SCHEDA ARTISTA

Tilda Swinton

Tilda Swinton

Katherine Matilda Swinton

Nasce a LONDRA (Inghilterra) il 05-11-1960

BIOGRAFIA

Attrice. La sua famiglia di origine fa parte di una delle più antiche casate scozzesi. Suo padre, il generale maggiore Sir John Swinton, è stato comandante delle Guardie della Regina, mentre sua madre è australiana. Compie gli studi nelle scuole più prestigiose d'Inghilterra, tra cui la West Heath Girl's School dove, tra le sue compagne di classe, c'è anche Diana Spencer. Terminate le scuole superiori si iscrive alla facoltà di Scienze Politiche all'Università di Cambridge ma durante il corso degli studi cambia idea e si laurea in Letteratura inglese. E' qui che muove i primi passi sul palcoscenico partecipando ad alcune rappresentazioni studentesche. Decisa a perseguire la carriera teatrale, viene ammessa alla prestigiosa Royal Shakespeare Company, ma dopo poco più di un anno decide di abbandonarla per dedicarsi a progetti meno tradizionali. A metà degli anni Ottanta inizia il sodalizio artistico con Derek Jarman, durato fino alla morte del regista che lascia un vuoto incolmabile nella vita dell'attrice. Dall'unione artistica nascono opere come "Caravaggio" (1986), "Aria" (1987), il cortometraggio "L'ispirazione" (1988), "The Last of England" (1988)," "War Requiem" (1989) "The Garden" (1990), "Blue" (1993), il biografico "Wittgenstein" (1993), ma soprattutto "Edoardo II" (1991) che vale alla Swinton la Coppa Volpi alla Mostra del Cinema di Venezia. Nel 1992 arriva la consacrazione con il film "Orlando" di Sally Potter ma, nonostante tutto, l'attrice preferisce continuare a partecipare a produzioni sperimentali e indipendenti. Nel 2000 fa parte del cast del film "The Beach" di Danny Boyle e da quel momento inizia ad apparire abbastanza regolarmente anche nel circuito mainstream. Seguono infatti film come "I segreti del lago" e "Vanilla Sky" (entrambi del 2001), "Il ladro di orchidee" (2002) e "Young Adam" (2003). Nel 2005 partecipa a ben 4 film: "Thumbsucker", "Constantine", "Broken Flowers", "Le cronache di Narnia: il leone, la strega e l'armadio". Nel 2007 Tony Gilroy la sceglie per il ruolo della manager senza scrupoli Karen Crowder nel suo "Michael Clayton", che le vale l'Oscar 2008 come miglior attrice non protagonista. Nel 2008 è anche presente alla Berlinale con il film "Julia" di Erick Zonca. e ha fatto parte del cast di "Il curioso caso di Benjamin Button" di David Fincher e di "The Limits of Control" di Jim Jarmusch (che la vorrà di nuovo nel cast dello splendido "Solo gli amanti sopravvivono" nel 2013). Nel 2011 prende parte al film "...e ora parliamo di Kevin" dove interpreta la parte di Eva, una madre che ha un rapporto conflittuale con il figlio Kevin: la sua incredibile performance le vale la nomination ai Golden Globe, ai BAFTA e agli Screen Actors Guild Award. Nel 2013 prende parte al film "Snowpiercer", mentre nel 2014 recita in "Grand Budapest Hotel" del visionario Wes Anderson, con cui aveva già lavorato nel 2012 in "Moonrise Kingdom". Nel 2015 ricopre il ruolo di Marianne Lane nel film "A Bigger Splash" del regista italiano Luca Guadagnino, amico della Swinton e con il quale aveva già collaborato nell'acclamato "Io sono l'amore" (2009) e con il quale torna a lavorare prendendo parte al cast di "Suspiria" (2017), remake del celebre film di Dario Argento. Nel 2016 è al festival di Berlino con "Ave Cesare!" dei fratelli Coen e durante la kermesse, in occasione della proiezione del film "L'uomo che cadde sulla terra", tributo alla scomparsa di David Bowie, l'attrice ha tenuto un commovente discorso in memoria dell'uomo e dell'artista con cui aveva collaborato recitando nel video "The Stars (Are Out Tonight)". Il suo nome è stato più volte inserito nelle giurie di manifestazioni internazionali tra cui Berlino (1988 e, in qualità di Presidente, 2009), Venezia (1998) e Cannes (2004). E' stata a lungo legata sentimentalmente all'artista scozzese John Byrne, da cui ha avuto i gemelli Honor e Xavier, nati nel 1997. Dal 2004 ha una relazione con il pittore neozelandese Sandro Kopp. Nel 2007 viene indicata da Vanity Fair come una delle donne più eleganti al mondo e gli stilisti olandesi Viktor e Rolf hanno disegnato una linea di abiti totalmente ispirata a lei.

[2008]Derek

Trova Cinema

Box office
dal 7 al 10 novembre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la città perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica