SCHEDA FILM

SCAPPIAMO COL MALLOPPO

Anno: 1990 Durata: 89 Origine: USA Colore: C

Genere:COMICO

Regia:-

Specifiche tecniche:PANORAMICA A COLORI

Tratto da:TRATTO DAL ROMANZO DI JAY CRONELY

Produzione:ROBERT GREENHUT, BILL MURRAY

Distribuzione:WARNER BROS ITALIA - WARNER HOME VIDEO

TRAMA

Uno scaltro individuo, Grimm, travestito da pagliaccio, dopo essere uscito da una stazione di metropolitana di New York, si introduce, pistola alla mano, in una banca e minacciando impiegati e clienti si fa consegnare un ingente somma di denaro. Il capo della polizia, Rotzinger, all'esterno, fa del tutto per mettersi d'accordo col malvivente che tiene in ostaggio tutti i presenti nell'ufficio e pretende un autobus e due elicotteri per lasciare liberi i malcapitati. Rotzinger viene incontro alle richieste del rapinatore che libera tre ostaggi: due uomini e una donna. Dopo di ciò la calma ritorna nella banca. Qualcosa di strano è però avvenuto: infatti il capo della polizia capisce ben presto che è stato raggirato e i tre ostaggi liberati altri non sono se non tre ladri: lo stesso Grimm con nuovi abiti, la sua compagna Phyllis e l'amico Loomis. Costoro su una macchina guidata da Loomis si dirigono verso l'aereoporto per andarsene in zone lontane col malloppo abbandonando New York ormai considerata invivibile. La polizia intanto libera gli altri ostaggi e si mette sulle tracce dei tre complici. Questi iniziano la loro fuga ma la città tanto odiata sembra loro ostile. Sbagliano strada; si perdono; ovunque trovano lavori in corso; diventano spettatori di un insolito duello in bicicletta; si imbattono in un ladruncolo che li deruba del portafogli; hanno uno scontro col nuovo inquilino della casa di Phyllis dove erano andati a cambiarsi gli abiti. Persa l'automobile e di conseguenza anche l'aereo, che avevano prenotato, chiamano inutilmente un taxi: Loomis è al limite della sopportazione e combina diversi guai invano consolato da Phyllis, che aspetta un bimbo da Grimm. Trovano finalmente un taxi ma l'autista straniero non capisce niente di ciò che i tre vogliono. Finiscono poi in un club di mafiosi dove combinano pasticci ma riescono a scappare. Alla fine salgono a bordo di un autobus che arriva vicino all'aeroporto. La polizia col tassista straniero e un mafioso infuriato li inseguono. Ma anche sull'autobus sembra che tutto vada storto per i tre poiché l'autista è un vero e proprio pazzo. Arrivano con mezzi di fortuna all'aeroporto salgono sull'aereo inseguiti dalla polizia che però, aiutata proprio da Grimm, cattura un pericoloso malvivente e Rotzinger, ignaro, ringrazia Grimm per la sua collaborazione. I tre partono felici col bottino astutamente nascosto sotto gli abiti: ma Rotzinger intuendo la vera identità del rapinatore si propone di catturarlo con i complici quando l'aereo arriverà a destinazione.

CRITICA

La sceneggiatura della commedia abbonda di trovate. Qualcuna è risolta con piglio; qualcuna è abbandonata a mezza strada. Il film di fatto non ha un regista: Bill Murray, che lo ha anche prodotto, è un attore disinvolto, Howard Franklin è scrittore specializzato in cose leggere. Ma, nonostante la regia a quattro mani sia improvvisata, il film si cerca, quasi sempre si ritrova, si avvita su se stesso e conduce a un finale divertente. (Francesco Bolzoni, L'Avvenire) Il film è così così, alternando momenti di sconcertante staticità a sequenze di incalzante comicità. Il terzetto è ben assortito. (Alberto Castellano, Il Mattino)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica