SCHEDA FILM

'F.F.S.S.', cioè:... che mi hai portato a fare sopra a Posillipo se non mi vuoi più bene?

Anno: 1983 Durata: 98 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:-

Specifiche tecniche:PANORAMICO, TECHNOVISION, TELECOLOR

Tratto da:-

Produzione:MARIO ORFINI, EMILIO BOLLES PER EIDOSCOPE

Distribuzione:GAUMONT

TRAMA

La vicenda ha inizio a Roma dove Renzo Arbore e Luciano De Crescenzo, impersonando se stessi, stanno girando senza meta alla ricerca di un'idea per il loro nuovo soggetto da portare sugli schermi. Ad un certo punto, i due si trovano sotto le finestre di Fellini ed ecco volare ai loro piedi, portati da un vento provvidenziale - ma è forse una grazia di San Gennaro? - i fogli di una sceneggiatura del regista, la "Federico Fellini sud Story" da cui la sigla F.F.S.S. che intitola il film. Adesso Arbore, regista del film nel film, può dare il primo giro di manovella di questa "sud story" in cui si narrano le avventure di un'irsuta ragazzotta napoletana, di professione guardiana di gabinetti, ma con velleità di cantante nel cuore. Arbore si cala nei panni di un suo bècero ma volenteroso manager e l'accompagna sù e giù per la Penisola, inseguendo con lei il sogno del successo. Durante il viaggio, la sprovveduta coppia incontra un'Italia dagli stucchevoli luoghi comuni : Napoli è vista come una casbah popolata da arabi: Milano è impraticabile per la coltre di nebbia che l'avvolge e Roma è riassunta in un'osteria dove la gente dello spettacolo s'ingozza in modo ributtante. Finalmente il manager e la sua protetta approdano a San Remo dove, al canto di "Nuie simmo d'o sud", con balli e cori e tra la generale esultanza, il meridione, da loro rappresentato, troverà la sua apoteosi.

CRITICA

"Una commedia grottesca di scarso valore, diretta ed interpretata da Renzo Arbore con la partecipazione demenziale di Roberto Benigni. Troppo volgare." (Teletutto) "F.F.S.S." scritto da Arbore e De Crescenzo secondo la moda dei film nel film, è la quintessenza del cinema autarchico, d'uno humour assolutamente incomprensibile, per almeno tre quarti, a chi non abbia confidenza con gli spettacoli leggeri della radio e della Tv e i personaggini del villaggio Italia." (G.Grazzini - Cinema '83) " Potrà non piacere (e a molti non è piaciuto, Rondi e Arpino primi fra tutti). Ma sprizza vitalità e gioia di far cinema dalla prima all'ultima inquadratura." (Segnocinema).

Trova Cinema

Box office
dal 11 al 14 luglio

Incasso in euro

  1. 1. Arrivederci professore  515.484
    Arrivederci professore

    Quando Richard, professore universitario di mezz'età, scopre di avere un cancro allo stadio terminale, decide di rivoluzionare la sua vita e godersi a pieno il tempo che gli rimane. La sua complicata relazione sentimentale ...

  2. 2. Pets 2 - Vita Da Animali  478.576
  3. 3. Aladdin  370.377
  4. 4. La Bambola Assassina  302.746
  5. 5. X-Men: Dark Phoenix  283.069
  6. 6. Il traditore  145.432
  7. 7. I morti non muoiono  137.394
  8. 8. Rapina a Stoccolma  95.631
  9. 9. Godzilla 2  91.006
  10. 10. Il grande salto  54.683

Tutta la classifica