Siamo uomini o caporali ?1955

SCHEDA FILM

Siamo uomini o caporali ?

Anno: 1955 Durata: 94 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:SATIRICO

Regia:-

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:LUX FILM

Distribuzione:LUX FILM - RICORDI VIDEO, VIVIVIDEO, FABBRI VIDEO, RCS FILMS & TV

TRAMA

Totò, esasperato dalla prepotenza e dall'insensibilità dell'amministratore di un teatro di posa, al quale si è rivolto per avere del lavoro, minaccia di ucciderlo per cui viene preso per matto e rinchiuso, in osservazione, in una clinica psichiatrica. Al medico che lo interroga Totò espone le sue idee sulla società e sulla vita sociale. Secondo lui gli uomini si dividono in due gruppi: gli uomini propriamente detti, cioè coloro che soffrono, che lavorano, che sudano, e i "caporali", vale a dire coloro che fanno lavorare, fanno sudare, fanno soffrire gli altri. Per dare la dimostrazione pratica della fondatezza della sua teoria, Totò rievoca alcuni episodi della propria vita nel corso della quale è sempre stato messo nei guai da qualche "caporale". Durante il periodo fascista, il ruolo di "caporale" è tenuto da un milite fascista che lo perseguita; nel periodo dell'occupazione tedesca, Totò è vittima del direttore del campo di concentramento che lo fa condannare addirittura alla fucilazione. Vengono poi un ufficiale americano che, abusando della propria autorità, tenta di sedurre Sonia, la fidanzata di Totò, e il direttore di un settimanale a rotocalco, che approfittando della buona fede di Totò, gli fa firmare un memoriale nel quale gli fa dire quello che Totò non ha mai pensato nè detto. Quando Totò vuol pubblicare una ritrattazione, il giornalista lo fa condannare per truffa. Convinto dalle buone ragioni di Totò, il medico lo lascia libero ma uscendo dalla clinica il poveretto ha l'amara sorpresa di vedere la sua Sonia passargli davanti in una lussuosa macchina. Accanto a lei c'è il marito, un ricco industriale milanese, un altro "caporale".

CRITICA

"Ridendo e scherzando, c'è la storia di quindici anni di vita italiana, minimizzata in una serie di scenette inconcludenti (...). Concludendo, "Siamo uomini o caporali" è uguale a tanti altri film di Totò, con l'aggravante del tema ambizioso sfruttato in maniera sbagliata". (Anonimo, 'Cinema Nuovo', 68, 10 ottobre 1955). "Il film vorrebbe essere un'aspra satira del costume ma è in realtà soltanto un centone, in cui si trovano riuniti elementi disparati. C'è l'invettiva contro i ricchi e i potenti, che riesce scarsamente convincente; c'è la farsa mediocre e spesso sguaiata; ci sono due sketch molto liberi, inseriti a forza nel racconto. I personaggi non sono che generiche macchiette". ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 38, 1955)

Trova Cinema

Box office
dal 14 al 17 novembre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la città perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica