Y tu mam? tambi?n - Anche tua madre2000

SCHEDA FILM

Y tu mamß tambiÚn - Anche tua madre

Anno: 2000 Durata: 105 Origine: MESSICO Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:-

Specifiche tecniche:35 MM (1:1,85); DOLBY SRD DIGITAL

Tratto da:-

Produzione:PRODUCCIONES ANHELO; JORGE VERGARA

Distribuzione:20TH CENTURY FOX (2001); DVD 20TH CENTURY FOX (2002).

TRAMA

TRAMA CORTA Tenoch e Julio hanno diciassette anni e sono amici per la pelle. Un giorno decidono di intraprendere un viaggio in macchina per raggiungere la spiaggia di "Boca del Cielo" insieme a Luisa, una bella ragazza spagnola di ventotto anni. Lei Ŕ sposata e all'inizio rifiuta di seguirli, poi dopo aver ricevuto delle brutte notizie, li rintraccia perchŔ vuole cambiare aria. Insieme faranno un viaggio che li porterÓ verso l'etÓ adulta. TRAMA LUNGA A CittÓ del Messico, Julio e Tenoch, amici diciassettenni, sono in cittÓ dopo la partenza per le vacanze delle loro ragazze. In occasione di un incontro festivo in famiglia, conoscono Louisa, ventottenne spagnola. Louisa Ŕ sposata, ma proprio in quell'occasione ha la conferma che il marito ha una vita parallela oltre a quella che conduce con lei. Quando i due ragazzi, colpiti dalla sua bellezza, le propongono un viaggio, lei accetta, un po' per vendetta un po' per reazione. La destinazione Ŕ una spiaggia chiamata Boca del Cielo. Quando i tre partono, i ragazzi sanno, ma a lei non l'hanno detto, che quella localitÓ forse non esiste e che comunque non conoscono la strada per arrivarci. Viaggiano, parlano, scherzano. Il caldo e la fatica fanno scattare le inevitabili reazioni. Louisa Ŕ un'occasione troppo irresistibile per le voglie ancora quasi adolescenziali dei due; e lei, da parte sua, non disdegna di giocare e provocare. I ragazzi hanno ciascuno la propria occasione, perchÚ lei ha dettato le condizioni del viaggio. Il traguardo Ŕ una spiaggia quasi deserta, dove vive una famiglia di pescatori. Qui Louisa si lascia andare a balli sfrenati e brindisi alla propria femminilitÓ che esaltano i due ragazzi. Ma il momento magico finisce. Al ritorno i tre si lasciano. Un anno dopo, Julio e Tenoch si ritrovano in un bar. Parlano del pi¨ e del meno, poi uno dice che Louisa Ŕ morta di cancro. Quindi si salutano.

CRITICA

Dalle note di regia :" Al cinema siamo abituati a un Messico da cartolina, mentre nel nostro film mostriamo gli aspetti belli ma anche quelli orribili del nostro paese, come il fatto che siamo diventati un popolo di sfollati, persone costrette a trasferirsi per poter sopravvivere. Quanto all'argomento e alle scene esplicite di sesso che in Messico hanno provocato una battaglia ideologica, questo Ŕ lo stile di vita di molti ragazzi messicani. Trovo molto ipocriti i film adolescenziali di Hollywood come "American Pie" che sfruttano gli adolescenti e li mettono in ridicolo." "Con un misto di pudore e di sfacciataggine, sostenuto dalla stupenda fotografia di Emanuele Lubetzi, Cuaron firma un gioiellino". (Tullio Kezich, 'Corriere della Sera', 31 agosto 2001) "Ecco un film che non perde un colpo: 'Y tu mamÓ, tambiÚn' di Alfonso Cuaron, educazione erotico-sentimentale accelerata sulle strade del Messico. Una finta commedia col veleno in coda che vede due adolescenti uniti da grande amicizia, come succede alla loro etÓ, partire con una spagnola pi¨ grande di loro a sua volta in fuga da un matrimonio a pezzi (..) Tre premi meritati a Venezia: sceneggiatura e attori, i giovanissimi Diego Luna e Gael Garcia Bernal". (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 26 novembre 2001) "Per cento minuti la semplice storia, troppo spesso commentata da una voce-over che 'fa' nostalgia del bel tempo andato, si presenta come una parabola allegramente amorale, basata sul principio che tanto pi¨ si dÓ agli altri, tanto meglio Ŕ. Nell'epilogo, per˛, emerge la vena moralistica di Cuaron, il quale crede bene di rivelarci che Luisa era affetta da un male incurabile e che tutti, prima o poi, sono destinati a perdersi di vista. All'ultima mostra di Venezia 'Y tu mama tambiÚn' ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura e il premio Mastroianni, attribuito ex-aequo ai due giovanissimi protagonisti". (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 25 novembre 2001)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni pi¨ belli  1.196.456
    Gli anni pi¨ belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica