Parla con lei2002

SCHEDA FILM

Parla con lei

Anno: 2002 Durata: 112 Origine: SPAGNA Colore: C

Genere:ROMANTICO

Regia:-

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:EL DESEO S.A., A3 TV, VIA DIGITAL

Distribuzione:WARNER BROS.

TRAMA

Benigno Ŕ un infermiere. Nella clinica "El Bosque" si prende cura di Alicia, una ballerina entrata in coma a causa di un incidente stradale. Nello stesso ospedale Ŕ ricoverata Lydia, una donna torero ferita da un toro, anche lei in coma e fidanzata di Marco, uno scrittore quarantenne. Benigno ricorda di aver incontrato Marco durante uno spettacolo di Pina Bausch. Un giorno lo ferma per parlare un po' e da quel momento nasce un'intensa amicizia. Nelle ore passate tra le mura della clinica, le vite dei quattro personaggi si intrecciano e gli avvenimenti del passato, del presente e del futuro conducono Benigno, Marco, Lydia e Alicia verso il loro insospettabile destino.

CRITICA

"Una ballerina in coma e una donna torero. Il potere della parola e il silenzio del corpo. Pina Bausch e Caetano Veloso. Il cinema muto e il cinema come racconto, immaginazione, consolazione. L'incomunicabilitÓ uomo/donna e l'amore come devozione, immaginazione, sfida. E' il nuovo film di Almod˛var, 'Parla con lei'. Azzardatissimo, emozionante, estremo. Come il gesto - da non raccontare - che farÓ di un crimine un miracolo. Con un cast sorprendente e - una tantum - prevalentemente maschile". (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 5 aprile 2002) "Almod˛var sa gestire il suo, di balletto, protetto dalla 'partecipazione straordinaria' dell'arte di Pina Bausch e soprattutto di un Caetano Veloso sublime come quasi sempre, da straordinario sceneggiatore e da astuto regista. Ma come nel film precedente, si ha l'impressione che ormai il racconto della varietÓ dei comportamenti umani abbia qualcosa di scontato: come se la realtÓ e la cronaca e la tolleranza nella societÓ dello spettacolo avessero abituato in questo campo tutti a tutto. Si vede volentieri questo bel film di Almod˛var, ma senza eccitarsi pi¨ di tanto. Come dev'essere accaduto a lui facendolo, d'altronde". (Goffredo Fofi, 'Panorama', 11 aprile 2002) "Arzigogolato, e solo a tratti toccante, melodramma sentimentale del sempre pi¨ ambizioso (e involuto) maestro spagnolo Pedro Almodovar, autore anche del soggetto e della sceneggiatura da Oscar, oltre che puntuale nemico, almeno sullo schermo, dei piagnucolosissimi uomini. Nei grovigli dei flashback e delle metafore qualcuno potrebbe perfino rimpiangere Antonioni." (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 20 maggio 2004)

Trova Cinema

Box office
dal 21 al 24 maggio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni pi¨ belli  1.196.456
    Gli anni pi¨ belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234
  10. 10. Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn)  121.947

Tutta la classifica