VIDOCQ2001

SCHEDA FILM

VIDOCQ

Anno: 2001 Durata: 100 Origine: FRANCIA Colore: C

Genere:THRILLER

Regia:Pitof

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:CNC, LE STUDIO CANAL+, RF2K PRODUCTIONS, RIGOLO FILMS 2000, STUDIO CANAL, TF1 FILMS PRODUCTIONS

Distribuzione:MEDUSA

ATTORI

Gérard Depardieu nel ruolo di Vidocq
Guillaume Canet nel ruolo di Etienne Boisset
Inés Sastre nel ruolo di Preah
André Dussollier nel ruolo di Lautrennes
Edith Scob nel ruolo di Sylvia
Moussa Maaskri nel ruolo di Nimier
Jean-Pierre Gos nel ruolo di Tauzet
Isabelle Renauld nel ruolo di Marine Lafitte
Jean-Pol Dubois nel ruolo di Belmont
André Penvern nel ruolo di Veraldi
Gilles Arbona nel ruolo di Lafitte
Jean-Marc Thibault nel ruolo di Leviner
François Chattot nel ruolo di Froissard
Elsa Kikoine nel ruolo di La Muta
Fred Ulysse nel ruolo di Il Vecchio Soffiatore
Akonio Dolo nel ruolo di Gandin
Dominique Zardi nel ruolo di L'Operaio Soffiatore
Luc-Antoine Diquero nel ruolo di Il Giornalista
Michel Lefevre nel ruolo di Il Cocchiere
Nathalie Bécue nel ruolo di L'Infermiera
Pierre Marcherez nel ruolo di Il Soldato All'Invalides
 

MUSICHE

Coulais, Bruno
 

MONTAGGIO

Hoss, Thierry
 

SCENOGRAFIA

Rabasse, Jean

TRAMA

TRAMA BREVE In una notte senza luna, a Parigi, un uomo è aggrappato al bordo di una fornace infuocata. Sopra di lui una figura mascherata. Di colpo l'uomo travestito si leva la maschera e Vidocq - il ladro divenuto investigatore e maestro del travestimento - precipita. Nella capitale francese alle soglie della rivoluzione, la scomparsa di un eroe come Vidocq è un vero e proprio colpo. Così, il giornalista Etienne Boisset decide di indagare per scoprire la verità.

CRITICA

"Gérard Depardieu interpreta il personaggio in una versione contemporanea che parte dalla morte di Vidocq e ne ripercorre la vita con uno stile eccitato e misto tra fumetto, horror e pubblicità. Nonostante tutto, la biografia grandiosa nei bassifondi e ai vertici parigini rimane più forte di ogni aggiornamento e di ogni dilatazione". (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa', 1 marzo 2002) "Evidentemente risoluto a tradurre il termine 'blockbuster' nella sua lingua nazionale, il regista non solo si rifà al vecchio feuilleton ma, per i brutali combattimenti del film, rinuncia alle onnipresenti arti marziali a favore della boxe francese. Fra tanti appelli alla tradizione, Pitof ricorre invece a tecnologie quasi sperimentali, nella realizzazione delle immagini, che rivelano evidenti ambientazioni pittoriche. Con una telecamera digitale ad alta definizione, s'impegna per creare un universo visivo autonomo, inedito, in cui calare il romanzesco di eventi e personaggi 'scritti' da Jean Christophe Grangé. L'inquadratura sgranata e truccata produce un curioso effetto di spaesamento; ma può disturbare chi non voglia rinunciare alla perfetta definizione della pellicola 35 millimetri". (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 3 marzo 2002)

Trova Cinema

Box office
dal 7 al 10 novembre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la città perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica