Riunione di condominio2002

SCHEDA FILM

Riunione di condominio

Anno: 2002 Durata: 90 Origine: FRANCIA Colore: C

Genere:COMMEDIA, DRAMMATICO

Regia:-

Specifiche tecniche:35 MM

Tratto da:-

Produzione:MAGOURIC PRODUCTIONS, M6 FILMS, DIAPHANA FILMS, COFIMAGE 12, SGTI, CANAL+, CASDEN BANQUE POPULAIRE

Distribuzione:MIKADO (2003)

TRAMA

Ogni anno a Parigi, gli inquilini dello stabile al numero 29 di rue des Oursins si riuniscono al café di Gérard per la 'riunione di condominio'. I soliti problemi di gestione del palazzo si sommano alle manie e alle problematiche degli inquilini-proprietari capeggiati dall'amministratore Jean-Louis, affetto da sindrome depressiva. Nonostante sia di solito teatro di scontri, la riunione rimane interdetta agli inquilini che desidererebbero partecipare perchè è riservata soltanto ai proprietari degli appartamenti.

CRITICA

"Ritratto metaforico di vita moderna che finisce con uno scoppio e tutto il cast, stupendamente affiatato e vario, comandato dalla dolce Irene Jacob, col naso all'insù". (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 19 luglio 2003) "Originariamente intitolata 'Mille millesimi - Fantasia immobiliare', una commedia francese collettiva abbastanza ben dialogata e affidata a un simpatico cast. La regia alterna il dibattito e le decisioni dell'assemblea con episodi cronologicamente posteriori, che ne illustrano le conseguenze. Alla fine si produce una piccola Apocalisse, a causa della tanto temuta fuga di gas. E saranno proprio gli esecrati barboni a dare una mano ai diffidenti condomini. Il film è divertente e amaro, comico e un po' disperante. Come gli squilli dei telefonini dei condomini che - nota di perfetto realismo - punteggiano da un capo all'altro la riunione." (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 23 agosto 2003) "Il problema principale nella vita dello stabile è la scelta tra egoismo e solidarietà. Come nella società, suggerisce esplicitamente il film. Ma il percorso rimane incerto tra allegoria sociale e bozzetti borghesi, e in entrambi i casi si rimane a un livello assai superficiale, lontani da quel gradevole modello di populismo condominiale piccolo borghese che era 'Imiei vicini sono simpatici' di Tavernier. Senza dire che la struttura del film, col suo susseguirsi di riunioni condominiali, non è certo travolgente. Semmai si rivede con piacere, con qualche anno e qualche chilo in più, la lrène Jacob musa di Kieslowski." (Emiliano Morreale, 'Film Tv', 2 settembre 2003)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica