The Exchange2011

SCHEDA FILM

The Exchange

Anno: 2011 Durata: 94 Origine: GERMANIA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:Eran Kolirin

Specifiche tecniche:35 MM (1:1.85)

Tratto da:-

Produzione:JULY AUGUST PRODUCTIONS, PANDORA FILMPRODUKTION, ZDF/ARTE

Distribuzione:-

ATTORI

Rotem Keinan nel ruolo di Oded
Sharon Tal nel ruolo di Tami
Dov Navon nel ruolo di Yoav
Shirili Deshe nel ruolo di Yael
Shiri Ashkenazi
Zvika Fishzon
Michael Kfir
Arie Mark
 

SCENEGGIATORE

Kolirin, Eran
 
 

SCENOGRAFIA


Zolan, Yesim

TRAMA

Un uomo torna a casa in un orario insolito. Sembra la casa di uno sconosciuto e non la sua: la luce è diversa, l'ambiente è vuoto, silenzioso, desolato; gli appaiono cose che non aveva mai notato prima. L'uomo appare come un turista in casa sua, ma è davvero certo che questa sia la sua vita?

CRITICA

"L'israeliano Eran Kolirin nasconde il senso del suo film ('Hahithalfut, Lo scambio'). Alla fine cita (forse) Antonioni e la partita a tennis di 'Blow Up' ma il comportamento sempre più catatonico di un fisico che sembra dubitare della concretezza delle cose, delle azioni e dei sentimenti va molto al di là dell'alienazione. Forse va verso la follia. Comunque verso il nonsenso." (Paolo Mereghetti, 'Il Corriere della Sera', 8 settembre 2011) "Secondo il regista, il protagonista torna il bambino che era e che sa stupirsi di ogni cosa, anche la più banale: il proprio appartamento vuoto, il sotterraneo, il parcheggio, proprio perché il pur impercettibile cambio di prospettiva gli fa vedere tutto con occhi nuovi. Curioso e anche divertente, è sicuramente un film che spiazza per la sua imprevedibilità." (Andrea Frambosi, 'L'Eco di Bergamo', 8 settembre 2011) "L'esistenzialismo al cinema ha varie forme. Chi lamenta «mi fanno male i capelli», chi fissa il vuoto in pedalini sporchi, chi torna a casa fuori orario per prendere una cartellina e posa l'occhio su un soprammobile. Ecole du regard su brutti pavimenti, smunte pareti, divani beige comprati dall'Aiazzone d'Israele. Soffriamo due volte. Per quel che vediamo (un tizio poco interessante che fa cose poco interessanti) e perché ci siamo persi - ma speriamo faccia marcia indietro - il bravo regista di 'La banda'." (Mariarosa Mancuso, 'Il Foglio', 8 settembre 2011)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica