SCHEDA FILM

COMRADES - UOMINI LIBERI

Anno: 1987 Durata: 188 Origine: GRAN BRETAGNA Colore: C

Genere:DRAMMATICO, SOCIALE

Regia:-

Specifiche tecniche:PANORAMICA A COLORI

Tratto da:-

Produzione:SKREBA PRODUCTION

Distribuzione:B.I.M. DISTRIBUZIONE (1988) - DOMOVIDEO

TRAMA

Nel 1830 in un paese dell'lnghilterra, poiché i braccianti agricoli vengono pagati così poco da non poter sfamare le proprie famiglie, sei di loro, capeggiati da George Loveless, si riuniscono in un'associazione segreta, sperando di poter far valere così i loro diritti, senza compiere atti di violenza, senza minacciare alcuno, senza violare la legge. Il proprietario più importante del paese, fingendo di accogliere le loro richieste, promette di concedere a tutti un aumento sulle tariffe, ma poi, al momento di consegnare le paghe, riduce ancora il loro misero compenso. In una richiesta in tribunale, in cui i braccianti cercano di ottenere che il loro datore di lavoro mantenga le sue promesse, essi vengono completamente sconfitti, grazie alla falsa testimonianza di un sacerdote, che, per non inimicarsi il potente padrone, giura il falso. Da quel momento per i sei uomini coraggiosi comincia una vera persecuzione: essi vengono arrestati come sovversivi, incatenati e mandati ai lavori forzati in Australia. Da Londra giungono subito misteriosi aiuti per le famiglie dei deportati, con la promessa che tale soccorso non cesserà, finché i mariti e padri saranno prigionieri. Intanto, questi in Australia sono trattati come pericolosi malfattori, vengono assegnati a lavori massacranti, nutriti con cibo insufficiente, puniti crudelmente per la minima mancanza. George si ammala gravemente, e il resto del gruppo cade in mano ad un sorvegliante aguzzino e vizioso, che sfoga su di loro il suo sadismo, fin quando viene ucciso e lasciato in pasto ai rapaci. Dopo alcune vicissitudini il più anziano del gruppo si mette ad istruire una tribù di aborigeni ancora selvaggi, mentre un altro, giovane ed attraente, vie- ne venduto come schiavo ad una ricca e bella vedova, che gli fa delle chiare offerte amorose, ma lui la respinge decisamente, perché ama sempre la moglie lontana. A seguito di tante sofferenze, arriva finalmente per i deportati la sospirata liberazione: la loro completa innocenza è stata riconosciuta ed essi possono tornare in patria: ora sono uomini liberi.

CRITICA

Questo affresco sociale del regista Bill Douglas ha il suo maggior merito nella bellezza delle immagini, spesso veramente suggestive. (Segnalazioni Cinematografiche)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica