritorno per la Cavani. E la conferma che anche un film su commissione può essere molto personale". (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 14 febbraio 2003)

Trova Cinema

Box office
dal 16 al 19 gennaio

Incasso in euro

  1. 1. Il primo Natale  3.142.556
    Il primo Natale

    Salvo e Valentino, un ladro e un prete, si ritroveranno a fare un viaggio nel tempo, fino all'Anno Zero....

  2. 2. Frozen 2 - Il segreto di Arendelle  1.640.886
  3. 3. L'immortale  1.114.347
  4. 4. Cena con delitto - Knives out  1.024.963
  5. 5. Un giorno di pioggia a New York  395.422
  6. 6. Che fine ha fatto Bernadette?  180.700
  7. 7. L'inganno Perfetto  151.003
  8. 8. Cetto c'è, senzadubbiamente  142.592
  9. 9. L'ufficiale e la spia  127.337
  10. 10. Midway  87.261

Tutta la classifica