L'assassino1961

SCHEDA FILM

L'assassino

Anno: 1961 Durata: 105 Origine: FRANCIA Colore: B/N

Genere:DRAMMATICO

Regia:Elio Petri

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:FRANCO CRISTALDI PER VIDES CINEMATOGRAFICA, TITANUS, S.G.C. (PARIGI)

Distribuzione:TITANUS - MONDADORI VIDEO

ATTORI

Marcello Mastroianni nel ruolo di Alfredo Martelli
Micheline Presle nel ruolo di Adalgisa De Matteis
Cristina Gajoni nel ruolo di Nicoletta Nogara
Salvo Randone nel ruolo di Commissario Palumbo
Andrea Checchi nel ruolo di Morello
Giovanna Gagliardo nel ruolo di Rosetta, la cameriera
Carlo Egidi nel ruolo di Amico di Alfredo
Paolo Panelli nel ruolo di Paolo
Toni Ucci nel ruolo di Toni
Marco Mariani nel ruolo di Commissario Margiotta
Franco Ressel nel ruolo di Dott. Francesconi
Franco Freda nel ruolo di Il barbone
Mac Ronay nel ruolo di Il suicida
Max Cartier nel ruolo di Bruno
Francesco Grandjacquet nel ruolo di Vecchio signore
Corrado Zingaro
Giuliano Montaldo
Lina Ferri
Loris Bazzocchi
Lucia Raggi
Silvio Bastianelli
Ubaldo Mecacci
 

MUSICHE

Piccioni, Piero
 
 

COSTUMISTA

Urbinati, Graziella

TRAMA

Un giovane antiquario dal torbido passato, Alfredo Martelli, viene fermato dalla polizia e condotto negli uffici della Squadra Mobile. Mentre, inquieto, attende di conoscere la ragione del suo fermo, ritornano nella sua memoria episodi e fatti di dubbia onestà dei quali non si fece scrupolo d'essere partecipe o protagonista, per conquistare in breve tempo una solida posizione economica. Ma i sospetti che gravano su di lui sono ben più gravi. Una sua ex amante, Adalgisa De Matteis, è stata uccisa e poiché, proprio la sera prima, Alfredo si è incontrato con la donna per chiederle la dilazione nel pagamento di un suo debito, l'uomo si trova nella lista dei sospetti. Durante l'interrogatorio di altri testimoni, la polizia riesce a far luce completa sul caso e a scoprire il vero colpevole. Alfredo torna dunque libero. L'angoscia di quei lunghi, drammatici momenti, sembra abbia provocato in lui una salutare reazione, ma presto il rimorso ed il pentimento si dileguano. Il giovane antiquario tornerà quindi ad immergersi, consapevole e forse dolente, ma fatalmente rassegnato, nelle cattive abitudini di prima, come se nulla, in realtà, fosse accaduto.

CRITICA

"Con un linguaggio scorrevole ed efficace, solo a tratti appesantito da qualche lentezza, il film sa costruire con sicuro intuito psicologico un personaggio ed un'atmosfera, coadiuvato in ciò da un'apprezzabile interpretazione". ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 49, 1961)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica