Beyond2010

SCHEDA FILM

Beyond

Anno: 2010 Durata: 95 Origine: SVEZIA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:Pernilla August

Specifiche tecniche:35 MM (1:1.85)

Tratto da:romanzo omonimo di Susanna Alakoski

Produzione:HEPP FILM AB, KAMOLI FILMS, BLIND SPOT PICTURES, DRAKFILM AB, NORDISK FILM, NORDISK FILM & POST PRODUCTION, FILM I SK┼NE, SVT, NORDSVENSK FILMUNDERH┼LLNING NO7

Distribuzione:SACHER DISTRIBUZIONE (2011)

ATTORI

Noomi Rapace nel ruolo di Leena adulta
Ola Rapace nel ruolo di Johan
Outi Mńenpńń nel ruolo di Aili
Ville Virtanen nel ruolo di Kimmo
Tehilla Blad nel ruolo di Leena bambina
 
 
 

MONTAGGIO

Mossberg, ┼sa
 

SCENOGRAFIA

Asp, Anna
 

COSTUMISTA

Ilander, Kicki

TRAMA

Quello che per Leena - una donna di origini finlandesi ma svedese di adozione - era nato come un giorno di festa, dopo aver ricevuto una telefonata si trasforma per lei in un doloroso viaggio nel passato che la costringerÓ a fare i conti con gli infelici eventi della sua famiglia, che lei era riuscita a cancellare con un estremo atto di volontÓ.

CRITICA

"Un film svedese co-prodotto con i finlandesi. Con nomi noti. (...) Una storia cupa, in equilibrio tra adolescenza (ricordata) e l'etÓ adulta di una donna (...). Senza mai scompensi narrativi nÚ di stile grazie anche a una regia che, nonostante l'esordio, ha sempre i segni giusti, in atmosfere di plumbee, lacerate tensioni. Le riflette, magistralmente, il volto pallidissimo di Noomi Rapace, affidato ad una mimica quasi immobile ma interiormente attraversata da ferite profondissime. Il marito Ŕ Ola Rapace, suo marito anche nella vita. La interpreta da giovane Tehilla Blad, come giÓ nei tre film di 'Millenium'." (Gian Luigi Rondi, 'Il Tempo', 16 marzo 2011) "II maestro Ingmar Bergman e l'ex marito Bille August in carnet, Pernilla August esordisce alla regia con un 'Tutto su mia madre' dal sapore nordico: fredda la forma, incandescente il nocciolo umano. (...) Se il ping-pong temporale non ha sempre scambi entusiasmanti e l'asciuttezza formale cede spesso all'edificante, Pernilla l'attrice si tiene stretta gli interpreti, e gioca tra rimozione e speranza. Buona la prima? Ni." (Federico Pontiggia, 'Il Fatto Quotidiano', 16 marzo 2011) "Bisognerebbe farlo vedere a tutti quelli che credono alla 'veritÓ' della cosiddetta tv del dolore, questo film d'esordio di Pernilla August. Bisognerebbe mostrarlo a quelli che il dolore lo gonfiano, lo eccitano, lo spremono, lo spolpano. A quelli che ci speculano. (...) C'Ŕ un'estetica del pudore che si fa tout court etica del dolore, e che arriva sugli schermi del cinema contemporaneo passando per lbsen, probabilmente (...), e poi soprattutto per Bergman, con cui Pernilla August ha lavorato a lungo a teatro e al cinema (era la governante di 'Fanny e Alexander', 1982). (...) Non c'Ŕ mai voyeurismo, in 'Beyond'. Spesso, la macchina da presa stringe sul volto di Leena in primi e primissimi piani molto ravvicinati, immersi in una luce fredda, livida e bluastra. ╚ come se l'occhio del cinema fosse lý, pronto a cogliere il riflesso sul volto del minimo turbamento dell'anima. Ma non farebbe mai nulla, la August, per spingere quell'anima a rivelarsi contro la sua volontÓ." (Gianni Canova, 'Il Fatto Quotidiano', 18 marzo 2011)

Trova Cinema

Box office
dal 21 al 24 maggio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni pi¨ belli  1.196.456
    Gli anni pi¨ belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234
  10. 10. Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn)  121.947

Tutta la classifica