Ricky - Una storia d'amore e libert?2009

SCHEDA FILM

Ricky - Una storia d'amore e libertà

Anno: 2009 Durata: 90 Origine: FRANCIA Colore: C

Genere:COMMEDIA, DRAMMATICO

Regia:François Ozon

Specifiche tecniche:35 MM (1:1.85)

Tratto da:liberamente ispirato al racconto "Moth" di Rose Tremain

Produzione:EUROWIDE FILM PRODUCTION, TEODORA FILM, ROM FOZ, LE PACTE

Distribuzione:TEODORA FILM

ATTORI

Alexandra Lamy nel ruolo di Katie
Sergi López nel ruolo di Paco
Mélusine Mayance nel ruolo di Lisa
Arthur Peyret nel ruolo di Ricky
André Wilms nel ruolo di Dottore
Maryline Even nel ruolo di Odile
Catherine Jabot nel ruolo di Vicina
Eric Forterre nel ruolo di Macellaio
Hakim Romatif nel ruolo di Negoziante
Jean-Claude Bolle-Reddat nel ruolo di Giornalista
John Arnold nel ruolo di Manager del supermarket
Julien Haurant nel ruolo di Bibliotecario
Marc Susini nel ruolo di Vicino
Pierre Fabiani nel ruolo di Intervistatore
 

SOGGETTO

Tremain, Rose
 

MUSICHE

Rombi, Philippe
 

MONTAGGIO

Breton, Muriel
 

SCENOGRAFIA

Wyszkop, Katia
 

COSTUMISTA

Chavanne, Pascaline

TRAMA

Katie e Paco sono due persone comuni che quando si conoscono sentono nascere tra loro la magia dell'amore. Tutto ciò finché dalla loro unione nasce Ricky, un bambino del tutto fuori dal comune.

CRITICA

"François Ozon è un autore francese che ci ha abituato a parecchie sorprese. Con 'Ricky' apre il concorso della Berlinale n 59 e lascia subito interdetti critica e pubblico. (...) Ozon, sulla falsariga del suo lontano 'Sit-com' , carica la presenza deviante del bimbo alato di un surrealismo liberatore per mamma, papà e sorellina, nonché per gli affannati giornalisti in cerca dello scoop volante. Film curioso da accettare senza riserve o da infilare nel sacco delle boiate plateali." (Davide Turrrini, 'Liberazione', 07 febbraio 2009) "'Ricky' ci è sembrato un piccolo capolavoro. Ozon dice di essersi ispirato a una vecchia, preziosa massima di Luis Bu?uel: filmare i sogni come fossero realtà, e la realtà come fosse un sogno. 'Ricky' è un film su un miracolo, ma non è un film cattolico. E' un elogio della diversità in chiave squisitamente laica. Un film rischiosissimo, e miracolosamente riuscito." (Alberto Crespi, 'L'Unità', 7 febbraio 2008) "Film metafora, della diversità certo, dell'omosessualità forse, della difficoltà di essere liberi nell'istituzione familiare, questa volta, anche 'Ricky', fiaba operaia di François Ozon. Dal libro di Rose Tremain, la storia d'amore tra due proletari sfocia in un bel bebè molto strano. Il Ricky del titolo ha le ali e si mette a volare. Maneggiare la chimica fine come fa Alexandra Lamy (che è Kathy) per lavoro soprattutto se il suo partner è straniero come Sergi Lopez, è piuttosto pericoloso. Non sempre i nostri prodotti sono così angiolescamente rinascimentali." (Roberto Silvestri, 'Il Manifesto', 7 febbraio 2008) "La scoperta che al neonato che sta rovinando la vita a un'operaia (il compagno l'ha lasciata) stanno spuntando due piccole ali cambia l'atteggiamento della donna, in qualche modo stregata da questa peculiarità. Che il regista prima mostra in chiave realistica, come due poco aggraziate alette di pollo implumi, ma che poi trasforma nella metafora di ogni diversità, affascinante solo che si sia disposti ad accettarla." (Paolo Mereghetti, 'Corriere della Sera', 8 febbraio 2009)

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica