I Fantastici 42005

SCHEDA FILM

I Fantastici 4

Anno: 2005 Durata: 106 Origine: GERMANIA Colore: C

Genere:AVVENTURA, AZIONE, FANTASY

Regia:Tim Story

Specifiche tecniche:PANAVISION - DELUXE

Tratto da:fumetti "Marvel" di Stan Lee e Jack Kirby

Produzione:20TH CENTURY FOX, 1492 PICTURES, CONSTANTIN FILM PRODUKTION, MARVEL ENTERPRISES, UNIVERSAL PICTURES

Distribuzione:20TH CENTURY FOX ITALIA

ATTORI

Ioan Gruffudd nel ruolo di Reed Richards/Mr. Fantastic
Jessica Alba nel ruolo di Sue Storm/La donna invisibile
Chris Evans nel ruolo di Johnny Storm/La torcia umana
Michael Chiklis nel ruolo di Ben Grimm/La cosa
Julian McMahon nel ruolo di Victor Von Doom/Dottor Destino
Hamish Linklater nel ruolo di Leonard
Kerry Washington nel ruolo di Alicia Masters
Laurie Holden nel ruolo di Debbie Mcilvane
David Parker nel ruolo di Ernie
Kevin McNulty nel ruolo di Jimmy O'Hoolihan
Maria Menounos nel ruolo di Infermiera sexy
Michael Kopsa nel ruolo di Ned Cecil
Andrew Airlie nel ruolo di Dottore
Stan Lee nel ruolo di Willie Lumpkin
Andrew Hunsaker nel ruolo di Reporter Yahoo Entertainment
Aonika Laurent nel ruolo di Ragazza
Barbara Christabella nel ruolo di Ragazza al parco
Benedict Mulroney nel ruolo di Reporter Etalk Daily Ctv
Bethann Schebece nel ruolo di Pedone all'edicola
Bobby Bysouth nel ruolo di Giornalista
Bonnie Laufer-Krebs nel ruolo di Reporter Tribute Tv
Brenda Crichlow nel ruolo di Giornalista
Bret Martin nel ruolo di Reporter Fox-5/Waga
Brian Deegan nel ruolo di X Games Riders
Cb Hackworth nel ruolo di Reporter
Colin Lawrence nel ruolo di Poliziotto sul ponte
Daniel Bacon nel ruolo di Giornalista sul ponte
Danielle Dunn-Morris nel ruolo di Anziana con automobile
Dave Holmes nel ruolo di Reporter Fx
David Moss nel ruolo di Reporter
David Richmond-Peck nel ruolo di Cliente galleria
Dee Jay Jackson nel ruolo di Capo dei vigili del fuoco
Devon Soltendieck nel ruolo di Reporter Muchmusic
Donavon Stinson nel ruolo di Annunciatore agli x games
Doug Abrahams nel ruolo di Camionista
Douglas Weston nel ruolo di Dottore di Victor
Ed Hodson nel ruolo di Operaio
Ellen Ewusie nel ruolo di Donna in ascensore
G. Michael Gray nel ruolo di Fidanzato al nightclub
Georgia Dewson nel ruolo di Donna in ascensore
Gina Holden nel ruolo di Receptionist
Hector A. Leguillow nel ruolo di Giornalaio
Heidi Eng nel ruolo di Reporter King-Tv
Jaimie McVittie nel ruolo di Bambina sul ponte
Jamie Little nel ruolo di Giornalista agli x games
Jason Diablo nel ruolo di Poliziotto sul ponte
Jason Kaufman nel ruolo di Poliziotto
Jason Schombing nel ruolo di Uomo d'affari
Jenni Squair nel ruolo di Donna in ascensore
Jennifer Lothrop nel ruolo di Reporter Fx
Jim Ferguson nel ruolo di Reporter Kgun-9-Tv
John Speredakos nel ruolo di Operaio
Jon Brady nel ruolo di Reporter Fox Network News
Juanita Mirehouse nel ruolo di Modella
Kathleen Mullan nel ruolo di Donna in ascensore
Kenny Bartram nel ruolo di Se Stesso/Cowboy Kenny
Lee Thomas nel ruolo di Reporter Fox-2 Detroit
Lia Salmond nel ruolo di Donna in ascensore
Liam Mayclem nel ruolo di Reporter Kron-Tv
Lisa Fuller Magee nel ruolo di Reporter Ktvk-Tv
Lorena Gale nel ruolo di Anziana con automobile
Lou Torres nel ruolo di Tassista
Maria Salas nel ruolo di Reporter Nbc Miami
Marian Etoile Watson nel ruolo di Reporter Upn-9
Mark S. Allen nel ruolo di Reporter Kmax-Tv
Marlaina Mah nel ruolo di Modella
Maurice Tyson nel ruolo di Senzatetto
Michelle Kulas nel ruolo di Donna in ascensore
Mike Waco nel ruolo di Reporter Fox Network News
Morgan Reynolds nel ruolo di Rossa sulla Corvette
Nicole Munoz nel ruolo di Bambina
Pascale Hutton nel ruolo di Fidanzata al nightclub
Patrick Stoner nel ruolo di Reporter Whyy-Tv
Paul Belsito nel ruolo di Poliziotto sul ponte
Peggy Gormley nel ruolo di Senzatetto
Penelope Corrin nel ruolo di Ragazza
Peter Bryant nel ruolo di Uomo d'affari spiritoso
Preston Thomas Peet nel ruolo di Ragazzo
Richard Ho nel ruolo di Reporter Wizard
Ron Chartier nel ruolo di Cliente albergo
Ronnie Renner nel ruolo di Se stesso
Sam Hallenbeck nel ruolo di Reporter Nbc Tampa
Sam Rubin nel ruolo di Reporter Ktla
Sanja Banic nel ruolo di Ragazza al parco
Sara Edwards nel ruolo di Reporter The Comcast Network
Scott Patrick nel ruolo di Reporter Kusa-Tv
Shaheem Reid nel ruolo di Reporter Mtv News
Sienna Rose nel ruolo di Fan di Storm
Stefanie Singer nel ruolo di Modella
Steven Fulani Hart nel ruolo di Pedone all'edicola
Taryn Winter Brill nel ruolo di Reporter Aol.Com
Taylor Johnson nel ruolo di Reporter Msn.Com
Terry David Mulligan nel ruolo di Reporter City Tv
Tony Alcantar nel ruolo di Giornalista
Tony Toscano nel ruolo di Reporter Talking Pictures/Kjzz-Tv
Tre Verhoeven nel ruolo di Modella
W. Lauren Sanchez nel ruolo di Reporter Kcop/Kttv
Ylenia Aurucci nel ruolo di Donna in ascensore
 
 
 

MUSICHE

Ottman, John
 

MONTAGGIO

Hoy, William
 

SCENOGRAFIA

Boes, Bill

TRAMA

Lo scienziato Reed Richards intraprende un viaggio sperimentale nello spazio a bordo di un razzo insieme ad altri tre compagni: la sua ex fidanzata Sue Storm, il fratello di lei Johnny e il pilota Benjamin Grimm. Durante la navigazione, però, i futuri fantastici quattro vengono investiti in pieno dai raggi cosmici che operano in loro delle straordinarie trasformazioni: le cellule del corpo di Reed (Mr. Fantastic) diventano di una sostanza simile alla gomma, resistentissima, che gli permette di assumere qualsiasi forma. Benjamin Grimm (la Cosa) si trasforma in un essere mostruoso composto da tante pietre e dotato di una forza pari a quella di mille uomini. Il corpo di Johnny Storm (la Torcia Umana) diventa incandescente e inizia a prendere fuoco. Da questo momento, essendo più leggero dell'aria ha la facoltà di volare e può anche lanciare raggi infuocati e palle di fuoco. Susan (la Donna Invisibile) invece, inizia a scomparire e a ricomparire a seconda della sua volontà e assimila anche il potere di creare un campo di difesa indistruttibile, utile a difendere il quartetto in caso di estremo pericolo. Contro di loro si scatena l'ira del Dott. Destino, un ex compagno di studi di Reed Richards che in seguito ad un esperimento sbagliato - cercava di usare una macchina inventata da Reed per poter comunicare con l'oltretomba - è rimasto sfigurato in viso ed è costretto a indossare perennemente una maschera di ferro. Poiché ritiene Reed Richards responsabile dell'origine dei suoi mali, inizia una battaglia personale contro i fantastici quattro e contro il mondo intero...

CRITICA

"Che cos'hanno dunque 'I Fantastici Quattro' in più dei vari 'Batman' e 'Superman'? Elementare: il divertimento, la leggerezza, l'energia che avevano sulla pagina e che i loro cugini superimpegnati occultano a colpi di fumosi problemi esistenziali. Forse per farsi perdonare l'impennata dei budget che in pochi anni ha messo nelle mani di questi eroi di serie C mezzi da serie A e oltre. Con relativi sensi di colpa e geremiadi ben visibili sotto gli effetti kolossal: che stress essere un supereroe! Che fatica la doppia identità! E che responsabilità, signora mia, tutti quei superpoteri in tempi come questi... (...) Il resto procede allegramente in chiave di autoparodia, con liti e bisticci fra i Quattro sul modo migliore di prendere la faccenda. Cavalcare l'onda? Servire il popolo? Tornare a tutti i costi normali. Purtroppo non c'è supereroe senza supercattivo, qui poi anche il villain è mutante, sicché il tedioso epilogo tutto botti & sfracelli è dominato dallo scontro con l'odioso industriale che li ha spediti nel cosmo e che sta lentamente diventando di metallo. Ma intanto ci siamo goduti un film senza pretese e con personaggi inconsistenti ma simpatici come se ne vedevano nelle serie tv anni '70. Dopo schiere di eroi ipercinetici ma tormentati asessuati, criptogay, supernevrotici non è neanche poco." (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 16 settembre 2005) "'I fantastici quattro' si occupano, piuttosto, di beghe personali e maneggi d'amore, in un prodotto molto più calibrato sul pubblico dei teen-ager e diretto da un esperto videoclipparo. (...) Il problema è che il film impiega la maggior parte del temo a esporre tutte le premesse, soffermandosi sulla scoperta dei vari superpoteri acquisiti per caso come se si trattasse del 'pilot' di una potenziale serie. Il che lascia poco spazio allo sviluppo dell'azione, che si avvale di una regia abbastanza spettacolare e di buoni effetti visivi ma resta confinata in un pugno di sequenze." (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 17 settembre 2005) "Per la stagione cinematografica appena cominciata si annuncia una nuova ondata di film tratti dai fumetti all'insegna di supereroi creati dalla Marvel e dalla DC Comics, pronti a darsi battaglia. Dopo il successo di 'Batman Begins' targato DC, la casa editrice del grande Stan Lee risponde subito con 'I Fantastici 4', che non può competere sia dal punto di vista qualitativo che commerciale con 'Spider-Man' e 'X-Men', ma serve a riscaldare i motori in vista della serrata contesa cinefumettistica. Tratto da una delle più celebri strisce di Lee e Jack Kirby, che nel 1961 esemplificarono la formula supereroi-con-superproblemi che avrebbe poi portato alla creazione di personaggi come l'Uomo Ragno e Hulk, il film imbocca la strada più facile della fantascienza disperdendo l'iconografia fumettistica, come succede spesso per molte analoghe operazioni medie. (...) Per questa avventura spaziale/terrena Story mescola con mestiere humour, azione e romanticismo, gestisce scolasticamente il motivo dell'ossessione americana per la celebrità (in una New York futurista affamata di eroi i quattro diventano personaggi popolari amati dalla gente e perseguitati dai media) e riesce solo in minima parte a reinventare il linguaggio dei fumetti originali quando lavora sulle trasfigurazioni corporee e sui dialoghi ironici dei protagonisti. Jessica Alba nel ruolo della Donna invisibile esibisce le sue curve mozzafiato, ma la ballerina da saloon di 'Sin City' è un'altra cosa: perché Rodriguez è riuscito a trasformare il sex symbol in icona da fumetto." (Alberto Castellano, 'Il Mattino', 17 settembre 2005)

Trova Cinema

Box office
dal 10 al 13 ottobre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la città perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica