SCHEDA FILM

VIVERE

Anno: 1999 Durata: - Origine: ITALIA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:-

Specifiche tecniche:-

Tratto da:UNA SERIE IDEATA E SVILUPPATA DA CRISTIANA FARINA, LORENZO FAVELLO , SILVIA LONGO

Produzione:ARAN ENDEMOL DI MARCO BASSETTI

Distribuzione:-

TRAMA

Ambientata a Como, la soap mette inscena alcuni nuclei familiari, le cui vicende si intersecano, componendo il ritratto dolce-amaro di una ricca città di provincia. I Gherardi sono una delle famiglie più ricche e conosciute della città. Alfio, cinquant'anni il capofamiglia è il tipico imprenditore che si è fatto da solo ed è il proprietario di un importante setificio. Ha sposato la sofisticata Letizia, molto colta e raffinata. Hanno tre figli: Adriana, trent'anni, avvocato: Andrea, ventotto anni, spregiudicato nel lavoro come nella vita privata, lavora nell'azienda del padre: e Alice, sedici anni, studentessa, estroversa e vivace. L'orgoglio e l'egoismo spesso intralciano il corso delle loro azioni e non permettono l'emergere di sentimenti di comprensione e di affetto. Al contrario dei Bonelli, una famiglia di ristoratori molto unita, nella quale circola un calore umano che gli permette di affrontare qualsiasi crisi, per quanto grave, sulla base di valori positivi: il capofamiglia è Giovanni, cinquant'anni, un allegro burlone, molto legato alla moglie Mirella, donna solare e affettuosa. Hanno tre figlie: Chiara, una dolce dottoressa di ventotto anni; Eva, di ventisei, dipendente del setificio Gherardi, ambiziosa e sensuale; Lisa, una ragazza "acqua e sapone" di diciotto anni. Tutte e tre con personalità molto diverse e un approccio alla vita assolutamente divergente. I De Carolis/Falcon sono una famiglia di medici: Vittorio De Carolis, primario all'ospedale di Como è un uomo rigido e severo. Ha due figli: Bruno, trentadue anni, medico idealista e sognatore, ha un ottimo rapporto con i suoi pazienti: Emilia, trentacinque anni, è la titolare di un prestigioso beauty-center ed è sposata con un medico, Giacomo Falcon. I Falcon hanno un figlio sedicenne, Marco, ragazzo molto sensibile e altruista: I Canale, Silvana e Luca, madre e figlio, compongono la famiglia di estrazione più umile: lei è una donna energica di trentotto anni, che ha cresciuto da sola il proprio ragazzo. Lavora come parrucchiera al beauty-center di Emilia Falcon. Ha subito molte delusioni in passato e continua a dover affrontare parecchi problemi legati soprattutto alla crescita di suo figlio. Luca, vent'anni, è un ragazzo introverso e suscettibile, che ha sempre sofferto la mancanza della figura paterna. Continua a cambiare lavoro e non tollera i continui consigli della madre.

CRITICA

Quando il "Vivere" arriva in tv non ha sfumature: poveri o miliardari, felici o disgraziati, angeli o diavoli: e si capisce da subito che pure questi ci spiegheranno ciò che le telenovelas ci hanno insegnato già da un pezzo: che "anche i ricchi piangono", che "quando si ama" bisogna prepararsi al peggio: Da una parte tutto assolutamente già detto e già visto, insomma: ma dall'altra una novità sostanziale: spostare la concorrenza, non più comprando storie dell'altro mondo ma investendo quattrini con confezionarcele in casa. Ed è tutt'altro che una questione da addetti ai lavori, perché il pubblico che ha ancora voglia di soap via via non dovrà più dividersi fra i tormenti tropicali della "Schiava Isaura" e le poligamie hollywoodiane di "Beautiful", ma si specchierà ogni giorno nelle italianissime famiglie - regolari, clandestine e di fatto - che "Vivere" e "Un posto al sole" prescriveranno due volte al dì. Una simile terapia intensiva è in condizione di stravolgere quel gioco della fantasia che da sempre i romanzi d'appendice (antenati di questo genere tv) hanno suscitato. Un conto, insomma, è vagheggiare per la mascellona fremente di Ridge - personaggio lontano da noi praticamente quanto E.T. - altro discorso è immedesimarsi nelle tante miniserie e nelle rare nobiltà affidate dagli sceneggiatori a personaggi che hanno le nostre facce, i nostri nomi e abitano nelle nostre case. (Gualtiero Peirce, "La Repubblica", 3.03.1999)

Trova Cinema

Box office
dal 20 al 23 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  2.396.109
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Sonic. Il film  1.445.090
  3. 3. Parasite  1.401.083
  4. 4. Odio l'estate  980.701
  5. 6. Dolittle  586.384
  6. 7. 1917  451.440
  7. 8. Fantasy Island  351.059
  8. 9. Jojo Rabbit  199.387
  9. 10. Il diritto di opporsi  114.843

Tutta la classifica