Premonitions2015

SCHEDA FILM

Premonitions

Anno: 2015 Durata: 101 Origine: USA Colore: C

Genere:THRILLER

Regia:Afonso Poyart

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:EDEN ROCK MEDIA, FILMNATION ENTERTAINMENT, FLYNN PICTURE COMPANY, NEW LINE CINEMA, VENTURE FORTH

Distribuzione:LUCKY RED/ADLER ENTERTAINMENT (2015)

ATTORI

Anthony Hopkins nel ruolo di John Clancy
Jeffrey Dean Morgan nel ruolo di Joe Merriweather
Abbie Cornish nel ruolo di Katherine Cowles
Colin Farrell nel ruolo di Charles Ambrose
Matt Gerald nel ruolo di Agente Sloman
Jose Pablo Cantillo nel ruolo di Agente Sawyer
Marley Shelton nel ruolo di Laura Merriwether
Xander Berkeley nel ruolo di Sig. Ellis
Kenny Johnson nel ruolo di David Raymond
Joshua Close nel ruolo di Linus Harp
Sharon Lawrence nel ruolo di Sig.ra Ellis
Janine Turner nel ruolo di Elizabeth Clancy
Luisa Moraes nel ruolo di Victoria Raymond
Autumn Dial nel ruolo di Emma Clancy
Jordan Woods-Robinson nel ruolo di Jeffrey Oldfield
Niyi Oni nel ruolo di Fibbie
Kresh Novakovic nel ruolo di Capitano Peterson
Keith Ewell nel ruolo di Mosely
David Weiss nel ruolo di Waxman
Austin Huffmaster nel ruolo di Robert Ellis
Richard Bristow nel ruolo di Peter Ward
 

MUSICHE

, BT
 

MONTAGGIO

Gonzaga, Lucas
 

SCENOGRAFIA

Ricker, Brad
 

COSTUMISTA

Wingate, Denise
 

EFFETTI

Goux, Randy

TRAMA

Quando l'Agente Speciale dell'FBI Joe Merriwether si ritrova perplesso di fronte ad una serie di omicidi, decide di chiedere aiuto ad un suo ex collega in pensione, medico psicanalista e sensitivo, il dottor John Clancy . Il solitario Clancy, che ha smesso di praticare e si è appartato dal mondo dopo la morte di sua figlia e la successiva fine del suo matrimonio, non vuole avere niente a che fare con il caso, ne usare le sue capacità. Ma, quando ha delle visioni molte violente della giovane collega di Joe, l'agente speciale dell'FBI Katherine Cowles, cambia idea, pensando che queste possano essere anche una sorta di messaggio personale. Quando gli eccezionali poteri intuitivi di Clancy lo conducono sulle tracce di un sospettato, Charles Ambrose, ben presto, il medico si rende conto che il suo "dono" è nulla rispetto agli straordinari poteri di questo assassino in missione.

CRITICA

"Ci esimiamo dal fare il conto di quante volte, tra cinema e serie tv, polizia serial killer e premonizioni abbiano fatto sinergia. Per accettarne ancora una ci voleva ben altro che questo thriller incoerente e magniloquente, il cui regista (il brasiliano Alonso Poyart, novizio a Hollywood ) non risparmia vani esercizi di stile, allineati lungo un montaggio senza vigore. Una volta i nomi in cartellone di Hopkins e Farrell fungevano da garanzia. Oggi il secondo recita a ruota libera, mentre il primo pare fregarsene del tutto." (Roberto Nepoti, 'La Repubblica', 12 novembre 2015) "Vestito quasi sempre di nero, laconico e poco socievole, Anthony Hopkins porta, nella figura del sensitivo John Clancy di «Premonitions», tutto il suo gusto per i personaggi enigmatici e perturbanti. Quasi una mania, coltivata nell'arco della lunga e meritevole carriera di attore teatrale, cinematografico e televisivo , culminata nel 1992 con l'Oscar per il ruolo del cannibale Hannibal Lecter nel «Silenzio degli innocenti». Consapevole di poter fare assolutamente tutto, Hopkins sembra avere un debole per le personalità distorte, abituate a nascondere, dietro calma apparente e citazioni colte, una spaventosa carica di violenza." (Fulvia Caprara, 'La Stampa', 12 novembre 2015) "Impossibile non ascrivere questo nuovo psycho-thriller con 'vittime seriali' nel filone Anthony 'Dr. Hannibal' Hopkins: dal Silenzio degli innocenti in poi, ogni crime movie con l'attore britannico si posiziona da erede naturale del capolavoro di Jonathan Demme. Cercando dunque le differenze e le attualizzazioni del caso, si scopre la 'trovata' di una sfida tra buono/cattivo alzata dai superpoteri alla stregua di un fumetto Marvel. A 'tenere' il film nel dramma restano il tema del dolore e della morte, in un altalenarsi plausibile e piuttosto scontato. Un guilty pleasure per gli amanti dell'adrenalina." (Anna Maria Pasetti, 'Il Fatto Quotidiano', 12 novembre 2015) "Piacerà a chi ritiene che mettendo Hopkins, Morgan e la Cornish a caccia di un cattivissimo Colin Farrell e facendo scrivere la storia dall'autore di 'Ocean's Eleven' non puoi fare un brutto film neanche a volere. Ritiene giustamente." (Giorgio Carbone, 'Libero', 12 novembre 2015) "Si scomoda anche il tema dell'eutanasia per dare un senso a questo pretenzioso thriller. (...) Poteva essere un'idea originale, sfumata, in parte, da un guazzabuglio confusionario." (Maurizio Acerbi, 'Il Giornale', 12 novembre 2015) "Senza tregua, ma invece di pistole, invece di spade, pugni o gare automobilistiche è un duello di premonizioni. Chi ce l'ha più potente? (...) Appesantito da un grande attore decano che non ci crede, poggiato su punti di vista a dir poco prevedibili, nonostante qualche involontaria e liberatoria ironia (il versetto biblico che è solo un orario), è un thriller stanco del corto circuito cinema serie-tv (dal 'Premonition' con Goldblum alla filiera di 'Medium'). Era nato come seguito di 'Seven'." (Silvio Danese, 'Nazione - Carlino - Giorno', 13 novembre 2015) "(...) un thriller all'insegna del paranormale, la curi vicenda evoca delicati temi di attualità, dei quali egli lascia cadere parte delle potenzialità drammatiche. Nonne coglie l'intima complessità e non avvia quindi un esauriente discorso articolato, centrato sul confronto/dibattito fra diverse convinzioni e/o certezze al riguardo dei valori umani e delle istanze etico-morali. (...) Pagine di situazioni intricate si accompagnano a immagini di percezioni paranormali, concertate nella raffigurazione di una trama, che, tra azione e suspense, si snoda verso un finale purtroppo prevedibile e, nella sua concitazione, piuttosto ingarbugliato, dove i numerosi tasselli-chiave (spunti e notazioni) si sistemano in un facile rapido didascalismo. Invasivi gli effetti speciali." (Achille Frezzato, 'L'Eco di Bergamo', 14 novembre 2015)

Trova Cinema

Box office
dal 14 al 17 novembre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la città perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica