Natale col boss2015

SCHEDA FILM

Natale col boss

Anno: 2015 Durata: 96 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:Volfango de Biasi

Specifiche tecniche:DCP

Tratto da:-

Produzione:AURELIO DE LAURENTIIS & LUIGI DE LAURENTIIS PER FILMAURO

Distribuzione:FILMAURO

ATTORI

Greg nel ruolo di Alex
Lillo nel ruolo di Dino
Francesco Mandelli nel ruolo di Leo
Paolo Ruffini nel ruolo di Cosimo
Giulia Belvilacqua nel ruolo di Sara
Francesco di Leva nel ruolo di Fefè
Enrico Guarneri nel ruolo di Commissario Zaganetti
Francesco Pennasilico nel ruolo di Mario
Peppino Di Capri nel ruolo di Boss
 

MONTAGGIO

Vezzosi, Gianni
 

SCENOGRAFIA

Gobbi, Luca
 

COSTUMISTA

Romanoff, Tatiana

TRAMA

Alex e Dino sono due affermati chirurghi plastici abituati a cambiare i connotati dei loro pazienti con pochi e delicati colpi di bisturi. Leo e Cosimo invece sono due maldestri poliziotti sulle tracce di un pericoloso e potente boss di cui nessuno conosce il volto. Alex, Dino, Leo, Cosimo e il Boss inciamperanno l'uno nella vita dell'altro, in una commedia piena di equivoci, colpi di scena e grandi risate, in cui ognuno alla fine cercherà di salvare la 'faccia'.

CRITICA

"'Natale col boss' (ma di natalizio non c'è nulla, è solo un titolo che marca il territorio) appartiene a una leva più giovane: Lillo e Greg, Francesco Mandelli, più Paolo Ruffini. La comicità frulla il surrealismo demenziale di Mandelli (benché tenuto a freno, nella sua ascendenza astratta di scuola cabarettistico lombarda, rispetto ai 'Soliti Idiotiì) con il gusto parodistico di Lillo e Greg, speziati dalla parlata livornese di Ruffini. (...) Il gioco degli equivoci si complica e si protrae allo spasimo, fino a perdere per strada il filo. Ma si ridacchia." (Paolo D'Agostini, 'La Repubblica', 17 dicembre 2015) "(...) un film abbastanza costruito e desideroso di sorpassare il puro seguito di gag con un intreccio di sovrapposizioni paradossali e situazioni farsesche, affidato per di più a un cast composito in cui la presenza del duplice Peppino serve a sparigliare le uscite degli ottimi e surreali Lillo e Greg da quelle degli ex leader del trash Ruffini e Mandelli e di una sexy-spericolata Bevilacqua. Si parla, anche non a vanvera, di action comedy, però si deve aggiungere che non tutto regge fino in fondo e che la seconda parte proprio su questo ancora più difficile versante qualche scivolata se la prende: resta, ciò nonostante, sino in fondo quell'impressione di freschezza stralunata e surreali quiproquo (...) in cui tutti i protagonisti hanno modo di dimostrare a iosa la propria comica inaffidabilità." (Valerio Caprara, 'Il Mattino', 17 dicembre 2015) "Dimenticate il cinepanettone a episodi che fu, l'evoluzione Filmauro serve sugli schermi delle Feste un film tutto d'un pezzo, l'action comedy 'Natale col boss'. Diretto da Volfango De Biasi, è un po' derivativo, da 'Song'e Napule' ai poliziotteschi e ai crime seriali, e abbastanza farraginoso nella seconda parte, ma è commestibile: Lillo e Greg finalmente con libertà di essere Lillo e Greg, Mandelli e Ruffini a modino (da applausi la missione in costume a Scampia...), il neofita Peppino Di Capri che se la comanda. Non ci vuole molto, ma è il migliore degli italiani sotto l'albero." (Federico Pontiggia, 'Il Fatto Quotidiano', 17 dicembre 2015) "Ormai inarrestabili Lillo & Greg. Al secondo ex cinepanettone da protagonisti, alzano ancora di più il livello della commedia di Natale targata Filmauro scrivendo (con De Biasi, Bencivenni, Marioni e Martini) un'esilarante farsa degli equivoci (...). C'è il calembour, lo slapstick, persino l'action movie e anche un tocco di vera pericolosità grazie a caratteristi credibili come criminali (Di Leva e un grandioso Imparato). Ecco come modellare in chiave comica la 'criminalmania' italiana di questi anni. Di Capri com'è? Quasi meglio di Di Caprio." (Francesco Alò, 'Il Messaggero', 17 dicembre 2015) "Piacerà a coloro che nel 2014 hanno decretato un deciso successo al duo comico ('Natale stupefacente'). De Laurentiis che ora evidentemente li ama più di De Sica, ha predisposto loro un veicolo in grado verosimilmente di bissare il successo del 2014." (Giorgio Carbone, 'Libero', 17 dicembre 2015) "Quante risate. Lillo e Greg funzionano alla grande (...). E Peppino merita un encomio: davvero spiritoso nel doppio ruolo di se stesso e del boss. Un plauso anche all'altro duo (...) e all'intera compagnia." (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 17 dicembre 2015) "Gli ingredienti della farsa ci sono e questa volta non si fatica a godere di qualche risata fuori abbonamento natalizio. (...) quantomeno la sceneggiatura tenta di girare a orologeria. A volte rocambolesco come una fetta di panettone affogata dalla crema, mantiene però quel che promette: un passatempo obbligato dalla tradizione del De Laurentiis Christmas Carol. Il cameo di Peppino di Capri, apparizione pop nel kitsch camorristico d'occasione, suona simpatico." ('Nazione - Carlino - Giorno', 18 dicembre 2015)

Trova Cinema

Box office
dal 12 al 15 settembre

Incasso in euro

  1. 1. Spider-Man: Far From Home  1.485.131
    Spider-Man: Far From Home

    Peter Parker decide di partire per una vacanza in Europa con i suoi migliori amici Ned, MJ e con il resto del gruppo. I propositi di Peter di non indossare i panni del supereroe per alcune settimane vengono meno quando deci...

  2. 2. Serenity - L'isola dell'inganno  388.748
  3. 3. Edison - L'uomo che illuminò il mondo  384.234
  4. 4. Toy Story 4  258.275
  5. 5. Annabelle 3  231.470
  6. 6. Birba - Micio combinaguai  86.541
  7. 7. Domino  65.754
  8. 8. Aladdin  46.374
  9. 9. Pets 2 - Vita Da Animali  41.309
  10. 10. Nureyev. The White Crow  33.441

Tutta la classifica