Viaggio in Italia1953

SCHEDA FILM

Viaggio in Italia

Anno: 1953 Durata: 97 Origine: FRANCIA Colore: B/N

Genere:DRAMMATICO

Regia:Roberto Rossellini

Specifiche tecniche:35 MM

Tratto da:dalla novella "Duo" di Colette

Produzione:ROBERTO ROSSELLINI PER SVEVA FILM, ADOLFO FOSSATARO PER JUNIOR FILM, ALFREDO GUARINI PER ITALIA FILM, I.E.C., ARIANE FILM, FRANCINEX FILM

Distribuzione:TITANUS (1954), ISTITUTO LUCE CINECITTÀ (2012) - CDE HOME VIDEO, M&R

ATTORI

Ingrid Bergman nel ruolo di Katherine Joyce
George Sanders nel ruolo di Alexander Joyce
Maria Mauban nel ruolo di Marie
Anna Proclemer nel ruolo di Prostituta
Paul Müller nel ruolo di Paul Dupont
Anthony La Penna nel ruolo di Tony Burton Leslie Daniels
Natalia Ray nel ruolo di Natalia Burton
Jackie Frost nel ruolo di Judy
Lyla Rocco nel ruolo di Signora Sinibaldi
Bianca Maria Cerasoli nel ruolo di Amica di Judy
Adriana Danieli
Mery Martin
 
 

MONTAGGIO

Benvenuti, Jolanda
 

SCENOGRAFIA

Filippone, Piero
 

COSTUMISTA

Gattinoni, Fernanda

TRAMA

Alex e Cathy Joyce, hanno ereditato una villa sul golfo di Napoli e decidono di intraprendere un viaggio in Italia. I rapporti tra i due coniugi sono freddi: Alex è assorbito dal proprio lavoro; Cathy si sente ferita nell'orgoglio dall'indifferenza del marito e nella sua fantasia il viaggio si trasforma in una sorta di pellegrinaggio romantico, in ricordo di un giovane morto due anni prima. Nella loro vita coniugale i normali rapporti e sentimenti umani, compreso il desiderio di avere dei figli, non hanno avuto finora alcuna importanza, ma il loro modus vivendi non regge più in un paese nel quale gli uomini prendono molto sul serio proprio i sentimenti e i rapporti umani. Ben presto, infatti l'equilibrio tra i due coniugi si rompe e viene pronunciata la parola divorzio. Poi, complice una gita a Pompei con amici e l'ingorgo causato da una processione, Alex e Cathy riconoscono i propri errori e confessano di amarsi ancora. Una riconciliazione è forse possibile...

CRITICA

"Dato il suo carattere intimista, la vicenda non comprende fatti o azioni di particolare rilievo; ma è materia di notazioni psicologiche, frutto di un'indagine acuta e delicata." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 35, 1954)

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica