St. Vincent2014

SCHEDA FILM

St. Vincent

Anno: 2014 Durata: 102 Origine: USA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:Ted Melfi

Specifiche tecniche:ARRICAM LT, 35 MM

Tratto da:-

Produzione:TED MELFI, PETER CHERNIN, FRED ROOS, JENNO TOPPING PER CHERNIN ENTERTAINMENT, CRESCENDO PRODUCTIONS, GOLDENLIGHT FILMS, THE WEINSTEIN COMPANY

Distribuzione:EAGLE PICTURES

ATTORI

Bill Murray nel ruolo di Vincent
Melissa McCarthy nel ruolo di Maggie
Naomi Watts nel ruolo di Daka
Chris O'Dowd nel ruolo di Padre Geraghty
Terrence Howard nel ruolo di Zucko
Jaeden Lieberher nel ruolo di Oliver
Scott Adsit nel ruolo di David
Dario Barosso nel ruolo di Ocinski
Nate Corddry nel ruolo di Terry
Kimberly Quinn nel ruolo di Infermiera Ana
Greta Lee nel ruolo di Impiegata di banca
Lenny Venito nel ruolo di Coach Mitchell
Donna Mitchell nel ruolo di Sandy
Ann Dowd nel ruolo di Shirley
Reg E. Cathey nel ruolo di Gus
Deirdre O'Connell nel ruolo di Linda
Ray Iannicelli nel ruolo di Roger
Maria Elena Ramirez nel ruolo di Amelda
Ron McLarty nel ruolo di O'Brien
Emma Fisher nel ruolo di Bridgette
Niles Fitch nel ruolo di Brooklyn
David Iacono nel ruolo di Jeremiah
Alexandra Fong nel ruolo di Rachele
Sade Demorcy nel ruolo di Keesha
James Andrew O'Connor nel ruolo di Antwan
Brenda Wehle nel ruolo di Giudice Reynolds
 

SCENEGGIATORE

Melfi, Theodore
 
 

SCENOGRAFIA

Weinberg, Inbal
 
 

EFFETTI

Big Film Design

TRAMA

Maggie è una madre single che si trasferisce nella nuova casa a Brooklyn con il figlio 12enne Oliver. Costretta a restare fuori casa a lungo per lavoro, Maggie non ha altra scelta che lasciare Oliver alle cure del vicino di casa, Vincent, un bisbetico in pensione con un debole per l'alcol e il gioco d'azzardo. Vincent e Oliver daranno così vita a una improbabile amicizia che aiuterà il ragazzo a crescere e a capire che Vincent, in fondo, è un uomo incompreso e di buon cuore.

CRITICA

"Di primo acchito lo definiremmo melenso e sentimentaloide, ma «St. Vincent» possiede una qualità che ne rialza notevolmente il valore e cioè gli interpreti dominatori dei rispettivi ruoli, corpi, dialoghi e caratteri." (Valerio Caprara, 'Il Mattino', 18 dicembre 2014) "'St. Vincent' è il classico film che è più di quel che promettono storia e regia, perché la sua forza è negli attori: Murray è formidabile nel ruolo per antonomasia di Murray, lo sfatto, cinico, bukowskiano dal cuore d'oro; Naomi Watts mette pancione vero e accento russo fittizio a una prostituta adorabile; la McCarthy ha altrettanto peso scenico e il giovincello Lieberher futuro roseo." (Federico Pontiggia, 'Il Fatto Quotidiano', 18 dicembre 2014) "Vecchio cinico ingentilito dall'infanzia. (...) un gradevole esempio della categoria grazie a un Bill Murray bravo ad aggiungere al suo sottile stile catatonico una sgradevolezza figlia dell'alienazione. Si sente lo stile eccentrico di Wes Anderson attraverso il rapporto schietto adulto-bambino (in 'Rushmore' di Anderson c'era già un Murray mentore sui generis) e l'uso di alcuni ralenti avulsi da qualsiasi tono epico. Memorabile scena con Murray che canticchia male e fuori tempo 'Shelter From the Storm' di Bob Dylan. Catturando perfettamente l'anima di un perdente orgogliosamente stonato." (Francesco Alò, 'Il Messaggero', 18 dicembre 2014) "Mamma mia, quanta melassa. L'esordiente Ted Melfi, autore anche dell'indisponente sceneggiatura, ha l'animo del ricattatore. (...) Tutto straprevisto, zuccheroso e insulso. Inutilmente bravo il grande Bill Murray." (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 18 dicembre 2014) "Il vecchio e il bambino, ennesima storia di educazione sentimentale alla rovescia: è il bambino che ispira il vecchio. (...) Oliver (...) ha sufficienti disgrazie e già sorniona simpatia per stare in qualsiasi commedia del genere. Si alza sulla media solo per un motivo: Murray e cast. Niente di diverso dall'oziosa, narcisistica contemplazione dell'umana debolezza, tra sarcasmo e malinconica sfiducia, ma è ammirevole il tempismo con cui decide una scena, un dialogo, una gag. Non sfigura Naomi Watts, che si diverte e diverte a inventarsi prostituta russa dal cuore tenero. Giovane cineasta italoamericano con papà ex mala, Melfi fa il suo mestiere." (Silvio Danese, 'Nazione - Carlino - Giorno', 19 dicembre 2014)

Trova Cinema

Box office
dal 2 al 5 aprile

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica