Il cavaliere oscuro2008

SCHEDA FILM

Il cavaliere oscuro

Anno: 2008 Durata: 150 Origine: USA Colore: C

Genere:AVVENTURA, AZIONE, FANTASY, POLIZIESCO, THRILLER

Regia:Christopher Nolan

Specifiche tecniche:PANAVISION, 35 MM/70 MM (1:2.35) - TECHNICOLOR

Tratto da:personaggi creati da Bob Kane e Bill Finger

Produzione:WARNER BROS. PICTURES, LEGENDARY PICTURES, DC COMICS, SYNCOPY

Distribuzione:WARNER BROS. PICTURES ITALIA - DVD E BLU-RAY: WARNER HOME VIDEO (2008, 2012, 2013)

ATTORI

Christian Bale nel ruolo di Bruce Wayne/Batman
Heath Ledger nel ruolo di The Joker
Aaron Eckhart nel ruolo di Harvey Dent
Michael Caine nel ruolo di Alfred Pennyworth
Maggie Gyllenhaal nel ruolo di Rachel Dawes
Gary Oldman nel ruolo di Tenente James Gordon
Morgan Freeman nel ruolo di Lucius Fox
Monique Curnen nel ruolo di Detective Ramirez Monique Gabriela Curnen
Ron Dean nel ruolo di Detective Wuertz
Eric Roberts nel ruolo di Salvatore Maroni
Michael Jai White nel ruolo di Gamble
Nestor Carbonell nel ruolo di Sindaco Anthony Garcia
Chin Han nel ruolo di Lau
Chin Han nel ruolo di Lau
Ritchie Coster nel ruolo di Il Ceceno
Joshua Harto nel ruolo di Coleman Reese
Anthony Michael Hall nel ruolo di Mike Engel
Melinda McGraw nel ruolo di Barbara Gordon
Nathan Gamble nel ruolo di James Gordon Jr.
Cillian Murphy nel ruolo di Spaventapasseri
Beatrice Rosen nel ruolo di Natascha
Colin McFarlane nel ruolo di Commissario Gillian B. Loeb
Keith Szarabajka nel ruolo di Detective Stephens
Michael Stoyanov nel ruolo di Dopey
Michael Vieau nel ruolo di Al Rossi
Nydia Rodriguez Terracina nel ruolo di Giudice Surrillo
William Smillie nel ruolo di Happy
 

MONTAGGIO

Smith, Lee
 

SCENOGRAFIA

Crowley, Nathan
 

COSTUMISTA

Hemming, Lindy

TRAMA

Aiutato dal tenente James Gordon e dal procuratore Harvey Dent, Batman riesce a smantellare i resti dell'organizzazione criminale che infestava le strade di Gotham City. Ma ben presto i tre si ritrovano preda di una mente criminale in rapida ascesa: The Joker.

CRITICA

"Mentre i tre eroi «positivi» sono costretti a fare i conti con i limiti e il senso delle loro azioni, continuamente messe in discussione da una voglia di vendetta che finirà per travolgere tutto o quasi. In questo modo il film si colora di echi apertamente langhiani, che finiscono per concretizzarsi nell'esplicita citazione della Gloria Graham del Grande caldo, con il volto metaforicamente diviso in due metà, una affascinante e una orripilante. Come infatti succederà al viso del procuratore Dent dopo l'esplosione da cui Batman lo strappa mentre avrebbe voluto salvare Rachel (Maggie Gyllenhaal), la donna amata da entrambi: da un lato conserva il suo volto fiducioso e positivo, dall'altro il fuoco accentua la smorfia orrida e criminale di un essere crudele e vendicativo. E questa idea del volto come indice di moralità (specchio dell'anima?) finisce per diventare una delle chiavi di lettura del film, dall'ossessione di tanti per smascherare il vero volto di Batman al trucco sbavato e ferino di Joker. Che proprio in quella specie di maschera «non finita», con il rossetto che non rispetta più i lineamenti della bocca e delle cicatrici e la biacca che non copre le rughe e le asperità del corpo, trova la perfetta messa in forma dell'ambiguità e dell'indeterminatezza morale che lo identificano. A cui Ledger aggiunge una recitazione sapientemente inquietante che ha giustamente lasciato il segno e che lo candida a ricevere il secondo Oscar postumo della storia, dopo quello a Peter Finch per 'Quinto potere'. E se alla fine il messaggio di un bambino e il comportamento delle persone stivate nei due traghetti sembrano lanciare un messaggio di speranza e di fiducia nei comportamenti del genere umano, la vera morale del film resta quella di una ambigua lezione sul «lato oscuro» della vendetta e sui limiti che si possono raggiungere per piegare il Male ai fini del Bene. Anche a costo di tradire la verità." (Paolo Mereghetti, 'Corriere della Sera', 23 luglio 2008) "A fronte di tanta abbondanza di 'caratteri' e situazioni, che il ballo in maschera di Nolan profonde senza risparmio, è inevitabile che Barman perda un po' la leadership lasciando spazio agli altri; incluse le godibili caratterizzazioni di Michael Caine, il maggiordomo Alfred, e di Morgan Freeman, il saggio Lucius Fox. Chi ruba la scena all'eroe, però, è lo sventurato Ledger, che rilancia la potenziata leggenda dell'altrettanto sfortunato Brandon Lee del 'Corvo'. Anche se la candidatura postuma all'Oscar di cui tanto si parla è di gusto discutibile, senza dubbio Ledger si è calato nel Joker, a suo tempo interpretato da Jack Nicholson, con una partecipazione al limite del transfert, tratteggiando un malvagio integrale che resta impresso nella memoria. Più che di Bale o di chiunque altro, il film è suo." (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 25 luglio 2008)

Trova Cinema

Box office
dal 2 al 5 aprile

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica