Robin e Marian1976

SCHEDA FILM

Robin e Marian

Anno: 1976 Durata: 106 Origine: USA Colore: C

Genere:AVVENTURA, DRAMMATICO, ROMANTICO

Regia:-

Specifiche tecniche:35 MM, TECHNICOLOR

Tratto da:-

Produzione:COLUMBIA PICTURES CORPORATION, RASTAR PICTURES

Distribuzione:COLUMBIA CEIAD - COLUMBIA TRISTAR HOME VIDEO

TRAMA

Morto Riccardo Cuor di Leone al ritorno da una Crociata, Robin Hood riapproda, col fedele amico Little John, nella foresta di Sherwood, vicino a Nottingham, dove ritrova due dei suoi vecchi compagni d'arme e l'amata Marian che, dopo la sua partenza per la Terra Santa, si era fatta monaca. Ritrova anche il suo nemico di sempre, lo sceriffo di Nottingham, che agisce ora agli ordini del sanguinario re Giovanni, succeduto a Riccardo. Mentre Marian, lasciato il saio, torna con lui, Robin viene raggiunto, nella foresta da contadini e popolani ansiosi di ribellarsi al re. Fallito un tentativo di intrappolare Robin, inducendolo a recarsi a Nottingham per liberare alcune monache prigioniere dello sceriffo, costui si attesta in forze di fronte alla foresta di Sherwood. La sfida, però, si risolve in un duello tra Robin e lo sceriffo che ha la peggio e muore. Benché ferito, Robin si esalta, sogna nuovi e decisivi scontri: per non dover mai più rischiare di perderlo, allora, Marian lo avvelena, e si avvelena anche lei.

CRITICA

"Il leggendario personaggio del ribelle di Sherwood, nemico dei potenti e vendicatore dei poveri, esce in questo film dagli stereotipi in cui l'ha costretto la lunga tradizione cinematografica, che ha il suo capostipite nel Robin Hood di Douglas Fairbanks. Senza che il suo mito venga per nulla intaccato - egli è ancora l'eroe che accende la fantasia popolare per la sua indomabile sete di giustizia - il Robin cui, col sostegno di una intelligente sceneggiatura, ha dato vita Richard Lester, è soprattutto un uomo vero, colto in età avanzata, nel quale l'innato spirito d'avventura deve fare i conti con i primi acciacchi, col bisogno di quiete e di affetto e, soprattutto col disinganno: egli ha visto troppi inutili massacri, ha ucciso egli stesso troppa gente, quel Riccardo che ha seguito per vent'anni in una inutile Crociata non era migliore dei pagani che uccideva a miagliaia nel nome di Cristo. Mirabile fusione di satira e di elegia, di classici motivi avventurosi e di malinconie esistenziali, il film di Lester è anche una delicata, struggente storia d'amore." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 81, 1976)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica