SCHEDA FILM

Crocevia della morte

Anno: 1990 Durata: 109 Origine: USA Colore: C

Genere:NOIR

Regia:-

Specifiche tecniche:NORMALE

Tratto da:-

Produzione:ETHAN COEN

Distribuzione:FOX (1991) - 20TH CENTURY FOX HOME ENTERTAINMENT

TRAMA

Nel 1929, Johnny Caspar, boss napoletano d'una gang di italiani, che contende a Leo, boss degli irlandesi, il primato di una città americana, offre al rivale pace ed amicizia, se smetterà di proteggere il bookmaker ebreo Bernie Bernbaum, che egli vuole morto. Ma Leo rifiuta perchè ama Verna, affezionatissima sorella di Bernie, e inutilmente Tom Reagan, braccio destro del boss, gli consiglia di non inimicarsi Caspar, di lasciare Bernie e di non fidarsi della ragazza, che sta con lui solo per proteggere il fratello. Tom, pur essendo affezionato a Leo, ha una segreta e tormentata relazione amorosa con Verna. In seguito Caspar gli offre i soldi per pagare una grossa perdita alle corse (che lo mette in serio pericolo), purchè gli consegni Bernie, e, poichè Reagan rifiuta, lo fa picchiare dai suoi. Dopo attacchi e sparatorie fra le bande rivali, mentre la polizia protegge ora l'una ora l'altra, Leo comunica a Tom che intende sposare Verna, e questi gli confessa allora la sua relazione con lei, per cui viene picchiato e scacciato dal boss che lascia la ragazza. Questa propone allora al giovane di fuggire con lei e con suo fratello ma egli rifiuta. Ora è Caspar a dominare la città, e il sindaco ed il capo della polizia stanno al suoi ordini; egli assume Tom, e, fattosi rivelare da lui il rifugio del bookmaker (non più protetto da Leo), lo fa prendere prigioniero dai suoi e manda Tom ad ucciderlo in un bosco. Ma Bernie riesce ad impietosire Reagan, che finge di averlo ammazzato, e lo fa fuggire, raccomandandogli di sparire. Adesso Caspar si fida di lui, che però viene visitato segretamente dal presunto morto, il quale, per punirlo di aver visto tutta la sua viltà pretende, inutilmente, che uccida Johnny. In seguito Reagan è costretto da Dan, braccio destro di Caspar, a recarsi nel bosco per mostrare il cadavere di Bernie, e casualmente ....

CRITICA

"I fratelli americani Coen secondo 'Le Monde' fanno al film di gangster quanto 'Il buono, il brutto e il cattivo', fece al western, ossia un'alterazione del genere mitizzante e insieme demistificante, estetizzante e crudele, dilatata e grottesca. (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa', 23/3/91). "Domina, con il ritmo esplosivo, l'iperrealismo dell'eccesso." (Mirella Poggialini, 'Avvenire', 10/2/91). "La storia non potrebbe affidarsi a temi più noti, svolti sempre, però, con una validità che li rinverdisce e quasi li attualizza, andando a fondo su tutto, ambienti, caratteri. Ad ogni angolo una citazione, ad ogni svolta il ricordo di questa o quella situazione tipica da anni del genere gangster, sempre però risolta, pur nella ripetizione voluta e anzi ostentata, con una vivida novità di linguaggio. (Gian Luigi Rondi, 'Il Tempo', 27/6/91). "La casualità ingovernabile della violenza che gli autori volevano raccontare nel loro Dirty town movie, rimane capriccio da teppisti qua e là percorso da simpatia e umorismo." (Paolo D'Agostino, 'La Repubblica', 15/7/91). "Film ribollente, tumultuoso, barocco, immerso in quel romanticismo nero alla 'gangster story'". (Enzo Natta, 'La Rivista del Cinematografo', n°11/91).

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica