SCHEDA FILM

TE STO ASPETTANNO

Anno: 1957 Durata: - Origine: ITALIA Colore: -

Genere:ROMANTICO

Regia:-

Specifiche tecniche:-

Tratto da:LIBERAMENTE ISPIRATO ALLA CANZONE "O RICCIULLLO D'ANNA FRASCATA" DI: TITO MANLIO

Produzione:ELPIS - TITANUS, S.P.I.C.

Distribuzione:TITANUS

TRAMA

Alfredo; il giovane proprietario delle Officine Meccaniche Squillace, è poco amante del lavoro e, sempre in cerca di avventure galanti, conduce vita dissoluta; al buon funzionamento dell'azienda provvede Pietro, il capo-officina. Pietro ha un nipote, Carlo Capaldo, buon operaio, fidanzato a Maria, una ragazza orfana, che vive presso Mamma Carmela. Questa vorrebbe per Maria un partito migliore; Carlo da qualche tempo ha notato un cambiamento nel contegno della fidanzata, sempre chiusa in sé stessa e triste. Egli non sa che Alfredo ha messo gli occhi su Maria ed ha cominciato ad inviarle biglietti e fiori; la ragazza però non incoraggia il corteggiamento. Alfredo cerca allora di allontanare il fidanzato e gli propone un altro lavoro, che l'obbligherebbe appunto ad allontanarsi da casa. Carlo sarebbe disposto ad accettare, ma sua madre, lo zio Pietro e la stessa Maria lo dissuadono dal farlo; in seguito Carlo viene licenziato ed anche lo zio Pietro se ne va. Cedendo alle pressioni di Mamma Carmela, Maria finisce con l'accettare le premure d'Alfredo, che promette di sposarla e si fidanza a lui. Venutolo a sapere, Carlo fa una scenata all'ex padrone e s'allontana. Dopo qualche tempo Maria apprende che Alfredo ha avuto una relazione con un'altra donna, che ora ha una bambina: indignata, ella lascia il fidanzato. Carlo, ch'è ritornato a casa, cammina un giorno, agitato e nervoso, lungo la ferrovia, mentre passa il treno. Sua madre, che l'ha seguito ansiosa, temendo una disgrazia, subisce una forte scossa nervosa, che la lascia priva di memoria: durante la malattia ella chiama continuamente Maria e alla fine Carlo si rivolge a quest'ultima perché venga a trovare l'ammalata. Frattanto, in seguito ad un grave incidente prodottosi nell'officina, Alfredo è ridotto in fin di vita: egli decide allora di sposare la donna, che ha sedotto, e contemporaneamente assicura Pietro che Maria è una ragazza onesta ed e sempre rimasta tale. Al letto della madre ammalata Carlo si riconcilia con Maria.

CRITICA

"Si tratta di un film di carattere commerciale, che ricalca luoghi comuni e ripete motivi noti: si riscontrano inoltre (...) alcune ingenuità e incongruenze (....)". (Segnalazioni Cinematografiche).

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica