Diario di uno scandalo2006

SCHEDA FILM

Diario di uno scandalo

Anno: 2006 Durata: 92 Origine: GRAN BRETAGNA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:Richard Eyre

Specifiche tecniche:35 MM (1:1.85) - DE LUXE, TECHNICOLOR

Tratto da:romanzo "La donna dello scandalo" di Zoë Heller (Ed. Bompiani)

Produzione:SCOTT RUDIN PRODUCTIONS, DNA FILMS, FOX SEARCHLIGHT PICTURES, UK FILM COUNCIL, BBC FILMS

Distribuzione:20TH CENTURY FOX ITALIA (2007)

ATTORI

Cate Blanchett nel ruolo di Sheba Hart
Judi Dench nel ruolo di Barbara Covett
Bill Nighy nel ruolo di Richard Hart
Andrew Simpson nel ruolo di Steven Connelly
Max Lewis nel ruolo di Ben Hart
Juno Temple nel ruolo di Polly Hart
Alice Bird nel ruolo di Saskia
Joanna Scanlan nel ruolo di Sue Hodge
Tameka Empson nel ruolo di Antonia Robinson
Emma Kennedy nel ruolo di Linda
Tom Georgeson nel ruolo di Ted Mawson
Michael Maloney nel ruolo di Sandy Pabblem
Shaun Parkes nel ruolo di Bill Rumer
Syreeta Kumar nel ruolo di Gita
Philip Davis nel ruolo di Brian Bangs Phil Davis
Adrian Scarborough nel ruolo di Martin
Anne-Marie Duff nel ruolo di Annabel
Barry McCarthy nel ruolo di Dave
Benedict Taylor nel ruolo di Eddie
Catherine Drew nel ruolo di Giornalista televisiva
Debra Gillett nel ruolo di Lorraine
Derbhle Crotty nel ruolo di Sig.ra Connolly
Diana Berriman nel ruolo di Marcia
Jill Baker nel ruolo di Madre di Sheba
Jonathan Speer nel ruolo di Veterinario
Julia McKenzie nel ruolo di Marjorie
Leon Skinner nel ruolo di Davis
Miranda Pleasence nel ruolo di Moglie di Eddie
Stephen Kennedy nel ruolo di Sig. Connolly
Wendy Nottingham nel ruolo di Elaine Clifford
 

SOGGETTO

Heller, Zoë
 

SCENEGGIATORE

Marber, Patrick
 

MUSICHE

Glass, Philip
 

SCENOGRAFIA

Hatley, Tim
 

COSTUMISTA

Hatley, Tim

TRAMA

Sheba Hart è la nuova professoressa di materie artistiche alla scuola St. George. Tra i suoi colleghi c'è l'anziana Barbara Covett, una donna con cui Sheba stringe un forte legame di amicizia e che diventa anche depositaria di un suo torbido segreto. Tuttavia, la giovane insegnante non si rende conto che i sentimenti dell'amica vanno oltre la semplice amicizia, e le sue confidenze possono diventare un'arma pericolosa con cui Barbara può sfogare la sua gelosia...

CRITICA

"'Diario di uno scandalo' dell'inglese Richard Eyre è anzitutto un'arena di confronto tra due attrici superlative, Judy Dench e Cate Blanchett. Tratto dal bestseller di Zoe Heller 'Wuat she was thinking notes on a scandal', è costretto a rinunciare, sopperendo con una voce narrante, all'impianto diaristico del film." (Paolo D'Agostini, 'la Repubblica', 13 febbraio 2007) "Più cupo e angosciato, 'Notes on a Scandal' racconta il dramma di due insegnanti inglesi: (...) Costruito intorno a due attrici in stato di grazia (non fosse fuori concorso, la Dench avrebbe già vinto il premio per la miglior interpretazione), il film evita i facili toni pruriginosi, grazie anche alla sceneggiatura di Patrick Marber (dal romanzo di Zoë Heller 'La donna dello scandalo') che scava nella psicologia delle due donne e trova per ognuna la ragione dei loro comportamenti ma non la giustificazione per le loro azioni. Finendo per offrire un quadro della scuola, e della società, inglese che con i toni della commedia di costume ci offre l' impietoso ritratto di un fallimento epocale." (Paolo Mereghetti, 'Corriere della Sera', 13 febbraio 2007) "Una gara di bravura fra due prime attrici strepitose, entrambe candidate all'Oscar. Un adattamento letterario di rara intelligenza e appropriata crudeltà. Una storia inventata nella quale echeggiano fatti di cronaca verificatisi di qua e di là dall'Oceano che traducono con esattezza l'angosciosa confusione di ruoli e di identità, anagrafiche e sessuali, propria dei nostri anni. Diretto con affilata precisione dall'eclettico Richard Eyre, 'Notes on a Scandal' (da noi 'Diario di uno scandalo') ha la tenuta psicologica del miglior cinema inglese e il ritmo incalzante di uno psycho-thriller. Ma senza le banalità e semplificazioni di rito, perché adattando il libro di Zoe Heller (Bompiani) Patrick Marber (l'autore di 'Closer') ha conservato non solo la sapienza letteraria del romanzo, scritto in forma di diario, ma la densità e la vivacità degli ambienti e dei caratteri. Riuscendo inoltre a non giudicare mai i personaggi per farci anzi capire le ragioni, buone e cattive, di ognuno di loro." (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 13 febbraio 2007)

Trova Cinema

Box office
dal 20 al 23 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  2.396.109
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Sonic. Il film  1.445.090
  3. 3. Parasite  1.401.083
  4. 4. Odio l'estate  980.701
  5. 6. Dolittle  586.384
  6. 7. 1917  451.440
  7. 8. Fantasy Island  351.059
  8. 9. Jojo Rabbit  199.387
  9. 10. Il diritto di opporsi  114.843

Tutta la classifica