Shooter2007

SCHEDA FILM

Shooter

Anno: 2007 Durata: 124 Origine: USA Colore: C

Genere:AZIONE, THRILLER

Regia:Antoine Fuqua

Specifiche tecniche:-

Tratto da:racconto "Point of Impact" di Stephen Hunter

Produzione:PARAMOUNT PICTURES, DI BONAVENTURA PICTURES

Distribuzione:UNIVERSAL

ATTORI

Mark Wahlberg nel ruolo di Bob Lee Swagger
Michael Peña nel ruolo di Nick Memphis
Danny Glover nel ruolo di Colonnello Isaac Fitzsimmons Johnson
Kate Mara nel ruolo di Sarah Fenn
Elias Koteas nel ruolo di Jack Payne
Rhona Mitra nel ruolo di Lourdes
Rade Serbedzija nel ruolo di Michael Sandor
Ned Beatty nel ruolo di Senatore Charles F. Meachum
 

SOGGETTO

Hunter, Stephen
 

SCENEGGIATORE

Lemkin, Jonathan
 

MUSICHE

Mancina, Mark
 

SCENOGRAFIA

Lorenzini, Vance
 

COSTUMISTA

Nguyen, Ha

TRAMA

Bob Lee Swagger è un ex marine che, deluso e amareggiato dalla vita, si è ritirato a vivere in una remota località di montagna. Bob viene richiamato all'azione per sventare un attentato ai danni del Presidente degli Stati Uniti, ma ben presto si rende conto di essere stato imbrogliato ancora una volta e che è stata messa a repentaglio la sua stessa vita. Con l'aiuto di una donna misteriosa e di un giovane agente dell'FBI, Bob inizia una disperata lotta contro il tempo per salvare se stesso e sventare un'incredibile cospirazione messa in atto dalle alte sfere del potere.

CRITICA

"Piacerà a chi si ciba preferibilmente a pane e action movies all'americana. Il piatto è servito da due specialisti: Antoine Fuqua ('Training Day', 'King Arthur') e Mark Wahlberg (il giustiziere di 'Departed')." (Giorgio Carbone, 'Libero,' 20 aprile 2007) "Uscito dalla covata malefica dei 'Departed', Mark Wahlberg, si mette in proprio come tiratore scelto, ex marine deluso, accusato di voler uccidere il presidente Usa. Con tutti gli optional del thriller-western di azione, il nostro corre contro il tempo e la verità sempre più ambigua, per provare la propria innocenza contro potenti cittadini al di sopra d' ogni sospetto: congiura governativa alla Frankenheimer, sette giorni a maggio ma più bombaroli. Dirige con abilità e ritmo, in una cine-macchina meno originale di 'Training day', Antoine Fuqua che accosta all' eroe un fedele agente Fbi che si gioca la carriera (il bravo Michael Pena) e una misteriosa girl che gioca il cuore (Kate Mara): si tratta per tutti di anticipare le mosse della partita assassina. Naturalmente anche l'ideologia è al servizio del palpito del botteghino, ma il film è divertente anche se non vuole rinunciare a niente, attacchi al potere e dollari d' onore." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 20 aprile 2007) "Un anno dopo 'Syriana' arriva un film semplice e godibile che racconta quasi la stessa storia coi mezzi popolari del thriller. Ovvero: l'America è schiava del business, nulla è ciò che sembra, ma per fortuna c'è sempre un pazzo che si batte per la verità. 'Syriana' era così sofisticato che non si capiva nulla. Qui al posto del medio Oriente c'è l'Etiopia, ma i buoni sono buoni e i cattivi cattivissimi. (...) Prima di abbattere l'ultima canaglia, l'imbattibile Wahlberg dipanerà l'intera matassa incrociando prodezze da Rambo e amarezze da patriota disilluso e ferito. Morale: Bush e la sua America sono ormai così indifendibili che perfino il buon vecchio cinema di genere gli dà addosso. Recuperando, grazie all'indignazione, la vitalità che aveva perso nella ripetizione. Povero Bush: il mondo lo odia, ma Hollywood dovrebbe ringraziarlo." (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 20 aprile 2007) "La Wb è nota come la major frondista? Ebbene ora lo è anche la Paramount, quella dei film patriottici sull'agente Jack Ryan! Lo scontro fra Hollywood ufficiale e Washington neocon è dunque all'apice. Mescolando i risvolti di vari assassini di politici con gli esiti del Vietnam iracheno, Antoine Fuquà firma infatti 'Shooter'. Nella forma è un polpettone; nella sostanza è una requisitoria contro l'apparato politico-militar-poliziesco (...) Le scene d'azione sono corrette, ma viste in vari altri film. I dialoghi però sono simpatici e corrosivi, come in un noir d'epoca." (Maurizio Cabona, 'Il Giornale', 20 aprile 2007)

Trova Cinema

Box office
dal 19 al 22 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica