Scuola di ladri parte seconda1987

SCHEDA FILM

Scuola di ladri parte seconda

Anno: 1987 Durata: 96 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:COMICO

Regia:-

Specifiche tecniche:PANORAMICA, TELECOLOR

Tratto da:idea di (Franco) Castellano e Pipolo

Produzione:MARIO E VITTORIO CECCHI GORI PER C.G.SILVER FILM, RETEITALIA, MAURA INTERNATIONAL FILM

Distribuzione:C.D.I. (1987) - VIVIVIDEO, CECCHI GORI HOME VIDEO

TRAMA

Dalmazio ed Egisto dopo un lungo periodo di lontananza (il primo è stato in prigione per il furto commesso proprio con Egisto ed Amalio; il secondo è stato dimesso dal manicomio criminale dove era stato rinchiuso per lo stesso misfatto) si incontrano in una lussuosa villa dove ambedue erano andati per trafugare un bel bottino. Ma la naturale goffaggine e sprovvedutezza di entrambi, mandano a monte il colpo e per poco non vengono arrestati dalla polizia. Allora si recano dal famoso zio che già li beffò una prima volta e lo pregano di aiutarli a fare soldi. Lo zio, fingendosi cieco e benevolo nei loro confronti, li aiuta a realizzare, non senza difficoltà, un colpo da 300 milioni su un treno. Collabora con loro una provocante ragazzona, Susanna, sedicente figlia dello scomparso terzo complice Amalio. Ma lo zio comunque ha in mente un colpo ancora più grosso: circa 30 miliardi di refurtiva su una nave da crociera. I due maldestri ladri salgono sulla nave clandestinamente e lì, coadiuvati loro malgrado da Susanna, rubano i preziosi. Dopo avventure ed inseguimenti riescono ad aprire la supersicura cassaforte e a fuggire a bordo di una scialuppa. Tutto sembra finito bene ma Susanna si appropria dei gioielli e i due ingenui lestofanti apprendono che la ragazza era d'accordo col malefico zio che non è affatto cieco. Ma Egisto e Dalmazio con uno stratagemma riescono in modo sorprendente a sottrarre alla coppia ignara e felice la refurtiva tanto faticosamente conquistata.

CRITICA

"Il prolifico Neri Parenti, specializzato in farsette comiche, ha qui dalla sua la coppia di comici Paolo Villaggio e Massimo Boldi nel pieno della sua forma, una sceneggiatura rapida ed efficace e la provocante bellezza di Florence Guerin." (Laura e Morando Morandini, Telesette). "E' un film che ha raggiunto con la demenzialità e la sciatteria della sceneggiatura, la grossolanità dei dialoghi, l'insipienza della vicenda, il primato dell'insulsaggine." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 104, 1988).

Trova Cinema

Box office
dal 14 al 17 maggio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234
  10. 10. Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn)  121.947

Tutta la classifica