SCHEDA FILM

UN OSTAGGIO DI RIGUARDO

Anno: 1987 Durata: 118 Origine: USA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:-

Specifiche tecniche:NORMALE A COLORI

Tratto da:DAL LAVORO TEATRALE DI LYLE KESSLER

Produzione:ALAN J. PAKULA PER LORIMAR MOTION PICTURES

Distribuzione:TITANUS DISTRIBUZIONE (1988) - WARNER HOME VIDEO

TRAMA

Due ragazzi orfani, Treat e Phillip, vivono in grande povertà in una casa fatiscente a Filadelfia, completamente soli, Treat, che è il maggiore, ha un carattere molto violento e prepotente e si ingegna a rubare, tutto ciò che può, per provvedere alle necessità sue e del fratello, verso il quale si mostra protettivo, ma anche dispostico. Phillip, invece, pieno di fobie e di sogni segreti sembra ritardato mentalmente. Quando Treat porta a casa un ubriaco, Harold, con l'intenzione di tenerlo prigioniero e chiederne il riscatto, scopre che costui è un gangster, cui molti altri fuorilegge danno la caccia per ucciderlo. Harold, che ha con sé molto denaro, si stabilisce presso i ragazzi e diventa presto per loro un munifico protettore, mutando radicalmente la loro vita, la casa in cui vivono e perfino il loro aspetto. Anche Harold ha provato da bambino la tristezza dell'orfano e comprende dunque facilmente quello che i due fratelli possono soffrire nel sentirsi cosi disperatamente abbandonati. Egli cerca dunque di stabilire un rapporto affettivo con Treat e Phillip, riuscendo a volte ad esasperare la violenza del maggiore, ma cercando poi con pazienza di fargli comprendere quanto sia pericoloso per lui non riuscire mai a dominarsi. Quanto al minore, egli si sblocca rapidamente e, liberato dalle sue molte inibizioni, impara a vivere in modo normale. Purtroppo, però, Harold viene scoperto dai suoi nemici e ferito mortalmente. Prima di morire, riuscirà ancora a parlare affettuosamente ai due giovani, ripetendo a Phillip che egli ha ormai trovato il coraggio, che gli mancava, e rivelando, invece, a Treat che sotto le sue arie di duro egli in realtà si sente tanto solo e bisognoso di aiuto. Morto Harold, Treat viene confortato dal fratello minore, che è divenuto ormai capace di aiutarlo, con tenerezza e comprensione.

CRITICA

La trama è assolutamente positiva e non ci sono scene sconvenienti; le riserve sono motivate dal linguaggio usato dai personaggi a volte volgare, pur intonato all'ambiente. Anche se i personaggi risultano alquanto artigliosi, i tre interpreti sono il merito maggiore di questa opera. (Segnalazioni Cinematografiche)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica