SCHEGGE DI PAURA1996

SCHEDA FILM

SCHEGGE DI PAURA

Anno: 1996 Durata: 130 Origine: USA Colore: C

Genere:GIALLO

Regia:-

Specifiche tecniche:NORMALE A COLORI

Tratto da:TRATTO DAL ROMANZO " PRIMAL FEAR" DI WILLIAM DIEHL

Produzione:GARY LUCCHESI PER PARAMOUNT PICTURES - RYSHER ENTERTAINMENT

Distribuzione:UIP - CIC VIDEO

TRAMA

A Chicago, l'Arcivescovo Rushman viene ucciso nel suo alloggio. Questi era molto amico di John Shaughnessy, capo della Procura distrettuale, il quale presiede una Fondazione benefica del prelato in una Diocesi che è ricca di terreni nelle mire di John e di altri affaristi, interessati all'acquisto di essi per un nuovo quartiere. La polizia dà subito la caccia a Aaron Stampler, giovanissirno parrocchiano, tipo sprovveduto, timido e balbuziente. Shaughnessy, già partito con l'idea della pena di morte, affida il caso alla sua assistente Janet Venable, ex amante dell'avvocato Martin Vail, il quale ha già ottenuto la difesa di Aaron. Tipo brillante e spregiudicato, Vail ama la pubblicità, ambisce il successo, non gli interessa più di tanto che il presunto assassino sia uno squattrinato e punta solo e sempre sulla vittoria indipendentemente dalla colpevolezza dei suoi clienti. Vail ha scoperto nelle stanze del Vescovo un videonastro contenente il sordido incontro fra Aaron, la sua ragazza ed un amico della corale, tutti e tre impegnati in giochi sessuali sotto gli occhi compiaciuti dell'Arcivescovo. Ma Vail è anche convinto che Aaron abbia qualche problema mentale, come dei vuoti psicologici, durante i quali appare sia atono e piagnone, sia reattivo nel suo comportamento dal linguaggio violento e sguaiato. Al processo Aaron ottiene soltanto un periodo da passare in osservazione della propria personalità. Sotto il profilo procedurale e giudiziario, questo risultato sarà per Vail una vittoria nella battaglia sferratagli dal Procuratore-capo e dalla bella assistente in pieno accordo. Ma il sensazionale sta nel comportamento di Aaron, il candido e lacrimoso chierichetto, colui che per il difensore era un "assassino impossibile". Infatti, mentre Vail sta per lasciare la sua cella, Aaron svela al legale (il quale ha allontanato da lui lo spettro della pena capitale) di essere proprio lui l'assassino dell'Arcivescovo.

CRITICA

"Il film è ben fatto ma senza colpi d'ala, claustrofobicamente chiuso nel tribunale (a parte la horror scoperta del martoriato cadavere, all'inizio, con fuga del presunto assassino), a inseguire una verità che si fa sempre più lontana. Non vi diciamo chi, come e perché, ma il finale stavolta ha davvero una marcia in più che invita i "colpevoli" alla riflessione. Bravo, bravissimo, Edward Norton, già sul set di Woody Allen e ora del nuovo Forman. Più di maniera lo staff femminile, la giudice nera, gli impiegati, optional del legal thriller così di moda." (Corriere della Sera, Maurizio Porro, 25/5/96)

Trova Cinema

Box office
dal 20 al 23 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  2.396.109
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Sonic. Il film  1.445.090
  3. 3. Parasite  1.401.083
  4. 4. Odio l'estate  980.701
  5. 6. Dolittle  586.384
  6. 7. 1917  451.440
  7. 8. Fantasy Island  351.059
  8. 9. Jojo Rabbit  199.387
  9. 10. Il diritto di opporsi  114.843

Tutta la classifica