The Bay2012

SCHEDA FILM

The Bay

Anno: 2012 Durata: 84 Origine: USA Colore: C

Genere:FANTASCIENZA, HORROR

Regia:Barry Levinson

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:JASON BLUM, STEVEN SCHNEIDER, BARRY LEVINSON, OREN PELI PER BALTIMORE PICTURES, HAUNTED MOVIE

Distribuzione:M2 PICTURES (2013)

ATTORI

Nansi Aluka nel ruolo di Jacqueline
Christopher Denham nel ruolo di Sam
Stephen Kunken nel ruolo di Dott. Jack Abrams
Frank Deal nel ruolo di Sindaco John Stockman
Kether Donohue nel ruolo di Donna Thompson
Kristen Connolly nel ruolo di Stephanie
Will Rogers (II) nel ruolo di Alex
Andy Stahl nel ruolo di Sceriffo Lee Roberts
Anthony Reynolds nel ruolo di Steve Slattery. Sicurezza Nazionale
Michael Beasley nel ruolo di Agente Jimson
Lauren Cohn nel ruolo di Marsha Rosenblatt
Robert C. Treveiler nel ruolo di Dott. Williams Robert Treveiler
Jody Thompson nel ruolo di Agente Paul
James Patrick Freetly nel ruolo di Bob
Rasool J'Han nel ruolo di Dott. Nu del CDC Rasool Jahan
Tim Ross nel ruolo di Brian Berger
Dave Hager nel ruolo di Jerry
Holly Allen nel ruolo di Sally
Kenny Alfonso nel ruolo di Dott. Michaels
David Andalman nel ruolo di Don Donaldson, agente CDC
 

SCENEGGIATORE

Wallach, Michael
 

MUSICHE

Zarvos, Marcelo
 

MONTAGGIO

Yanes, Aaron
 

SCENOGRAFIA

Bonner, Lee
 

COSTUMISTA

Holmes, Emmie
 

EFFETTI

Hydraulx

TRAMA

Claridge è una pittoresca cittadina di mare, situata nella Chesapeake Bay, la cui principale fonte di sostentamento è l'acqua. Tuttavia, due biologi francesi, attraverso alcune ricerche, vi rilevano un livello di tossicità sconcertante. I due si affrettano ad avvisare il sindaco che, però, rifiuta di generare il panico nella sua tranquilla città: tale negligenza farà sprofondare la comunità nel terrore assoluto, con terrificanti conseguenze...

CRITICA

"Va di moda il finto documentario, Levinson s'adegua e avverte che l'ecosistema è allo stremo. (...) Classico horror e con giusta causa, la bestiolina sotto la pelle, nata in ambiente marino degradato, è nel ruolo del virus letale e l'autore organizza bene il suo mini film in vari formati." (Maurizio Porro, 'Il Corriere della Sera, 6 giugno 2013) "Ancora un film costruito sul principio del 'found footage', base del falso documentario, che mischia immagini di qualità diversa: a colori e in bianco e nero, siti Internet, riprese di telefonini e altro. Non è un caso che i produttori siano gli stessi di 'Paranormal Activity'. Sorprende di più sapere che firma il film Barry Levinson, veterano di Hollywood vincitore di un Oscar per 'Rain Man': e, in effetti, la regia risulta più accurata della media del genere. Il che non impedisce al suo eco-horror di risultare piuttosto noioso." (Roberto Nepoti, 'La repubblica', 6 giugno 2013) "E' un thriller fantascientifico anche 'The Bay' di Barry Levinson ambientato in una cittadina del Maryland. (...) Il film, che avrebbe dovuto essere un documentario, punta il dito contro uno dei disastri ecologico americani più tristemente noti già negli anni Settanta e lancia un grido di allarme contro inquinamento e l'abuso delle risorse ambientali." (Alessandra De Luca, 'Avvenire', 6 giugno 2013) "Si può tornare ragazzini a 71 anni suonati? Sì se vi chiamate Barry Levinson, regista classico hollywoodiano lanciato come sceneggiatore da Mel Brooks e diventato gigante con 'Good Morning Vietnam' (1987), 'Rain Man' (1988) e 'Rivelazioni' (1994). In combutta con il Peli di 'Paranormal Activity', Levinson realizza l'effervescente 'The Bay', thriller horror su parassiti marini figli dell'inquinamento morale e politico degli Usa. Faranno fuori un'intera cittadina del Maryland (patria del regista). La tecnica narrativa è quella del found footage (lo inventammo noi con 'Cannibal Holocaust' si vede il film attraverso riprese preesistenti), gli attori sconosciuti (potrebbe sembrare tutto cronaca reale), la sapienza registica limpida (l'orrore è suggerito). Siamo dalle parti del notevole 'Contagion' di Soderbergh. Complimenti Mr. Levinson." (Francesco Alò, 'Il Messaggero', 6 giugno 2013) "Spiacerà a chi ormai ne ha i cosiddetti pieni dei «mockumentary» (falsi documentari girati colla cinepresa a mano, con la fotografia volutamente 'sporca', con inserimenti di videocellulari). Falsi come il più ovvio 'horror' di fiction (anche se il regista ha detto di essersi ispirato al vero inquinamento di Chesapeake Bay) e molto meno divertenti. A proposito del regista che ci fa in questo pasticcetto l'autore di 'Rain Man' e 'Good Morning Vietnam'?" (Giorgio Carbone, 'Libero', 6 giugno 2013) "(...) documentato con la formula del mockumentary, genere che, pur falso, in mano a registi come Barry Levinson acquista un suo fascino inquietante." (Maurizio Acerbi, 'Il Giornale', 6 giugno 2013)

Trova Cinema

Box office
dal 2 al 5 aprile

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica