SCHEDA FILM

Una lettera all'alba

Anno: 1948 Durata: 91 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:DRAMMATICO

Regia:Giorgio Bianchi

Specifiche tecniche:35 MM

Tratto da:-

Produzione:GIUSEPPE AMATO PER SCALERA FILM

Distribuzione:SCALERA FILM

ATTORI

Fosco Giachetti nel ruolo di Carlo Marini
Jacques Sernas nel ruolo di Mario Maggi
Lea Padovani nel ruolo di Anna
Olga Villi nel ruolo di Renata
Tatjana Pavlova nel ruolo di Contessa Koloshky
Vittorio Sanipoli nel ruolo di Enrico Verri
Franca Marzi nel ruolo di Lilly
Margherita Bagni nel ruolo di Suor Maria
Nerio Bernardi nel ruolo di Augusto
Paolo Ferrari nel ruolo di Figlio di Augusto
Salvo Randone nel ruolo di Avvocato Donati
Ernesto Calindri nel ruolo di Il Pubblico Ministero
Peppino Spadaro nel ruolo di Cancelliere
Pio Campa nel ruolo di Il Presidente
Raimondo Van Riel nel ruolo di Paolo
Gaetano Verna nel ruolo di Il Commissario
Cesare Fantoni
Fedele Gentile
Luciano Giachetti
Paola Bianchi
Vera Galvani
 
 

SCENEGGIATORE

De Benedetti, Aldo
 
 

MONTAGGIO

Varriale, Gabriele
 

SCENOGRAFIA

Medin, Gastone

TRAMA

Carlo ha avuto in gioventù una relazione amorosa con una ragazza, Anna, che poi ha abbandonato. Dalla relazione è nato un figlio di cui Carlo ignora l'esistenza fino al giorno in cui Anna, morente, fa appello al suo cuore di padre. Carlo promette di vegliare sul figliolo adolescente. Ne segue infatti le tracce e riesce a sapere che suo figlio Mario è uno spacciatore di cocaina. Carlo, che esercita il traffico all'ingrosso si reca da un'intermediaria, una vecchia contessa, e le ordina di non fornire più a Mario la droga. Mario è disperato: un mascalzone, amico della contessa, gli propone di derubare quest'ultima, che ha in casa molto denaro. Mario dapprima rifiuta poi acconsente. Una sera s'introduce di soppiatto nell'appartamento della contessa: la mattina dopo la contessa viene trovata assassinata. Su Mario si appuntano i sospetti della Polizia. Carlo, convinto dell'innocenza del figlio l'induce a costituirsi. Nuovi elementi, emersi durante il processo, permettono d'identificare l'assassino: è il falso amico della contessa che ha teso un tranello infame al giovanotto. Carlo fa imbarcare Mario, prosciolto, su un peschereccio perché possai una vita ma, conscio di essere il vero responsabile dei trascorsi del figlio, non ha il coraggio di rivelarsi a lui come padre.

CRITICA

"Giorgio Bianchi ci dà con questo lavoro, che sta tra il giallo e il tipo 'Gioventù perduta', una buona prova delle sue capacità, aiutato anche da un buon soggetto e dalla abile sceneggiatura di Aldo De Benedetti. (...) Un po' invadente, ma efficace in molti punti, la musica di Renzo Rossellini." (S. Nati, "Intermezzo", 5/6, 15/31 marzo 1949)

Trova Cinema

Box office
dal 14 al 17 novembre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la città perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica