Amore 142009

SCHEDA FILM

Amore 14

Anno: 2009 Durata: 95 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:COMMEDIA, ROMANTICO

Regia:Federico Moccia

Specifiche tecniche:-

Tratto da:romanzo omonimo di Federico Moccia (ed. Feltrinelli)

Produzione:MARCO BELARDI PER LOTUS PRODUCTION

Distribuzione:MEDUSA

ATTORI

Veronica Olivier nel ruolo di Carolina 'Caro'
Beatrice Flammini nel ruolo di Alis
Flavia Roberto nel ruolo di Clod
Raniero Monaco Di Lapio nel ruolo di Rusty James
Giuseppe Maggio nel ruolo di Massi
Pamela Villoresi nel ruolo di Mamma Silvia
Pietro De Silva nel ruolo di Papà Dario
Emiliana Franzone nel ruolo di Nonna Lucilla
Riccardo Garrone nel ruolo di Nonno Tommaso
Giulio Mezza nel ruolo di Gibbo
Daniele La Leggia nel ruolo di Filo
Leonardo Bugiantella nel ruolo di Cudini
Vittoria Antonini nel ruolo di Michela Celibassi
Andrea Maj Beretta nel ruolo di Lele
Giorgia Novelli nel ruolo di Ale, sorella di Caro
Alice Torriani nel ruolo di Debbie
Cristina Marino nel ruolo di Stefania Borzilli
Gabriele Mira-Rossi nel ruolo di Nico
Isabelle Adriani nel ruolo di Mamma di Alis
Paolo Calabresi nel ruolo di Umberto, l'editore
 

MUSICHE

Bondi, Fabrizio
 

MONTAGGIO

Moroni, Patrizio
 

SCENOGRAFIA

Marchitelli, Maurizio
 

COSTUMISTA

Materia, Grazia

TRAMA

La 14enne Carolina, detta Caro, impegnata a districarsi tra la scuola, gli amici e il rapporto, spesso conflittuale, con i suoi genitori, si trova improvvisamente alle prese con i turbamenti legati al primo amore che ha il nome e il volto di Massimiliano. Ad aiutarla nel suo cammino verso la scoperta delle gioie e dei dolori sentimentali ci saranno le sue amiche del cuore, Alis e Clod, suo fratello, Rusty James, e due nonni attenti e comprensivi.

CRITICA

"Moccia è troppo scaltro per aspettarsi il plauso universale. Per non sapere che altro non si può commentare se non che l'adolescenza in circolazione non è tutta così decerebrata come egli racconta. Esprimendo la filosofia dell'autore, a un certo punto Caro alla domanda 'semplice o complesso?' dichiara senza dubbi la sua preferenza: 'semplice'. Ma non tutti la pensano così, neanche tra i teenager. E, abbiate pietà, lasciate perdere i confronti con 'Il giovane Holden'." (Paolo D'Agostini, 'la Repubblica', 30 ottobre 2009) "In stile MTV: sogni, shopping, sentimenti e persino un lutto. Nessuna regia, perché Federico Moccia vuole solo stare addosso ai pischelli: prima col libro, poi col film, domani - si dice - componendo frasi per cioccolatini. Ogni tanto cita Petrarca, il grande Bukowski e l'immenso Lebowski, per ricordarci che lui la sa lunga. Anche se impasta una commedia microdotata: postBaglioni e neoVenditti. Gnam, gnam." (Alessio Guzzano, 'City', 30 ottobre 2009) "L'eclettico Federico Moccia (4 romanzi e 3 pellicole) è un Pinoteau ('Il tempo delle mele', citato con il montaggio serrato della prova vestiti) di oggi con un occhio da spot pubblicitario ma zero spocchia alla 'Come tu mi vuoi' o 'Iago'. Una simpatica quotidianità che ricorda le strisce di Charlie Brown. Curiosità: tra la erre moscia di Carolina (Veronica Olivier), un principio di zeppola di Massi e i1 timbro esageratamente languido del fratello scrittore, 'Amore 14' è buffissimo da ascoltare. Finale a sorpresa." (Francesco Alò, 'Il Messaggero', 30 ottobre 2009) "C'è ancora chi crede che basti rinunciare all'happy end per fare cinema d'autore. Moccia firma il solito film sui teenager, indietreggiando nell'età ma aumentando la molestia sociologica, per raccontare i bollori di una 14enne che passa dal coevo ricciolone al ragazzo pasoliniano della pompa di benzina. Una sola battuta felice, quando un fidanzatino l'avverte che ha la R moscia. Fosse solo quella! Veronica Olivier non ha la S, ha problemi con la P e la B, si mangia la M, sbaglia le vocali specie la O. Orgia di telefonini e spot." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 30 ottobre 2009) "Il Moccia bestseller man continua la sua personale, e fruttuosa, indagine sul mondo dell'adolescenza e dell'amore, eleggendosi ormai come nuovo Alberoni della sociologia adolescenziale. Piace ai giovani, e a loro si rivolge." (Dario Zonta, 'L'Unità', 30 ottobre 2009) "'Amore 14' ripropone 'Il tempo delle mele' di Claude Pinoteau, ma Roma non è Parigi, Veronica Olivier (la quattordicenne) non è Sophie Marceau, Pamela Villoresi (la madre) non è Brigitte Fossey e Pietro De Silva (Il padre) non è Claude Brasseur. Sempre come nel 'Tempo delle mele', i genitori capiscono poco dei figli e i nonni (Riccardo Garrone e Emiliana Franzone) capiscono tutto. Il meglio del film è quando lei scambia per l'amato (Giuseppe Maggio) chi gli somiglia; il peggiore è quando lei vuole una rivista porno e compra ... Il pornale." (Maurizio Cabona, 'Il Giornale', 6 novembre 2009)

Trova Cinema

Box office
dal 10 al 13 ottobre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la città perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica