Il sapr?fita1973

SCHEDA FILM

Il sapròfita

Anno: 1973 Durata: 100 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:Sergio Nasca

Specifiche tecniche:PANORAMICA EASTMANCOLOR

Tratto da:-

Produzione:ROEL BOSS PER BELIAL FILM, LIFEGUARD PRODUCTION IN COPRODUZIONE CON NICHOLAS J. DE WIT

Distribuzione:REGIONALE - AVO FILM - DVD: NOCTURNO

ATTORI

Valeria Moriconi nel ruolo di Baronessa Clotilde Bezzi
Al Cliver nel ruolo di Ercole, l'ex-seminarista
Pier Luigi Conti nel ruolo di Ercole, l'ex-seminarista Al Cliver
Janet Agren nel ruolo di Teresa
Giancarlo Marinangeli nel ruolo di Parsifal, figlio di Clotilde
Cinzia Bruno nel ruolo di Brunilde, sorella di Parsifal
Leopoldo Trieste nel ruolo di Don Vito
Pia Morra nel ruolo di Addolorata, la servetta
Giancarlo Badessi nel ruolo di Il superiore del convento
Carlo Monni nel ruolo di Il generale Augusto Bezzi
Nerina Montagnani nel ruolo di La serva del 'santone'
Valentino Macchi nel ruolo di Un fascista al funerale
Rina Franchetti nel ruolo di Una bigotta in chiesa
Clara Colosimo nel ruolo di Signora alla veglia funebre
 

SOGGETTO

Nasca, Sergio
 

SCENEGGIATORE

Nasca, Sergio
 
 

SCENOGRAFIA

Luppi, Giorgio
 

COSTUMISTA

Giorsi, Mario

TRAMA

Appena prima di essere consacrato sacerdote, Ercole lascia il seminario poiché in seguito a un trauma ha perso la capacità di parlare. Grazie a una raccomandazione del suo confessore, viene assunto dalla baronessa Bezzi come autista e infermiere personale del suo giovane figlio Parsifal, costretto sulla sedia a rotelle. Ben presto Ercole diventa l'amante della baronessa e la convince a mandarlo insieme a Parsifal a Lourdes, poiché ha saputo che a Tolosa c'è uno specialista che potrebbe guarirlo e fargli tornare la parola. In treno, però, i due conoscono una ragazza che si trova in viaggio con la nonna, e mentre il giovane barone ne se innamora, l'ex seminarista la seduce. Per Parsifal è un duro colpo e il ragazzo cercherà di reagire. Sarà proprio in quel momento, mentre compie l'atto più atroce della sua vita, che Ercole ritroverà la parola...

CRITICA

"Sulla scia di Bellocchio ('I pugni in tasca') e di Samperi ('Grazie zia'), il regista ne rispolvera, con qualche anno di ritardo, gli atteggiamenti rancorosi e gli stimoli dissacratori. (...) Sotto sotto, nella vivacità polemica e persino nell'indulgenza alla volgarità, Nasca si rivela un moralista." (Domenico Meccoli, 'Epoca', 14 dicembre 1974)

Trova Cinema

Box office
dal 2 al 5 aprile

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica