Vita da boh?me1992

SCHEDA FILM

Vita da bohème

Anno: 1992 Durata: 100 Origine: GERMANIA Colore: B/N

Genere:COMMEDIA, DRAMMATICO

Regia:Aki Kaurismäki

Specifiche tecniche:35 MM (1:1.85) - PANORAMICA

Tratto da:romanzo "Scènes de la vie de bohème" di Henri Murger

Produzione:SPUTNIK, PYRAMIDE PRODUCTIONS, FILMS A2, PANDORA FILMPRODUKTION, SVENSKA FILMINSTITUTET (SFI)

Distribuzione:ACADEMY PICTURES, PANARECORD, CECCHI GORI HOME VIDEO

ATTORI

Matti Pellonpää nel ruolo di Rodolfo
Evelyne Didi nel ruolo di Mimi
André Wilms nel ruolo di Marcel
André Wilms nel ruolo di Marcel
Kari Väänänen nel ruolo di Schaunard
Christine Murillo nel ruolo di Musette
Jean-Pierre Léaud nel ruolo di Blancheron
Samuel Fuller nel ruolo di Gassot
Alexis Nitzer nel ruolo di Henri Bernard
Sylvie Van den Elsen nel ruolo di Signora Bernard
Gilles Charmant nel ruolo di Cantante
Louis Malle nel ruolo di Gentiluomo
Maximilien Regiani nel ruolo di Medico
Jean-Paul Wenzel nel ruolo di Francis
André Penvern nel ruolo di Ispettore di polizia
 

SOGGETTO

Murger, Henri
 

SCENEGGIATORE

Kaurismäki, Aki
 

MONTAGGIO

Aaltonen, Veikko
 

SCENOGRAFIA

Ebden, John
 

COSTUMISTA

Murray, Simon

TRAMA

Tre artisti squattrinati diventano amici nella moderna Parigi: Rodolfo, un pittore albanese senza visto, Marcel, un povero scrittore senza editore, e Schaunard, un compositore di rumorosa musica post-moderna.

CRITICA

"Un film fine e delicato, in cui la storia, tratta dal romanzo scritto nell'800 da Henry Murger (e che ispirò l'opera di Puccini) appare tuttora valida e credibile, anche se trasportata ai giorni nostri, e conserva il suo romanticismo, senza cadere mai nel patetico. La commozione è raggiunta con una estrema asciuttezza di stile. Il regista che è anche sceneggiatore, arriva alla poesia, mostrandoci i celebri personaggi immersi nella vita d'oggi, in una Parigi appena accennata, ma curatissima nei particolari degli ambienti, che il bianco e nero nobilita con la propria raffinatezza. Speciale abilità di Kaurismäki è quella di accostare fra i più vari sentimenti, raggiungendo una sintesi di invenzioni felici. In questa atmosfera dolce amara, risultano efficaci le interpretazioni degli attori, tutte improntate ad un'assoluta sobrietà, e a volte, addirittura ad un'apparente impassibilità, sotto la quale si intuisce la profondità del sentimento. Matti Pellonpää dà a Rodolfo il suo volto triste di diseredato, ed Evelyne Didi, che nella parte di Mimì mostra una grazia sfiorita, adattissima al ruolo, sono i migliori del gruppo." ('Segnalazioni Cinematografiche', vol. 114, 1992)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica