Voglia di guardare1985

SCHEDA FILM

Voglia di guardare

Anno: 1985 Durata: 90 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:EROTICO

Regia:Aristide Massaccesi

Specifiche tecniche:PANORAMICA A COLORI

Tratto da:-

Produzione:FILMIRAGE

Distribuzione:DMV (1986) - AVO FILM, NORMALE HOME VIDEO (NUMBER SEX).

ATTORI

Jenny Tamburi nel ruolo di Cristina
Lilli Carati nel ruolo di Francesca
Sebastiano Somma nel ruolo di Andrea
Marino MasÚ nel ruolo di Diego
Aldina Martano
Laura Gemser
 
 

SCENEGGIATORE

Donati, Donatella
 
 

COSTUMISTA

Focacci, Italo

TRAMA

Diego, un brillante chirurgo, invita a cena a casa propria Andrea, un suo ex paziente. La moglie Cristina, che pure si dichiara innamorata del marito, fa presto a cadere nelle braccia dell'ospite, che comincia a diventare assiduo. Il suo fascino sulla donna Ŕ tale, che egli la induce a frequentare un 'atelier' di moda, da lui gestito insieme all'amante Francesca. Ma l' 'atelier' non Ŕ che la facciata di sordidi affari: lÓ, in accoglienti salottini, clienti occasionali possono incontrarsi non solo con le 'mannequins' ma anche con signore vogliose di rapide avventure. Cristina, da prima un po' esitante, accetta, cedendo alle pressanti richieste di Andrea di offrire le proprie squallide prestazioni, ma essa ignora che, al di lÓ di uno specchio a doppia faccia, il marito, d'accordo con il suo ex paziente, pagato all'uopo, assiste allo spettacolo, sorseggiando champagne. Il giorno per˛ che Cristina prende a frequentare l' 'atelier' di testa sua e con innegabile gradimento, Andrea si inalbera: si Ŕ innamorato della donna e le propone di fuggire con lui. Mentre Francesca gli manifesta la propria gelosia e i due soci in affari si dividono, Cristina improvvisamente torna al marito, senza che tra i due nulla venga a galla dei rispettivi torbidi segreti. Ma ormai il chirurgo ha preso gusto allo squallido gioco: ad una crociera, da tempo promessa alla moglie, parteciperÓ un giovanotto, da lui ben conosciuto. Ed Ŕ assai probabile che, complici la brezza marina e la luna dei tropici, il guardone torni ad assaporare le sensazioni che predilige.

CRITICA

"Il tutto dalle parti di Treviso, a giudicare da un'anacronistica targa automobilistica, presumibilmente verso la fine degli anni '30 (ma gli appassionati di calcio risaliranno alla data precisa grazie a una partita radiotrasmessa). Da segnalare: una sceneggiatura pi¨ accurata del solito. La retrocessione a un ruolo secondario di Lilli Carati (che per˛ ci guadagna in vivacitÓ e sex-appeal). E soprattutto la sorprendente autoconsapevolezza (mai ironica comunque) di questa vera e propria 'finestra sull'alcova'." (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 8 Aprile 1986) "Tratto da un soggetto di Aristide Massaccesi sceneggiato da Donatella Donati, il film si svolge in provincia tra ville, serre e casolari. Gli interni sono tra il liberty e lo stile 1925, le eroine generose. Ma proprio l'eccesso di prestazioni incrementato in maniera vertiginosa, e abbastanza noiosamente ripetitiva, nella seconda parte fa crollare un racconto iniziato con atmosfere discretamente morbose. Jenny Tamburi, nella parte della protagonista, dopo i pudori iniziali, sparisce in un turbine di spogliarelli. Lilli Carati, amministratrice del bordello, si mostra nel finale in un paio di amplessi dedicati ai suoi vecchi fans. Laura Gemser introduce alle pratiche lesbiche. Gli attori, Marino MasÚ e Sebastiano Somma, giocano a servo e padrone." ('la Repubblica', 6 Aprile 1986) "Rivisitazione in chiave porno del cinema dei telefoni bianchi, ovvero una 'Bella di notte' casareccia, con collaudate bellone nostrane al posto dell'elegante Catherine Deneuve. Dietro la macchina da presa, Joe D'Amato, un esperto del ramo (Il piacere, L'alcova) che da un soggetto di Aristide Massacesi trae materia per sciorinarci una sovrabbondante cascata di amplessi. I protagonisti della vicenda sono un uomo un po' strano, la bella moglie, il solito amico di famiglia e... un bordello gestito da Lilli Carati. In breve, la signora Ŕ smistata dal marito all'amico di casa che pensa di trarne doppio vantaggio avviandola al meretricio. E il marito, guardone, si gode tutto da un vetro a specchio. Jenny Tamburi, Sebastiano Somma e Marino MasŔ seno gli interpreti del triangolo sporcaccione. Sullo sfondo, un Veneto anni Trenta, un po' per sfottere, un po' per dissimulare." ('Il Resto del Carlino', 31 Maggio 1986)

Trova Cinema

Box office
dal 21 al 24 maggio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni pi¨ belli  1.196.456
    Gli anni pi¨ belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234
  10. 10. Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn)  121.947

Tutta la classifica