SCHEDA FILM

Ti amerò... fino ad ammazzarti

Anno: 1990 Durata: 96 Origine: USA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:-

Specifiche tecniche:PANORAMICA A COLORI

Tratto da:-

Produzione:JEFFREY LURIE E RON MOLER, LAUREN WEISSMAN

Distribuzione:COLUMBIA TRI-STAR FILMS ITALIA (1990) - COLUMBIA TRISTAR HOME VIDEO

TRAMA

A Tacoma, l'italo-americano Joey Boca è proprietario di una avviata pizzeria, in cui la moglie Rosalie lo aiuta volentieri, assistita dal giovane Divo, cameriere a lei affezionatissimo. Joey ama moglie e bambine, ma è desideroso di altre donne. Quando la paziente Rosalie lo sorprende in una biblioteca, abbracciato tra gli scaffali ad una sconosciuta, da tollerante quale era, passa alla collera ed a un tentativo di suicidio per la disperazione in cui è piombata. Ma sua madre Nadia - slava anche lei - pensa a qualcosa di radicale: l'unica è ammazzare quel genero sfrontato, mentitore e cacciatore, con cui fra l'altro è obbligata a convivere. Persuasa Rosalia, che tuttavia ha mille dubbi e tremori, la suocera di Joey dà fiducia a Divo (che fallisce con una mazza da golf), poi organizza lei stessa un attentato, armeggiando con il motore dell'auto (ma sopra c'è con il fedifrago anche la moglie e con ciò l'omicidio va in fumo), infine è Rosalia stessa che prepara un sugo (micidiale per pepe e miscugli vari), nel quale insieme a Nadia mette decine di compresse soporifere. Il malcapitato pizzettaro, fra sbadigli e mal di ventre, resiste, per cui non resta che sparargli. Ci pensa il solito Divo ma il proiettile lo ferisce di striscio e allora il ragazzo assolda per 500 dollari Harlan e Marlon Marlon (due balordi tossicodipendenti) i quali non riescono che a ferire la vittima designata. Joey è dunque ancora vivo (ha però una pallottola nel cranio), per cui sta in ospedale, non ricorda nulla ed è convinto di essere stato attaccato da un virus. La polizia intanto trasferisce tutti in galera, mentre fiocca un diluvio di accuse e di scagionamenti di questo e quello. Ma per Joey il temporale è passato: lui annuncia che nella sua vita non c'è, e non ci sarà mai altra donna che Rosalie e, sotto li scapaccioni della propria madre (sicula come lui), giura alla moglie amore e fedeltà in eterno.

CRITICA

"Per i più bendisposti, il film si ritaglia tra le gag uno spazio tenebroso e patetico, dove il lato umano dei comportamenti vien fuori con disarmante brutalità ; ma, in linea di massima, l'infedeltà, i tentati omicidi, le menzogne e le battute diventano materia di comicità demenziale abbastanza ordinaria". (Valerio Caprara, 'La Rivista del Cinematografo')

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica