Tutta la mia vita in prigione2007

SCHEDA FILM

Tutta la mia vita in prigione

Anno: 2007 Durata: 94 Origine: GRAN BRETAGNA Colore: C

Genere:DOCUMENTARIO

Regia:Marc Evans

Specifiche tecniche:DIGI BETA PAL

Tratto da:ispirato al libro di memorie "In diretta dal braccio della morte" di Mumia Abu-Jamal (Fandango Libri, 2007)

Produzione:LIVIA GIUGGIOLI-FIRTH, NICK GOODWIN SELF PER NANA, IN COLLABORAZIONE CON DOMENICO PROCACCI PER FANDANGO

Distribuzione:FANDANGO

ATTORI

Mumia Abu-Jamal nel ruolo di Se stesso
William Francome nel ruolo di Se stesso
Amy Goodman nel ruolo di Se stessa
Mos Def nel ruolo di Se stesso
Alice Walker nel ruolo di Se stessa
Angela Davis nel ruolo di Se stessa
Steve Earle nel ruolo di Se stesso
Snoop Dogg nel ruolo di Se stesso
Robert Meeropol nel ruolo di Se stesso
Boots nel ruolo di Se stesso
Noam Chomsky nel ruolo di Se stesso
Russell Simmons nel ruolo di Se stesso
Howard Zinn nel ruolo di Se stesso
 

MONTAGGIO

Arnold, Mags
 

EFFETTI

Foreign Office

TRAMA

Il documentario racconta la storia del giornalista americano di colore Mumia Abu-Jamal, che sin da giovane si mette in evidenza tra le 'Pantere Nere' e che, dall'inizio della sua carriera, si schiera contro la corruzione della polizia nello Stato della Pennsylvania. Licenziato dalla stazione radio in cui lavorava, per sbarcare il lunario è costretto a fare il tassista. All'alba del 9 dicembre 1981 Abu-Jamal viene coinvolto in una sparatoria nel quartiere sud di Philadelphia. Arrestato, è accusato dell'omicidio di un poliziotto, Daniel Faulkner, e processato. Giudicato colpevole, nel 1982 viene emessa la sua condanna a morte. Nel 1999 un vecchio sicario, Arnold Beverly, confessa all'avvocato di Jamal di aver ucciso lui il poliziotto, ma la sua testimonianza non viene presa in considerazione. Nel 2003 vengono respinti gli ultimi ricorsi e il suo caso passa alla Corte Federale. Abu-Jamal diviene il simbolo della lotta contro la pena di morte. Per dimostrare quanto sia cambiata negli ultimi 25 anni l'opinione pubblica nei confronti della pena di morte, la sua storia è vista attraverso gli occhi di William Francome, un ragazzo bianco appartenente alla media borghesia inglese, nato lo stesso giorno in cui era stato commesso l'omicidio.

CRITICA

"Viene smontato pezzo per pezzo il processo, tutto questo nel tentativo di dar voce al caso di Mumia. Ispiratore di canzoni hip hop, icona per il movimento contro la pena di morte, figura di riferimento per tutti quelli che si battono contro le ingiustizie. Perché in fondo questi sono i motivi che lo hanno portato in galera, prima ancora del processo. Quando raccontava dei Move, aggrediti dalla polizia, che per stanarli non esitò a bombardare la casa dove erano asserragliati, facendo scempio anche di bambini. E Mumia raccontava tutto, così come ancora fa la sua voce (dalle radio e da Internet) che continua a essere scomoda. Come questo sbalorditivo documentario." (Antonello Catacchio, 'Il Manifesto', 25 ottobre 2007)

Trova Cinema

Box office
dal 28 al 1 dicembre

Incasso in euro

  1. 1. Cetto c'è, senzadubbiamente  2.479.936
    Cetto c'è, senzadubbiamente

    Un nuovo episodio legato a Cetto La Qualunque......

  2. 2. L'ufficiale e la spia  1.215.362
  3. 4. Le ragazze di Wall Street - Business i$ Business  577.263
  4. 5. Countdown  385.254
  5. 6. La famiglia Addams  379.466
  6. 7. Depeche Mode - Spirits in the Forest  325.788
  7. 8. Sono solo fantasmi  305.527
  8. 9. Parasite  295.915
  9. 10. Il giorno più bello del mondo  290.668

Tutta la classifica