SPIRIT - CAVALLO SELVAGGIO2002

SCHEDA FILM

SPIRIT - CAVALLO SELVAGGIO

Anno: 2002 Durata: 78 Origine: USA Colore: C

Genere:ANIMAZIONE

Regia:-

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:MIREILLE SORIA E JEFFREY KATZENBERG PER DREAMWORKS SKG

Distribuzione:UIP

TRAMA

Spirit è uno splendido stallone che vive allo stato brado nella sterminata frontiera americana. Un giorno il cavallo si trova per la prima volta a contatto con un uomo e, pur conservando la sua libertà, sviluppa un profondo rapporto di amicizia con Piccolo Fiume, un giovane guerriero della tribù dei Lakota. Seguendo il capo indiano nella parabola che farà di lui uno dei più grandi eroi del west, Spirit incontrerà anche l'amore della bellissima puledra Pioggia.

CRITICA

"'Spirit' è epica fatta di silenzi, rumori di zoccoli, nitriti, galoppate, maestose cascate. Bellissimo. E vibra in ogni immagine il ricordo del Jack London di 'Zanna bianca'. La menzogna del politicamente corretto può infastidire i grandi, ma i molto piccoli proveranno un piacere raro di questi tempi. Nell'edizione italiana, Zucchero sostituisce Brian Adams nelle ballate che accompagnano le meravigliose immagini. Nel cambio, per una volta, ci abbiamo guadagnato. (Francesco Alò, 'Il Messaggero', 20 dicembre 2002) "Di una semplicità ai limiti del semplicismo, un cartoon talmente pensato per il pubblico infantile da escludere gli adulti. Poiché il protagonista non può parlare, provvedono a dargli voce le (troppe) canzoni di Bryan Adams". (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 20 dicembre 2002) "Nello splendore di panorami mozzafiato esaltati dal formato Cinemascope, la DreamWorks segna una tappa importante nel 'tradigital', ovvero nella miscela tra animazione tradizionale a 2D e quella digitale tridimensionale. Gli animatori hanno fatto un lavoro straordinario nel restituire i movimenti e le espressioni dei cavalli, gli animali forse più difficili da animare, anche perché Spirit e i suoi simili non parlano, ma la loro espressività vale più di qualsiasi discorso". (Fabrizio Liberti, 'Film Tv', 5 gennaio 2003) "Tra Furia-cavallo-del-west e Bonanza c'è Spirit, splendido mustang di cartoone uscito dal branco per sfidare col marchio Dreamworks (Spielberg) la Disney nella guerra degli incassi natalizi. (...) Tagliati con l'accetta i ruoli del Bene e del Male, il cartoon va al galoppo in controtendenza rispetto alle tradizionali scelte Disney: forse per aumentare l'età della platea, forse per distinguersi artisticamente, gli sceneggiatori hanno scelto di non dare la parola agli animali, che hanno espressioni umane e, nel caso del cavalli, nitriscono dal primo all'ultimo fotogramma, mentre a una voce fuori campo e alle canzoni di Bryan Adams viene affidato il compito di una narrazione indiretta delle emozioni e dei pensieri. Non è poco". (Silvio Danese, 'Il Giorno', 20 dicembre 2002)

Trova Cinema

Box office
dal 16 al 19 novembre

Incasso in euro

  1. 1. The Place  13.672.032
    The Place

    Un misterioso uomo siede sempre allo stesso tavolo di un ristorante, pronto a esaudire i più grandi desideri di otto visitatori, in cambio di compiti da svolgere. Quanto saranno disposti a spingersi oltre i protagonisti per...

  2. 2. Paddington 2  1.018.935
  3. 3. Auguri per la tua morte  987.555
  4. 4. Borg McEnroe  820.257
  5. 5. Thor: Ragnarök  791.825
  6. 6. Capitan Mutanda - Il film  510.838
  7. 7. La ragazza nella nebbia  460.293
  8. 8. Addio fottuti musi verdi  453.603
  9. 9. Saw: Legacy  417.528
  10. 10. Geostorm  316.848

Tutta la classifica