20 sigarette2010

SCHEDA FILM

20 sigarette

Anno: 2010 Durata: 94 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:BIOGRAFICO, DRAMMATICO, GUERRA

Regia:Aureliano Amadei

Specifiche tecniche:-

Tratto da:libro "Venti sigarette a Nassirya" di Aureliano Amadei e Francesco Trento (ed. Einaudi)

Produzione:TILDE CORSI, GIANNI ROMOLI, CLAUDIO BONIVENTO PER R&C PRODUZIONI, RAI CINEMA, ALHAMBRA FACTORY

Distribuzione:CINECITTA' LUCE - DVD E BLU-RAY: CG HOMEVIDEO (2011)

ATTORI

Vinicio Marchioni nel ruolo di Aureliano Amadei
Carolina Crescentini nel ruolo di Claudia
Giorgio Colangeli nel ruolo di Stefano Rolla
Orsetta de Rossi nel ruolo di Carlotta
Alberto Basaluzzo nel ruolo di Massimo Ficuciello
Edoardo Pesce nel ruolo di Tino
Luciano Virgilio nel ruolo di Generale Ficuciello
Gisella Burinato nel ruolo di Berta Ficuciello
Duccio Camerini nel ruolo di Padre di Aureliano
Giovanni Carroni nel ruolo di Generale Stano
Vanni Fois nel ruolo di Colonnello Scalas
Massimo Popolizio nel ruolo di Storchi
Nicola Nocella nel ruolo di Cico
Rocco Capraro nel ruolo di Cintura
Silvio Laviano nel ruolo di Melis
Antonio Careddu nel ruolo di Mereu
Stefano Mereu nel ruolo di Piras
Andrea Iaia nel ruolo di Olla
Antonio Gerardi nel ruolo di Produttore
Desirée Noferini nel ruolo di Angela
Maurizio Romoli nel ruolo di Ortopedico
Nicola d'Eramo nel ruolo di Ros 1
Pietro Faiella nel ruolo di Ros 2
Harriet MacMasters-Green nel ruolo di Infermiera Harriet McMaster-Green
Harriet Mcmaster-Green nel ruolo di Infermiera
Awa Ly nel ruolo di Infermiera
 
 

MONTAGGIO

Doglione, Alessio
 

SCENOGRAFIA

Santomarco, Massimo
 

COSTUMISTA

Dottori, Catia
 

EFFETTI

Rebel Alliance

TRAMA

Il 28enne Aureliano, anarchico e antimilitarista, nonostante le sue convinzioni, le critiche e le preoccupazioni di amici e familiari decide di partire per l'Iraq in qualità di aiuto regista di Stefano Rolla, impegnato nelle riprese per un documentario sulla 'missione di pace' dei militari italiani. Il ragazzo si troverà ben presto catapultato in quell'universo militare che lui non ha mai approvato e su cui ha molti pregiudizi, ma diverrà anche consapevole che tra coloro che incontra vige una umanità e un senso di fratellanza che, in fondo, appartengono anche a lui. Poi, il 12 novembre 2003, l'attentato di Nassiriya cambierà per sempre la sua vita: Stefano Rolla non tornerà più e Aureliano, pur gravemente ferito, sarà l'unico civile sopravvissuto alla strage.

CRITICA

"Un premio alla 'densità del racconto', a un film in cui è forte 'l'esercizio della libertà'. '20 sigarette' di Aureliano Amadei, il film sull'attentato del 2003 alla caserma italiana di Nassiriya in Iraq, ha vinto la Sezione Controcampo Italiano alla 67esima Mostra del Cinema di Venezia. Menzione speciale per l'attore protagonista Vinicio Marchionni. Amadei è l'unico civile sopravvissuto all'attentato che uccise, il 12 novembre del 2003, diciannove italiani: pur gravemente ferito, riuscì a mettersi in salvo. Era a Nassiriya per fare da assistente al regista Stefano Rolla. (...) Un film che, nel giorno della sua proiezione a Venezia, ha suscitato molte polemiche." ('Repubblica', 10 settembre 2010) "Aureliano Amadei, che qui esordisce nel lungometraggio, è stato anche autore di documentari, attore e regista teatrale. (...) Le pagine più terribili sono quelle dell'attentato, dure, realistiche, con la macchina a mano che mette in fortissima evidenza il sangue, le conseguenze disastrose della bomba, prima lo sconcerto e gli interrogativi dei militari di fronte a quella situazione inaspettata, poi l'orrore, il dolore, l'arrivo delle prime ambulanze perché a qualcosa si riesca a trovar rimedio: con quella faccia del protagonista sempre in primo piano devastata dalle ferite e con l'idea che la morte ormai sia vicina. In seguito, nei vari ospedali, con l'avvicendarsi di parenti, di amici e di personalità, non tutto è così teso ed anzi rischia in più punti di cedere ad una aneddotica che, pur certamente desunta da situazioni autentiche, scivola un po' nel facile, specie quando la conclusione alterna la polemica a una cifra che, in seno alla famiglia, si avvia verso la possibilità di una pacificazione personale. L'impresa va accolta comunque con rispetto. Tra l'altro è raro che al cinema una storia sia rievocata, sia pure per interposta persona, da chi l'ha vissuta direttamente." (Gian Luigi Rondi, 'Il Tempo', 10 settembre 2010) "'20 sigarette' qui a Venezia, titolo arrivato in sordina, quasi ignorato, figlio di un tardo-adolescente da centro sociale, anarchico per fede ma anche per diletto, costretto a crescere e ad invecchiare in un giorno solo, il 12 novembre2003. (...) Un inferno in soggettiva in cui la pelle dello spettatore stesso si riempie di ferite e non c'è modo di uscire da quell'incubo. (...) '20 sigarette' è un'opera prima e quindi vale doppio. E' il più bel film contro la guerra che abbiamo visto negli ultimi anni. Per il momento freghiamocene delle polemiche e andiamo di corsa in sala (...) a vederlo." (Roberta Ronconi, 'Liberazione', 7 settembre 2010)

Trova Cinema

Box office
dal 14 al 17 novembre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la città perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica