SCHEDA FILM

IL CLUB DEI SUICIDI

Anno: 1987 Durata: 86 Origine: USA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:-

Specifiche tecniche:NORMALE A COLORI

Tratto da:TRATTO DAL ROMANZO DI ROBERT STEVENSON

Produzione:JANES BRUCE

Distribuzione:INTERNATIONAL FILM COMPANY (1989) - MAGNUM 3B, AVO FILM

TRAMA

Sasha, una ricca ereditiera, ha subito un grave choc a causa del suicidio del fratello, che si è ucciso davanti a lei. La ragazza, uscita dalla clinica in cui è stata curata, continua a comportarsi in modo stravagante: viene perciò avvertita dall'avvocato suo tutore che continuerà a ricevere la solita somma di denaro solo se dimostrerà di comportarsi saggiamente. Ma Sasha, che ha sofferto fin da bambina per la mancanza dei genitori, ed era legatissima al fratello, non riesce a ritrovare il suo equilibrio. Inutilmente il suo giovane amante Michael cerca di distrarla. Successivamente Sasha incontra un affascinante giovanotto di colore, Cam, che la invita ad un misterioso party, abbandonando Michael adirato. La festa si svolge nella lussuosa ed isolata villa di Nancy, la misteriosa sorellastra bianca di Cam, legata a lui da violenti rapporti di odio e amore. Fra molti invitati mascherati, la festa si svolge in una lugubre atmosfera, e ha il suo culmine in una partita a carte, in cui i partecipanti giocano la vita: il vincitore è colui che riceve l'asso di picche, e vince in realtà la "fortuna" di essere ucciso da un altro giocatore. Poichè Nancy è gelosa di Sasha e lei è in pericolo, Cam la fa fuggire. Tornata da Michael, Sasha riceve un nuovo invito alla villa misteriosa e lo accetta, perchè, anche se è inorridita per ciò che ha visto, è però morbosamente attirata dall'atmosfera di morte che regna nella villa. Giunti al gioco delle carte, Sasha riceve l'asso di picche, e, davanti alla certezza di morire, sente rinascere in sé l'attaccamento alla vita, perciò fugge, inseguita dai guardiani. Intanto Michael, venuto per salvarla, la cerca, e Cam elimina alcuni degli assassini inseguitori. Mentre Nancy si uccide col veleno, Sasha, correndo fra sale e giardini, si scontra con Michael, e lo colpisce involontariamente a morte con un coltello, che ha in mano per difendersi. Dopo questa tragedia, Sasha è ridotta come un automa, e vive su di una sedia a rotelle, accudita come una bambina.

CRITICA

Il film ha due buone sequenze fra loro analoghe, quella iniziale e quella finale, che ci presentano efficacemente la situazione della protagonista. Peccato che il resto dell'opera non si regga altrettanto abilmente: luci misteriose e costumi barocchi vorrebbero dargli un tono magico, ma non ci riescono, e l'insieme è molto freddo. (Segnalazioni cinematografiche) Lontanamente ispirato a un racconto di Stevenson, il film è un'esercitazione accademica cui manca l'ingrediente essenziale: quel tanto di bizzarro che avrebbe potuto trasformarlo in un gioiello dell'umorismo nero. Ma non bisogna chiedere troppo a chi non ha quasi niente. (Francesco Mininni, Magazine italiano tv) Liberamente ispirato a un racconto di R.L. Stevenson, è un thriller psicologico velleitario e irrisolto nella sua atmosfera funeraria. All'attivo del regista esordiente soltanto l'inizio e la conclusione. (Laura e Morando Morandini, Telesette)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica