SCHEDA FILM

Terra madre

Anno: 1931 Durata: 87 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:DRAMMATICO

Regia:Alessandro Blasetti

Specifiche tecniche:-

Tratto da:un'idea di Camillo Apolloni

Produzione:STEFANO PITTALUGA, CINES

Distribuzione:ANONIMA PITTALUGA

ATTORI

Sandro Salvini nel ruolo di Il Duca Marco
Leda Gloria nel ruolo di Emilia
Isa Pola nel ruolo di Daisy
Vasco Creti nel ruolo di Masaro Nunzio, padre di Emilia
Carlo Ninchi nel ruolo di Comm. Bordani, compratore delle terre
Olga Capri nel ruolo di Governante della tenuta
Umberto Sacripante nel ruolo di Un contadino
Raimondo Van Riel nel ruolo di Contadino nella taverna
Ugo Gracci nel ruolo di Aiutante del massaro
Franco Coop nel ruolo di Un contadino
Giorgio Bianchi nel ruolo di Corteggiatore di Daisy
Augusto Bandini
Uberto Cocchi
Arcangelo Aversa
Franz Sala
Mario Revera
Nino Altieri
 
 

MUSICHE

Sassoli, Pietro

TRAMA

Il giovane duca Marco. un gaudente che ha scialacquato il suo patrimonio per seguire i capricci di Daisy, una ragazza vanitosa, è in procinto di vendere le sue terre al commendatore Bordani, uno speculatore. Costui, però, dà ordine di incendiare le stalle e i granai sperando che il fuoco si propaghi alle case coloniche in modo da poter sloggiare i contadini definitivamente. Quando il duca viene informato delle intenzioni criminali del commendator Bordani, capisce il suo errore e corre a domare personalmente l'incendio. Riuscito nell'intento, riprende in mano l'azienda agricola, lascia Daisy e sposa Emilia, la figlia del suo massaro Nunzio, da sempre innamorata di lui.

CRITICA

"Molti fattori hanno collaborato all'esito felice del film, ma sopra ogni altro, l'ottima realizzazione artistica e tecnica, la fotografia e la sonorizzazione stupende, il complesso degli attori, loddevole sotto ogni riguardo. (...) Leda Gloria, nuovissima allo schermo, e Isa Pola si sono imposte immediatamente all'attenzione del pubblico; la loro mimica, la loro recitazione non hanno addentellati nel teatro e perciò sono efficaci, spontanee, umane. Singolarmente felice è la dizione di Leda Gloria, con belle cadenze dialettali intonate all'atmosfera del film, il quale non sopporta la cosiddetta dizione impeccabile degli attori di teatro, che tutto sommato è una specie di gergo del palcoscenico. (...) il Blasetti ha inteso anche qui far opera educativa e al tempo stesso dilettevole." (E. Roma, "Cinema Illustrazione", n.10, 11 marzo 1931)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica